Contenuto principale

Il Consiglio di Istituto, nella seduta del 26 ottobre 2016, ha approvato l'aggiornamento 2016/2017  del Piano Triennale dell'Offerta Formativa.

Testo integrale dell'aggiornamento

Piano di Miglioramento 2016/2017

Codì e Sofia
"LA MIA SCUOLA DI PACE..."
A SPASSO FRA.... NATURA, EMOZIONI, FANTASIA, ALLEGRIA
ALLESTIMENTO ATELIER ARTISTICO
ASLICO - OPERA DOMANI
ATELIER CREATIVO "MAKING FOR KIDS"
BIBLIOTECA SCOLASTICA
BRITISH IN A WEEK
CARI AMICI VI SCRIVO
CERTIFICAZIONE DELF
CERTIFICAZIONE TRINITY
CINEFORUM
CLIL: SPEAKING OF MATHS
CODING FOR KIDS
CON LA TESTA TRA LE MUSICHE...
COOP - ESSELUNGA
CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE DELE
CURRICOLO DI INFORMATICA
EDUCAZIONE ALIMENTARE E MENSA SCOLASTICA
EDUCAZIONE STRADALE
GIROTONDO INTORNO ALLA NATURA
IC DANTE IN MOVIMENTO
IL CINEMA
IL CORPO ESPLORA LO SPAZIO
IN.VAL.S.I.
INDAGINE CONOSCITIVA AIDM SULLA DIPENDENZA DALLE NUOVE TECNOLOGIE
LA FABBRICA DEGLI STRUMENTI A FIATO
LA LEGALITà A SCUOLA
LA SCUOLA INCLUSIVA
LABORATORIO MUSICALE
LABORATORIO MUSICALE PER LA SCUOLA DELL'INFANZIA
LE AULE DELLA MEMORIA
LE FRANCAIS PRIS SUR LE VIF! AIX EN PROVENCE 2017
LE PAROLE COSTRUISCONO PONTI...
LETTORATO DI LINGUA SPAGNOLO
LETTORATO LINGUA FRANCESE
LETTORATO LINGUA INGLESE
LIFESKILLS TRAINING PROGRAM LOMBARDIA
MUSIC THEORY
ORGANIZZAZIONE ESAME DELE
ORTO IN CONDOTTA
OVERSEAS PROJECT
P.E.S.I. PREPARAZIONE ALL’ESAME FINALE DI INGLESE_CLASSI III
PIETRAL.A.R.A.
PROGETTO CONTINUITà INDIRIZZO MUSICALE
PROGETTO BIBLIOTECA
PROGETTO CONTINUITà E ORIENTAMENTO
PROGETTO LETTURA" LEGGO, DUNQUE SARò"
PROGETTO NUVO WINDSTARS PROJECT
PROGETTO PER UNA SANA ALIMENTAZIONE “SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO”
PROGETTO TRINITY COLLEGE LONDON - GRADED EXAMINATION IN SPOKEN ENGLISH QUALIFICATIONS ( GRADE 3 )
PROVACI ANCORA! (PROGETTO AREE A RISCHIO)
SCUOLA IN MONTAGNA
SEGNALI DI FUMO - IL FUMETTO E LA COMUNICAZIONE
SEMEL
TEATRO MUSICA E DANZA E
UN ARCOBALENO DI EMOZIONI. PROGETTO DI EDUCAZIONE ALL'AFFETTIVITà: RICONOSCIMENTO, CONSAPEVOLEZZA E GESTIONE DELLE EMOZIONI PROPRIE E ALTRUI NEL GRUPPO-CLASSE.
UN NATALE ... CON I FIOCCHI . FESTA DELLA FAMIGLIA
UN POSTER PER LA PACE
UNA GOCCIA NELL'OCEANO
VIAGGIO D'ISTRUZIONE A BARCELLONA
VOGHERA-MANOSQUE: ALLER-RETOUR!
VOLERSI BENE,FACCIAMOLO PER BENE

 

Schede sintetiche delle azioni

Titolo Progetto "CODì E SOFIA"
Referente Gravino Anna
Destinatari I destinatari del progetto sono i 35 alunni delle classi 3^B e 3^D della Scuola Primaria "Dante Alighieri" dell'Istituto
Finalità Il progetto abbraccia l'intero quadro delle competenze chiave per l'apprendimento permanente,data la trasversalità che lo caratterizza. "Imparare a pensare" è tuttavia la finalità prioritaria del percorso .La costruzione di un pensiero critico e la conoscenza del sé,sia per quanto concerne l'aspetto cognitivo che quello relazionale, promuovono la formazione di una personalità unica e positiva dal punto di vista culturale e sociale .La capacità di risoluzione di problemi complessi-pensiero computazionale-attraverso la scomposizione degli stessi ne è diretta conseguenza e il coding favorisce ,in quanto strumento didattico,tale opportunità. L'iter che s’intende intraprendere con i bambini è di profonda matrice filosofica e si pone l’ intento di accompagnarli a conseguire competenze: -logiche attraverso il ragionamento,la problematizzazione e la ricerca della soluzione; -etiche: attraverso l’attuazione di comportamenti coerenti con punti di vista propri ,ma condivisi perché universalmente corretti; -estetiche e socio-affettive che conducono al ben-Essere personale e sociale. Gli obiettivi che ne scaturiscono : • confrontare ipotesi di interpretazione ; • acquisire consapevolezza di sé e del proprio operato; • sviluppare le capacità di attenzione e di riflessione; • interrogarsi e scoprire il senso delle cose • promuovere il senso estetico presentano pertanto la duplice caratteristica di riflessione filosofica e sviluppo del pensiero computazionale
Metodologie utilizzate 1-Storytelling 2-Dialogo socratico 3-Brainstorming 4-Lettura di testi-pretesto 5-Learning by doing
Descrizione delle attività Nel paese di “Nonciriesco”,vedi faccini annoiati che,penna in bocca e occhietti spenti,hanno un solo,triste pensiero:-Non ce la farò mai! Dallo sbadiglio rumoroso di uno dei proprietari di questi sconsolati faccini,nascono Sofia e Codì: un vulcano in perenne eruzione l’una;un tipo troppo precisino l’altro .Sofia ricerca,costruisce,tesse pensieri sempre più articolati ma spesso si dimentica di come è arrivata alla soluzione ,mentre Codì ha bisogno di aver ben chiare tutte le istruzioni anche nel più scontato dei casi . I due devono aiutare il loro creatore,ma come? Il dialogo sarà lo strumento adeguato e condurrà il piccolo a prendere coscienza che l’allenamento,la logica e la capacità di trasmettere il procedimento risolutivo ad altri o a macchine gli consentiranno di crescere sia culturalmente che socialmente. Con il pensiero ,infatti, possono dare istruzioni al computer,ma quest’attività di programmazione non è fine a se stessa perchè sviluppa competenze sempre più complesse ,stimola la creatività e determina una personalità originale e unica. Il progetto che prende le mosse da un testo -pretesto è trasversale per metodologie e finalità a tutti gli ambiti disciplinari e sarà sviluppato da tutte le insegnanti di classe.I momenti di condivisione interni sono collegati al percorso che coinvolge le classi terze,quarte,quinte della Scuola Primaria e le classi prime della Scuola Secondaria che stanno affrontando il discorso del "Pensiero computazionale e l'ora di Coding" In quanto iscritti al concorso "Digital storytelling",si prevede la consultazione del materiale messo a disposizione dal Politecnico di Milano sul portale Policultura (www.policultura.it )
Tempi Anno Scolastico 2016-2017
Torna all'indice




