Grazie Prof

Grazie per averci insegnato ad essere noi stessi e ad amare.

Grazie per averci aiutato a rialzarci.

Grazie per averci insegnato a rispettare tutti e a non avere paura del giudizio altrui.

Grazie anche per quando ci ha sgridato, perché so che lo ha fatto per il nostro bene.

Grazie per averci insegnato ad amare noi stessi come siamo, grazie a lei ho imparato ad accettarmi come sono.

Grazie per esserci stata in questi due anni, ma la ricorderemo per sempre.

Grazie anche per i piccoli gesti che ha fatto per noi, la nostra è una classe difficile, ma lei è riuscita a farne una vera e propria squadra.

Grazie per avermi portato nella giusta via dello studio.

Grazie per averci istruito con pazienza e la giusta severità, ha lasciato in noi un’impronta importante.

Grazie per avermi aiutato a cavarmela quasi sempre da sola.

Grazie perché, anche se quando siamo arrivati in prima abbiamo pensato “chi è questa?”, dopo due settimane abbiamo capito che non saremmo mai riusciti a dimenticarla.

Grazie per le belle lezioni e spiegazioni che ci ha fatto.

Grazie perché con lei non abbiamo solo imparato la Grammatica o la Storia, ma anche a creare solide amicizie.

Grazie per avermi aiutato a riconoscere non solo i miei pregi, ma anche i miei difetti.

Grazie per avermi incoraggiato a studiare.

Grazie per averci consolato nei momenti difficili e aver sempre creduto in noi, ma soprattutto per gli abbracci dati in segreto nell’aula insegnanti.

Caterina, Sara, Stella, Greta, Aurora, Matteo, Valentina, Anastasia, Kevin, Mirko, Sofia, Devon, Youssef, Cristian, Simone, Luca, Martina ( 2H )

 

La ringraziamo per questo fantastico anno che tra urla e romanzine è giunto al termine.

La ringraziamo per averci accompagnato a Pietragavina e averci aiutato a rafforzare i nostri rapporti.

La ringraziamo per non averci mai dato troppi compiti.

La ringraziamo per i ricordi che ci ha lasciato.

La ringraziamo per averci consolato con le sue parole quando ne avevamo bisogno.

La ringraziamo perché ci ha ascoltato e per la sua sincerità.

La ringraziamo perché, anche se l’abbiamo avuta solo per un anno è riuscita a farci affezionare a lei.

La ringraziamo per la sua pazienza nell’insegnarci a scrivere.

La ringraziamo perché, anche se non scherzava tanto, abbiamo capito grazie a lei che a scuola non si scherza, ma si impara.

La ringraziamo per averci insegnato che, se apparentemente siamo uguali, ognuno di noi ha la propria personalità e i propri sogni da inseguire.

La ringraziamo per aver reso le lezioni piacevoli.

La ringraziamo per aver sopportato le nostre dimenticanze, forse è stata troppo buona.

La ringraziamo per la giusta nota di ironia che ha portato quest’anno, i suoi aneddoti ci accompagneranno nella vita.

La ringraziamo per averci fatto riflettere sul nostro comportamento un po’ troppo orgoglioso e poco umile.

Alessio, Mario, Sebastiano, Marco, Martina, Aurora, Lucia, Sara, Daniele, Nicolò, Anna, Rebecca, Melissa, Mauro, Christian, Matteo ( 1H )

 

Professoressa Rita Inglese, le auguriamo una bellissima pensione!

Laboratorio di Arte: una scolaresca creativa

 Voghera. La scolaresca della 1C plesso Giovanni Plana si aspettava l’ennesima noiosa, monotona e banale lezione di storia dell’arte, quando l’insegnante fece all’improvviso una proposta talmente bella da far saltare di gioia gli alunni: andare nel laboratorio di arte a creare e modellare dei vasi d’argilla.

Si sentivano già tutti vasai professionisti! Tra qualche lezione si cuoceranno i recipienti nel forno nuovo, arrivato a scuola all’inizio dell’anno, sperando che i vasi durante la cottura non si crepino e non si rompano. Finita la forma dei vasi li dipingeranno talmente bene (si spera) da farli sembrare opere d’arte, e se non verranno confusi con altri, ogni alunno potrà portarsi a casa il suo. Chissà cosa succederà… gli alunni erano molto creativi e fantasiosi nel modellare i loro vasi di argilla. Sono stati realizzati recipienti di varie forme e dimensioni: anfore, ciotole, tazze, vasi grandi e piccoli, di forma rotonda, cubica e persino floreale. Questa speciale lezione è stata effettuata venerdì 8 e 15 marzo 2019.

Irene, Xhuejd, Malek, Adua, Rinore, Djily, Sara, Andrea

A lezione di Costituzione

Due avvocati dell’Associazione italiana giovani avvocati hanno incontrato  venerdì 15 Marzo a scuola molti ragazzi delle classi terze.

Anch’io ero fra questi ed ho potuto ascoltarli .

Il tutto è cominciato con una domanda: che cos’è la Costituzione? La risposta breve ma efficace è stata la seguente: la Costituzione è la carta d’identità del nostro stato cioè l’Italia.

Poi sono stati trattati gli articoli soprattutto i primi 12, considerati i principi fondamentali. L’ultimo riguarda la nostra bandiera, che insieme all’inno e allo stemma costituiscono i simboli della nostra Repubblica; infatti dal 1996 è stata introdotta la festa della bandiera il 7 gennaio.

La Costituzione italiana è una costituzione scritta, rigida, lunga, votata e democratica.

La nostra carta dei diritti viene considerata una delle carte più moderne, soprattutto perché tutela i diritti dell’uomo.

Abbiamo poi trattato le varie parti della Costituzione parlando degli organi che costituiscono la Repubblica: Presidente della Repubblica, Governo, Magistratura, Parlamento e Corte Costituzionale.

Ci siamo poi soffermati in modo particolare sulla formazione delle leggi nei vari passaggi ,dalla proposta all’approvazione di Camera e Senato,alla promulgazione da parte del Presidente della Repubblica fino alla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale e all’entrata in vigore.

L’incontro con gli avvocati è stato utile ed apprezzato dagli studenti.

Yuma