Titolo Progetto "LA MIA SCUOLA DI PACE..."
Referente Manfredi Carla
Destinatari Bambini anni 5 delle Scuole d'Infanzia, alunni classi quinte Scuola Primaria Dante, alunni classi 1E 2E 3E 1I Scuola Secondaria di 1 Grado (335 alunni)
Finalità Abituare tutti, fin dai primi anni di vita, a riconoscersi ed apprezzarsi come uguali e diversi. Abituare le nuove generazioni ad aprirsi all'altro, al diverso senza paura. Educare alla mondialità. Riconoscere il valore della Pace tra i Popoli Riconoscere i comportamenti negativi dell'intolleranza razziale Saper mettere in atto competenze sociali e di cittadinanza attiva Favorire l'integrazione degli alunni venuti da lontano
Metodologie utilizzate Didattica laboratoriale ed interculturale, rielaborazione di storie e racconti a tema,giochi di socializzazione e role play, ascolto attivo dei racconti dei vissuti dei protagonisti (genitori stranieri, migranti), giochi di socializzazione e attività ricreative, coinvolgimento di enti/associazioni di volontariato(Unicef, Save the Children)per stimolare incontri e confronti
Descrizione delle attività Il progetto verrà sviluppato nei laboratori secondo i bisogni e le risposte degli alunni. Coinvolgimento attivo degli alunni nella preparazione della Settimana della Pace Ascolto di storie/racconti a tema e relative riflessioni personali degli alunni Giochi di socializzazione, di integrazione e di gestione dei conflitti Momenti di incontro,lavori di gruppo fra i diversi ordini di scuola (Poster della Pace for Kids) Evento finale nel salone della Scuola Primaria Dante con la partecipazione di figure esterne alla scuola (migranti, associazioni di volontariato, comitato Unicef , Onlus Save the Children ed esperta musico-teatrale volontaria) Tutte le attività svolte saranno comunicate all'esterno attraverso il sito scuola, Semel, twitter, newsletter e articoli di stampa.
Tempi Settimana del mese di Marzo 2017 in concomitanza con la Giornata Mondiale dell'ONU contro il razzismo (21 marzo)
Torna all'indice




Titolo Progetto A SPASSO FRA.... NATURA, EMOZIONI, FANTASIA, ALLEGRIA
Referente Iannace Margherita
Destinatari TUTTI I BAMBINI DI 3- 4- 5- ANNI delle scuole d'Infanzia dell'IC via Dante Voghera per un totale alunni n°344
Finalità Sensibilizzare i bambini ad avere cura e rispetto per l'ambiente naturale,stimolando la curiosità e l’interesse per l’esplorazione sensoriale del territorio che li circonda. Saranno coinvolti tutti i bambini di 3-4-5 anni dei plessi di scuola d'Infanzia dell'IC per un totale di 344 alunni .
Metodologie utilizzate Noi insegnanti lavoreremo per promuovere un'interazione proficua tra il bambino e l'ambiente naturale;saranno strutturate attività finalizzate a: -Esplorare la natura attraverso i 5 sensi. -Osservare con curiosità ed analizzare situazioni ed eventi. -Formulare ipotesi e previsioni relative ai fenomeni osservati e verificarle. -Operare classificazioni tra oggetti. -Lavorare con gli elementi e vari materiali per sviluppare la manualita’ e affinare differenti percezioni. Passare dall'esplorazione senso-percettiva alla rappresentazione simbolica del vissuto. Comprendere e rielaborare storie, racconti e fiabe sull'ambiente naturale. Incrementare consapevolezza e sensibilità nei confronti dell’ambiente naturale. Usare diverse tecniche espressive e comunicative. Sviluppare la capacità di lavorare in gruppo, di negoziare e cooperare. Apprezzare e rispettare gli ambienti naturali, in particolare quelli legati alla propria realtà territoriale. Affinare le capacità rappresentative e creative attraverso il disegno, la pittura, il collage, il modellare con una varietà di strumenti e materiali. Al fine di promuovere nei bambini atteggiamenti positivi nei confronti della natura,e sviluppare una coscienza di tutela, rispetto e consumo intelligente,le attività privilegiate saranno: attività ludico sensoriali,semplici esperimenti, attività motorie, artistiche, musicali, esperienze di ascolto attraverso la narrazione di racconti e fiabe,attività creative e manipolative, giochi linguistici, giochi matematici con classificazioni e distinzioni di elementi naturali.
Descrizione delle attività Il progetto sarà sviluppato in un contesto ludico motivante, attraverso il metodo della “ricerca-azione”. Verranno proposte varie esperienze nelle quali prevarrà l’approccio sensoriale-corporeo, attraverso manipolazioni, esplorazioni, sperimentazioni con elementi del mondo naturale, narrazioni di racconti e vissuti. - Le esperienze verranno espresse attraverso tutti i linguaggi. - Verranno attivati i laboratori esterni alle sezioni per i bambini di 5 anni: laboratori di lingua inglese, informatica, continuità e creatività. Per i bambini di 3 e 4 anni saranno attivati gruppi di lavoro omogenei per età - nelle sezioni- Sono previsti spettacoli teatrali a cura di compagnie esterne alla scuola e a carico delle famiglie allo scopo di promuovere nei bambini la consapevolezza che l'ambiente naturale è un bene da preservare. Documentazione iconografica e raccolta di tutti gli elaborati dei bambini. Uscite didattiche sul territorio per i bambini di 4 e 5 anni. La ricaduta del progetto sulle famiglie potrà essere verificata con: .partecipazioni a spettacoli teatrali offerti dal territorio; -pubblicazione sul sito della scuola tramite twiter,newsletter, semel one-line- di esperienze significative con foto dei bambini e sul territorio tramite articoli di stampa. -cartelloni, materiale multimediale, foto, mostre finali con elaborati dei bambini; -partecipazione attiva dei genitori attraverso la condivisione di esperienze con racconti ed interviste sul tema della natura.
Tempi dal mese di ottobre 2016 al mese di giugno2017
Torna all'indice




Titolo Progetto ALLESTIMENTO ATELIER ARTISTICO
Referente Bevacqua Anna rita
Destinatari alunni di IV A Dante (16) come primi soggetti coinvolti; in seguito ne fruiranno tutti gli alunni dell’Istituto Comprensivo di via Dante Voghera, i docenti, i genitori, gli adulti della comunità.
Finalità Tra le otto competenze chiave individuate a livello europeo, l’ottava è relativa all’espressione culturale e permette di apprezzare l’importanza creativa e artistica, intesa come produzione di idee, esperienze ed emozioni secondo uno spettro di forme che include arti plastiche, musica, espressione corporale e letteratura. Per incrementare e valorizzare la didattica per competenze è necessario offrire agli alunni un percorso operativo che li stimoli con un ventaglio ampio e variegato di possibilità e di opportunità formative, rivolte alla valorizzazione e allo sviluppo-potenziamento delle capacità espressive, comunicative, creative e peculiari di ciascuno. Perciò si mira a garantire condizioni, spazi e tempi idonei a far vivere agli alunni importanti esperienze di socializzazione, di comunicazione, di espressione, di sperimentazione di tecniche, di ampliamento delle conoscenze, di affinamento del gusto estetico ma anche a fornire gli strumenti di analisi e decodificazione dei vari linguaggi, stimolando l’immaginazione, la fantasia e il pensiero divergente. Con questo atelier si intente attivare uno spazio dove sviluppare il punto d’incontro tra manualità, artigianato, creatività e tecnologie, dove la fantasia e il fare si compenetrano, coniugando tradizione e futuro, recuperando pratiche e innovandole. Avendo a disposizione un atelier, inoltre, gli alunni si potranno dedicare alla realizzazione di materiale originale per concorsi, mostre, rappresentazioni di fine anno scolastico, supporto al sito della scuola, materiale di propaganda, elaborazione e archiviazione del percorso didattico. L’atelier può essere utilizzato per aggregare gruppi verticali, dall'infanzia alla primaria alla secondaria e per gruppi aperti o orizzontali su più classi. Sarà uno spazio per la comunità, con apertura al territorio, ai genitori, agli studenti, alla formazione dei docenti. Si auspica infatti, per il futuro, un lavoro di progettazione partecipata, coinvolgendo oltre ai docenti e agli studenti – con livelli di protagonismo a seconda dell’età – varie e specifiche professionalità (tecnologi, artigiani, architetti, ecc) e si mirerà all'interazione con altre realtà territoriali.
Metodologie utilizzate L’atelier è concepito con l’utilizzo di temi, tecniche e mezzi più adatti alle esigenze espressive dei partecipanti e favorisce il lavoro di gruppo, al fine di strutturare una condivisione ed uno scambio di saperi e di abilità acquisite. Si utilizzeranno perciò i seguenti metodi: lezione frontale; problem solving; cooperative learning; peer to peer. Il lavoro sarà documentato nelle sue fasi e si inviteranno gli alunni all'analisi dello stesso e a considerare quali miglioramenti possono essere apportati e quali sono state le scelte poco idonee alla realizzazione dell’elaborato finale.
Descrizione delle attività Eliminazione di ogni tipo di materiale dall'aula che dovrà essere ristrutturata; inserimento di una lavatoio con relativi lavori di impianto da parte del personale del Comune; preparazione di muro e porte alla colorazione; stesura di vernice lavabile sul muro fino all'altezza di un metro e mezzo dal pavimento; realizzazione di pannelli decorativi in compensato, sagomati, da appendere alle pareti; decorazione delle porte; arredamento con mobili adeguati al contenimento del materiale didattico; allestimento con materiale informatico e installazione da parte di tecnico esterno; coinvolgimento degli alunni della classe IV A Dante nella fase di decorazione; documentazione anche fotografica delle varie fasi della lavorazione; somministrazione di questionari di gradimento; costituzione di criteri per organizzare l'affluenza e l'utilizzo del materiale; presentazione dell’atelier finito tramite articolo sul sito della scuola; infine si promuoveranno le risorse dell'atelier per incrementarne l'affluenza.
Tempi novembre 2016- giugno 2017
Torna all'indice




Titolo Progetto ASLICO - OPERA DOMANI
Referente Patane Elisabetta
Destinatari 109 Alunni delle classi IV A-B-C-D e V C del plesso Dante 16 in IV A 25 in IV B 24 in IV C 19 in IV D 25 in V C
Finalità Avvicinare gli alunni alla musica e all'opera lirica attraverso una partecipazione attiva che li coinvolga con canti, con semplici movimenti, con la realizzazione di piccoli oggetti creati in classe ed inerenti la trama dello spettacolo.
Metodologie utilizzate La lettura collettiva della trama attraverso libretti predisposti. Riflessiono sulle tematiche trattate e sui personaggi. Ascolto di brani musicali tratti dall'opera ed adeguati ad alunni di scuola primaria. Memorizzazione dei canti.
Descrizione delle attività I docenti responsabili del progetto parteciperanno a due incontri di formazione, di tre ore ciascuno, che si terranno presso il teatro Fraschini di Pavia e poi in classe condurranno gli alunni in un percorso letterario-musicale che permetterà loro: - di capire i pensieri, le sensazioni e le emozioni che l'opera intende raccontare e confidare; - di ascoltare la musica per imparare a condividere idee e saperi che aiutano non solo ad apprendere, ma anche a crescere. il 7 marzo 2016 gli alunni verranno condotti al teatro Fraschini di Pavia dove parteciperanno attivamente all'opera "Il barbiere di Siviglia" nella quale scopriranno come la realtà possa cambiare a seconda di chi la ossserva. Verranno utilizzati i canali di comunicazione a nostra disposizione (sito scolastico, Twitter,stampa) per dare visibilità al progetto
Tempi Da dicembre a marzo 2017
Torna all'indice




Titolo Progetto ATELIE CREATIVO "MAKING FOR KIDS"
Referente Cavagna Giulia
Destinatari Tutti i docenti e gli alunni dell'Istituto Comprensivo 720 alunni primaria 514 alunni secondaria Gruppo Dispersione scolastica 15 alunni
Finalità La scuola potrà dotarsi di uno spazio innovativo e modulare dove sviluppare il punto d’incontro tra manualità, artigianato, creatività e tecnologie. In questa visione, le tecnologie hanno un ruolo abilitante ma non esclusivo: come una sorta di “tappeto digitale” in cui, però, la fantasia e il fare si incontrano, coniugando tradizione e futuro, recuperando pratiche e innovandole al fine di contrastare anche la dispersione scolastica.
Metodologie utilizzate Setting variabili, schermi e connessioni, colori e luci,infrastruttura elettrica ed informatica
Descrizione delle attività Immaginiamo l'Atelier Creativo come il naturale ampliamento del nostro laboratorio scientifico (LS), già connesso ed utilizzato dalla scuola secondaria e dalla scuola primaria. Il luogo fisico per l'ampliamento sarà l’aula adiacente, già cablata e attrezzata con una Lim. Nel LS si realizzano già esperienze in vari campi: chimica, biologia, fisica e matematica, esperienze nel campo della programmazione compreso l’utilizzo dei microcontrollori (schede Arduino). Creeremmo così due ambienti destinati a completarsi a vicenda: da un lato si parte dalla progettazione, dalla creatività, dalla programmazione in un ambiente connesso con arredi mobili (l'attuale LS), per poi passare alla sperimentazione e al making nel laboratorio adiacente, per ritrovarsi infine nell’ambiente iniziale, questa volta trasformato in ambiente adatto a discussione, condivisione e riflessione. Un ambiente digitale e un ambiente sperimentale che si unirebbero in un unico grande Atelier Creativo. In aggiunta sarà progettato un laboratorio di smontaggio e riciclo di materiale informatico, pc, stampanti, scanner, destinato agli alunni a rischio dispersione scolastica, i materiali recuperati saranno riutilizzati per la costruzione di robot.
Tempi Intero anno scolastico a partire da novembre Laboratorio dispersione: da metà novembre: 2 ore alla settimana per 25 settimane circa
Torna all'indice




Titolo Progetto BIBLIOTECA SCOLASTICA
Referente Inglese Rita
Destinatari 1500 Alunni e 200 docenti
Finalità Creare una biblioteca scolastica intesa non solo come contenitore di materiale cartaceo finalizzato alla promozione della lettura, ma come spazio aperto alla progettualità dei singoli docenti, laboratorio di idee, ambiente innovativo di apprendimento e luogo di benessere per gli studenti.
Metodologie utilizzate La prima fase di lavoro, volta a creare lo spazio biblioteca e a selezionare il materiale cartaceo da inserire nel catalogo digitale, sarà gestito dal gruppo di lavoro indicato nella sezione 3. Successivamente verranno coinvolti gli studenti (intere classi o gruppi di alunni)per l'inserimento dei titoli nel catalogo digitale e per la locazione dei libri nelle apposite scaffalature, suddividendo il materiale per fasce d'età. In questo modo gli studenti potranno essere autonomi nella gestione della consultazione e del prestito e potranno trasmettere le competenze acquisite anche ad altri utenti, sia interni che esterni all'istituzione scolastica. Una volta completate le due fasi precedenti, i docenti promuoveranno attività di lettura individuale e di gruppo su supporto cartaceo o mediante prestito digitale (MLOL), attività di scrittura creativa individuale e di gruppo, utilizzando metodologie quali brain storming e coperative learning. Anche gli studenti stessi potranno proporre iniziative culturali (incontri con autori o con esperti esterni) o di promozione della lettura al fine di coinvolgere un numero sempre maggiore di utenti.
Descrizione delle attività Il progetto, nel corso di questo anno scolastico, si propone di raggiungere gli obiettivi misurabili soprindicati. Una volta completato l'allestimento dello spazio e la catalogazione delle risorse librarie disponibili, ogni docente potrà accedere alla biblioteca scolastica con i propri studenti e farsi promotore di attività didattiche o di iniziative di varia natura, nell'ottica di un apprendimento permanente capace di coinvolgere anche le famiglie, di accrescere le risorse disponibili, di trasformare un semplice spazio in un laboratorio di idee, di creatività, di confronto e scambio.
Tempi Novembre 2016-maggio 2017
Torna all'indice




Titolo Progetto BRITISH IN A WEEK
Referente Inglese Bruna
Destinatari Alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado. Alunni classi quinte della scuola primaria. Totale alunni stimato: 40.
Finalità Fare un'esperienza di full immersion nell'ambiente culturale britannico, sperimentando in prima persona gli usi e costumi locali. Migliorare le capacità comunicative in lingua inglese in situazioni reali oltre che in un contesto scolastico. Visitare luoghi di elevato interesse culturale e artistico. Acquisire maggiore autonomia.
Metodologie utilizzate Circa 15 ore di lezione con insegnanti madrelingua esperti nell’insegnamento dell’inglese come L2 basato sul metodo comunicativo. Svolgimento di attività laboratoriali con i docenti accompagnatori e di visite a luoghi di elevato interesse storico e culturale con guide madrelingua ove previsto.
Descrizione delle attività Viaggio-studio di 6 giorni e 5 notti in Gran Bretagna con soggiorno presso famiglie ospitanti selezionate in una località del sud dell'Inghilterra (Winchester o Romsey). Il viaggio comprende: un corso di approfondimento della lingua inglese a livello lessicale e funzionale-comunicativo tenuto da esperti docenti maderlingua; visite guidate a luoghi di interesse storico e culturale della zona di residenza; gita di un giorno alla città di Londra, dove si potranno ammirare vari luoghi di notevole interesse artistico e culturale; visita di mezza giornata ad una famosa città universitaria (Cambridge oppure Oxford). Il viaggio comprende volo di linea A/R e trasferte in pullman.
Tempi 6 giorni e 5 notti, da giovedì a martedì incluso, da effettuarsi nel secondo quadrimestre (tra febbraio e aprile 2017)
Torna all'indice




Titolo Progetto CARI AMICI VI SCRIVO
Referente FOGGIANO SALVATORE
Destinatari Alunni classi IV Scuola Primaria Istituto Comprensivo Via Dante Voghera plessi Via Dante Provenzal, San Vittore e classi IV dell'Istituto Comprensivo Marcantonio Colonna, plesso Pertini di Marino Laziale (Roma)
Finalità Favorire la valorizzazione della diversità culturale, geografica e storica della dimensione nazionale; nonchè la valorizzazione del lessico locale. Agevolare il passaggio di informazioni attraverso lo scambio costruttivo di esperienze; sicura competenza digitale nel rappresentare su ausilii tecnologici le proprie conoscenze.
Metodologie utilizzate Lezioni in classe, esercizi su cartine mute, uscite sul territorio, visite, attività di tipo esperienziale in classe e non, produzione guidata con lezione preparatoria alla visione di filmati con successiva scheda di verifica.
Descrizione delle attività Il progetto è pensato per gli alunni delle classi IV Scuola Primaria dell'Istituto Comprensivo di Via Dante Voghera plessi Via Dante Provenzal e San Vittore e gli alunni delle IV Scuola Primaria dell'Istituto Comprensivo Marino Centro plesso Pertini i quali, attraverso uno scambio di mail,foto, video e telefonate via Skype si raccontano il proprio territorio dopo averlo studiato, in modo da arrivare a conoscere realtà territoriali diverse dalla propria e consolidare e ampliare le conoscenze sulla città nella quale vivono. Si prevedono anche uscite sul territorio di Voghera nel numero di 2 - 3, in collaborazione con Comune ed enti locali. Si prevede di pubblicare sul sito della scuola, Twitter, Semel quanto prodotto. Le attività saranno sviluppate bimestralmente. Gli alunni dell'IC via Dante sono circa 116 + 24 alunni circa della scuola Maino Centro - plesso Pertini, per un totale complessivo di 140 alunni.
Tempi Novembre - Maggio
Torna all'indice




Titolo Progetto CERTIFICAZIONE DELF
Referente Besostri Elena
Destinatari Gli alunni delle classi 3E e 3F/C tot n.44
Finalità Il progetto offre la possibilità agli alunni di classe 3a di verificare le competenze maturate nella seconda lingua straniera durante la scuola secondaria di primo grado.
Metodologie utilizzate L’ insegnante proporrà delle attività propedeutiche al superamento dell'esame durante alcuni incontri pomeridiani per presentare, rivedere e consolidare gli argomenti oggetto delle prove. Le lezioni DELF A2 prevedono: • Presentazione della struttura dell’esame, dei tipi di prove, dei tempi a disposizione e della valutazione per ciascuna prova. • Esercizi propedeutici al superamento delle singole prove d’esame • Consolidamento della comprensione orale, comprensione scritta, produzione scritta e orale; • Presentazione in fase finale di due prove simulate di un esame DELF A2. L'esame prevede le seguenti prove: Compréhension de l’oral – risposta a questionari di comprensione riferiti a tre o quattro brevi documenti registrati, riguardanti situazioni di vita quotidiana. Compréhension des écrits - risposta a questionari di comprensione riferiti a tre o quattro brevi documenti scritti, riguardanti situazioni di vita quotidiana. Production écrite – redazione di due brevi produzioni scritte (lettera personale o messaggio) Durata della prova collettiva: 1 ora e 40 minuti Production orale – la prova è composta da tre parti: 1. colloquio guidato 2. monologo 3. esercizio in interazione Durata della prova: 6/8 minuti più 10 minuti di preparazione.
Descrizione delle attività Le lezioni hanno lo scopo di fornire agli alunni gli strumenti necessari al conseguimento della certificazione DELF A2. Le fasi del progetto verranno illustrate attraverso il sito della scuola, la sezione NEWS, l'area lingue e twitter. Il progetto prevede la collaborazione con l'INSTITUT FRANCAIS DI MILANO.
Tempi La preparazione all'esame richiede la frequenza di lezioni pomeridiane che saranno organizzate durante il secondo quadrimestre con cadenza quindicinale e della durata di 1h30. Lezioni previste n. 6 tot ore 9 Le prove d'esame si svolgeranno presso la sede DELF per la provincia di Pavia. Verrà richiesta come sede d'esame: IC Via Dante Voghera Esame DELF A2: 5 maggio 2017
Torna all'indice




Titolo Progetto CERTIFICAZIONE TRINITY
Referente Berghella Flavio
Destinatari Alunni di tutte le classi seconde e terze dell'Istituto, stimabile tra i 40 e i 50 alunni, basandomi sul pregresse
Finalità Ottenere la certificazione relativa al grade 3 (classi seconde) e grade 4 (classi terze) da parte dell'ente britanni Trinity College, convenzionato con il MIUR e riconosciuto internazionalmente.
Metodologie utilizzate L'esame viene preparato attraverso una serie di lezioni (5/6) tenute da un insegnante di madre lingua.
Descrizione delle attività Grade 3: esame orale di minuti 7 (solo orale), basato su un dialogo relativo alla vita del candidato (descrizione di sé stessi, di un amico, della propria famiglia, del tempo libero, dare indicazioni su un percorso, parlare dei propri gusti in fatto di attività ricreative) Grade 4: esame orale di 10 minuti, suddivisi in due tempi di 5 minuti ciascuno, il primo basato su un Topi, o argomento a propria scelta, inerente agli interessi di vita del candidato, l'altro, sempre di 5 minuti, su due tematiche scelte dall'esaminatore, definite "subject areas", che coinvolgono aspetti inerenti alla quotidianità o al mondo attuale.
Tempi Il progetto ha la durata di un anno e si conclude con l'esame finale, in genere nella seconda metà di maggio.
Torna all'indice




Titolo Progetto CINEFORUM
Referente Pensa Patrizia
Destinatari Alunni classe III A: la maggioranza degli alunni in quanto l'adesione è facoltativa.Il numero esatto verrà comunicato dopo aver ricevuto l'adesione formale.
Finalità 1)Comprendere che il cinema non è solo intrattenimento, ma anche ricerca di nuovi linguaggi espressivi, strumento di riflessione e per emozionarsi,fonte storica, sia come documento o ricostruzione del passato sia come "specchio" delle interpretazioni e delle ideologie degli autori. 2)Ascolto finalizzato all'esecuzione di istruzioni, alla ricezione di un messaggio da parte di qualsiasi emittente, all'acquisizione di informazioni, alla selezione delle informazioni, al ricordo delle sequenze. 3)Ascolto critico, finalizzato a migliorare la capacità di rielaborazione personale e la capacità di collegare le conoscenze. 4)Produzione scritta di alcune schede dei film proiettati 5) Produzione scritta/orale di commenti e riflessioni personali.
Metodologie utilizzate Proiezione di film di generi differenti Conversazioni, commenti, riflessioni
Descrizione delle attività Saranno proiettati i seguenti film: 1)"La grande guerra" di M. Monicelli 2)"Joyeux Noel" di C. Carion 3)"Il vento che accarezza l'erba" di K. Loach 4)"Le 13 rose" di E.M.Lazaro 5)"Train de vie" di R. Mihaileanu 6)"Pearl Harbor" di M. Bay 7)"La Rosa Bianca" di M. Rothemund 8)"Miracolo a Sant'Anna" di Spike Lee 9)"Arrivederci,ragazzi" di L.Malle 10)"Salvate il soldato Ryan" di S. Spielberg 11)"Schindler's list" di S. Spielberg 12)"La sottile linea rossa" di T. Malick 13)"Operazione Valchiria" di B. Singer 14)"The imitation game" di M. Tyldun 15)"Full metal Jachet" di S.Kubrick 16)"Good morning, Vietnam" di B. Levinson 17)"JFK" di O. Stone 18)"Gandhi" di R. Attenborough 19)"Invictus" di C. Eastwood 20)"World Trade Center" di O.Stone
Tempi Da Novembre ad Aprile, il lunedì pomeriggio dalle 14:00 fino al termine della proiezione
Torna all'indice




Titolo Progetto CLIL: SPEAKING OF MATHS
Referente Di perna Carmen
Destinatari Gli alunni della classe IV sez.D plesso Dante (n.20)
Finalità Migliorare l'efficacia dell'apprendimento della lingua straniera,creando maggiori opportunità di comunicazioni rispetto alle normali lezioni di lingua,favorendone un uso spontaneo; favorire una conoscenza integrata del saper permettendo di affrontare la disciplina da prospettive diverse rispetto ai normali percorso disciplinari . favorire lo sviluppo dei processi cognitivi e metacognitivi.
Metodologie utilizzate un percorso di apprendimento flessibile,approccio naturale,apprendimento cooperativo.
Descrizione delle attività Il percorso CLIL è una modalità d'apprendimento integrato in cui si perseguono obiettivi cognitivi attraverso una disciplina insegnata in inglese.Questo approccio può avere una ricaduta positiva su tutto il processo di apprendimento dato che la L2 non si pone solo sul piano strumentale ma anche su quello cognitivo e formativo. Il progetto prevede la possibilità di "fare matematica in inglese" perseguendo obiettivi primari di contenuto relativi ai Numeri,Spazio e Figure,Relazioni,Dati e Previsioni . Il percorso è strutturato in tappe tematiche ripartite in cinque fasi: warm up linguistico; presentazione del contenuto; interiorizzazione e potenziamento degli obiettivi di contenuto e di lingua; riutilizzazione e personalizzazione dei contenuti;verifica e valutazione. Verranno utilizzati i canali di comunicazione disponibili (sito della scuola,stampa ) per dare visibilità al progetto.
Tempi Da gennaio a maggio 2017
Torna all'indice




Titolo Progetto CODING FOR KIDS
Referente Cavagna Giulia
Destinatari Alunni dell'Indirizzo informatico scuola secondaria, classi 3,4,5 scuola primaria eventuali altre classi aderenti al progetto 434 primaria 145 secondaria
Finalità Introdurre il pensiero computazionale a scuola, partecipare dal 15 al 23 ottobre 2016 alla settimana europea della programmazione, Europe Code Week. Partecipare all'ora del codice dal 5 all'11 dicembre
Metodologie utilizzate lezioni unplugged, lezioni al pc, esperienze di programmazione che consentiranno anche ai piu' piccoli di divertirsi in modo costruttivo vedendo le proprie idee prendere forma. Conseguimento certificazione
Descrizione delle attività Le classi 3 primaria svolgeranno solo attività unplugged, eventualmente con supporto di una lim, le classi 4 e 5 sperimenteranno con il pc programmi quali kturtle e scratch le classi della secondaria approfondiranno kturtle, skratch Tutte le classi parteciperanno all'ora del codice nella settinana dal 5 all 10 dicembre e l'evento del 10 dicembre sarà aperto anche alle famiglie
Tempi tutto l'anno scolastico alla primaria ogni 15 gg 1 lezione alla secondaria durante le ore di laboratorio Settimana Europea del Codice, che si svolgerà dal 15 al 23 ottobre 2016. l’Ora del Codice nella settimana dal 5 all'11 dicembre 2016 10 dicembre scuola aperta al coding
Torna all'indice




Titolo Progetto CON LA TESTA TRA LE MUSICHE...
Referente Manfredi Carla
Destinatari Alunni Scuola Infanzia "Dante",alunni Scuola Primaria "Dante", alunni scuola Secondaria di Primo Grado (circa 1894 alunni)
Finalità Migliorare attraverso la musica, la danza e il canto le relazioni interpersonali degli alunni Promuovere l'nclusione sociale attraverso il linguaggio della musica Favorire attraverso la musica conoscenza e comunicazione annullando le barriere del linguaggio verbale Abituare le nuove generazioni agli scambi, ai conflitti,agli incontri, alle diversità Saper confrontare generi musicali diversi Maggior partecipazione degli alunni stranieri alla vita della scuola VIvere la musica nell'ottica di universalità e interculturalità
Metodologie utilizzate Riconoscimento di strumenti e musiche del Mondo,ascolto e interpretazione con il corpo e i movimenti le musiche in modo libero e creativo,esecuzione di canti singoli e di gruppo di brani musicali noti Rilevazioni delle competenze raggiunte dagli alunni, questionari di gradimento del percorso rivolto ad alunni e famiglie
Descrizione delle attività Il percorso musicale viene realizzato con gli alunni dei tre ordini di scuola ed è pensato come un momento di festa a conclusione dell'anno scolastico. L'approccio ludico è voluto per accrescere, anche con il linguaggio della musica, della danza e del canto, l'integrazione degli alunni di altre culture. E' prevista la presenza di persone volontarie esterne alla scuola (esperta teatrale, esperto musicale) L'evento sarà comunicato all'esterno attraverso il sito della scuola, la newsletter,giornalino della scuola ,twitter e articoli di stampa
Tempi Giornata conclusiva dell'anno scolastico
Torna all'indice




Titolo Progetto COOP - ESSELUNGA
Referente Freggiaro Daniela
Destinatari Tutti gli alunni dell'I.C. Via Dante.N°1563
Finalità Partecipare alle iniziative promosse dai centri di distribuzione del territorio. Ottenere materiale didattico.
Metodologie utilizzate Nessuna
Descrizione delle attività Il progetto prevede la partecipazione ad iniziative di promozione di centri di distribuzione della zona. L'iscrizione a tali proposte viene effettuata sui canali deputati con accessi riservati da parte della segreteria. Le raccolte punti avvengono tramite le modalità previste dagli enti promotori così come le tempistiche seguono gli scadenziari pubblicati. Le iniziative sono stete promosse sul sito della scuola e apposite informative sono state distribuite e tutti gli alunni dell'I.C. La pubblicizzazione dei premi vinti verrà data tramite sito, twitter e la newsletter. Verrà altresì pubblicato un ringraziamento alle famiglie per la partecipazione.Sono coinvolti nel progetto due enti territoriali e tutti gli alunni dell'I.C.
Tempi Settembre - febbraio
Torna all'indice




Titolo Progetto CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE DELE
Referente Bellettato Silvia
Destinatari Gli alunni delle classi 2^A, B, C/F, D, G ed H per il livello A1 escolar. Gli alunni delle classi 3^A, B, C/F, G ed H per il livello A2/B1
Finalità Offrire agli alunni che si presenteranno all'esame l'opportunità di lezioni mirate e strettamente finalizzate al potenziamento di quegli aspetti della lingua spagnola valutati nel corso dell'esame per la certificazione DELE, quali: comprensione e produzione orale e scritta, conoscenza delle strutture linguistiche, a livello sintattico, lessicale e grammaticale). Inoltre gli alunni acquisiranno dimestichezza con i tempi e le modalità dell'esame stesso, attraverso vere e proprie simulazioni.
Metodologie utilizzate L'approccio sarà di tipo funzionale e comunicativo, volto all'apprendimento della lingua come interazione con gli altri in contesti realistici e specifici.
Descrizione delle attività Le lezioni saranno frontali e prevederanno la simulazione di dialoghi, conversazioni in lingua, esercitazioni di approfondimento lessicale e grammaticale ed esercitazioni di comprensione scritta ed orale. Si prevede, inoltre, una simulazione dell'esame, seguendo lo schema peculiare della certificazione DELR, che prevede le seguenti prove: - Comprensione scritta - Comprensione orale - Produzione scritta - Produzione orale - Interazione orale Gli alunni che aderiranno al progetto di preparazione alla certificazione ed in concomitanza a quello di lettorato, verseranno un contributo simbolico aggiuntivo, da stabilirsi in seguito ed in base alla numerosità delle adesioni. Sarà comunque possibile per gli alunni aderire in un secondo momento a tale progetto, versando un contributo simbolico maggiorato, da stabilirsi in seguito ed in base al numero delle adesioni. Si prevede questa distinzione per diversificare i costi che le famiglie dovranno sostenere in base al tipo di progetto o progetti cui gli alunni aderiscono.IL progetto verrà presentato non solo dalle docenti curricolari di lingua spagnola nelle rispettive classi, ma anche attraverso i seguenti canali di comunicazione: sito della scuola, news, newsletter e twitter. La preparazione del livello A2/B1 sarà realizzata dalla lettrice madrelingua.
Tempi La preparazione all'esame richiede la frequenza a lezioni che saranno organizzate nel corso del 2^ quadrimestre, secondo la seguente modalità: Livello A1 escolar: 4 incontri di 1 h e mezza e 1 incontro di 2 h, con cadenza settimanale ed in orario pomeridiano extracurricolare, per 5 settimane per un totale di 8h Livello A2/B1: 5 incontri di 2 h, per un totale di 10 h, in orario extracurricolare pomeridiano per 5 settimane
Torna all'indice




Titolo Progetto CURRICOLO DI INFORMATICA
Referente Cavagna Giulia
Destinatari tutti i docenti di lettere, matematica e tecnologia dell'indirizzo informatico (sez. I,C,B) 8 tutti gli alunni dell'indirizzo informatico Scuola secondaria di I grado 145
Finalità Stendere un curricolo comune per le diverse classi dell'indirizzo informatico di scuola secondaria di I grado
Metodologie utilizzate lezioni in laboratorio/ unplugged
Descrizione delle attività Il gruppo di lavoro si organizzerà in incontri in presenza a cadenza trimestrale e lavorerà a distanza in cartella condivisa, inserendo man mano i materiali predisposti che saranno sperimentati in classe . Negli incontri in presenza i docenti si confronteranno sul lavoro svolto e concorderanno quello successivo.
Tempi Tutto l'anno scolastico
Torna all'indice




Titolo Progetto EDUCAZIONE ALIMENTARE E MENSA SCOLASTICA
Referente Guerra Graziella
Destinatari Numero alunni che usufruiscono del servizio mensa:oltre i 500 alunni .
Finalità Educare all'igiene personale come prevenzione delle malattie,promuovere il mantenimento di comportamenti corretti a tavola,educare alla raccolta differenziata,interagire usando le buone maniere,sviluppare le abilità sociali di autocontrollo
Metodologie utilizzate Nel tempo della mensa i bambini e i ragazzi vengono educati all'acquisizione di buone pratiche igieniche,alimentari,relazionali.
Descrizione delle attività Consumazione del pranzo e momento di svago dopo il pranzo nei locali dell'IC o nel cortile con attenzione agli obiettivi prefissati
Tempi Anno scolastico 2016/2017
Torna all'indice




Titolo Progetto EDUCAZIONE STRADALE
Referente Freggiaro Daniela
Destinatari Alunni classi 3°-4°-5° San Vittore Alunni classi 4°A e 4°B Provenzal Alunni totali 104
Finalità Sensibilizzare gli alunni al tema dell'educazione stradale. Sviluppare competenze inerenti alla convivenza civile. Avvicinare gli alunni a enti e servizi del territorio.
Metodologie utilizzate Incontri con esperti. Attività laboratoriali. Lavoro a piccolo gruppo.
Descrizione delle attività Il progetto prevede lo svolgimento di incontri formativi con esperti. L'ente con cui si andrà a collaborare è il Comando dei Vigili Urbani. Al progetto verrà data visibilità tramite il sito della scuola,twitter e newsletter. Il numero di alunni partecipanti al progetto è pari a 100. Si prevede l'organizzazione di un' uscita sul territorio per tutte le classi di cui verrà data debita comunicazione.
Tempi Anno Scolastico 2016/17
Torna all'indice




Titolo Progetto GIROTONDO INTORNO ALLA NATURA
Referente Iannace Margherita
Destinatari Tutti i bambini di 3-4-5 anni delle scuole d'Infanzia dell'IC via Dante di Voghera (N°344) e rispettive famiglie.
Finalità Il progetto coinvolgerà tutti i plessi di scuola d'Infanzia,vuole condurre i bambini a: -Condividere momenti di festa a scuola in un clima gioioso. -Collaborare con i compagni per un fine comune. -Esprimere sentimenti ed emozioni attraverso canti corali,semplici coreografie di danze, recita di filastrocche e poesie - Partecipazione a giochi ed esperienze sensoriali nella natura prevedendo anche il coinvolgimento delle famiglie. -Saluto dei remigini che si avviano alla scuola Primaria e consegna dei diplomi.
Metodologie utilizzate Noi docenti guideremo i bambini ad esprimersi attraverso: canti corali e recite di filastrocche, semplici coreografie di danze. Saranno eseguiti giochi senso-percettivi nei giardini delle scuole e giochi ritmici. Verranno allestite mostre grafico-pittoriche con gli elaborati dei bambini.
Descrizione delle attività Ciascun plesso, nell'ambito del progetto annuale: "A spasso fra...natura, emozioni, fantasia , allegria ", decide di realizzare lo spettacolo di fine anno scolastico secondo le necessità e i bisogni dei bambini, nel rispetto delle modalità descritte. Gli eventi saranno condivisi con la comunità scolastica e con le famiglie attraverso il sito della scuola, twitter, newsletter, giornalino one -line, articoli di stampa locale. Alle famiglie sarà inviato un questionario di gradimento finale, mentre i bambini si esprimeranno attraverso elaborati grafico-pittorici ed interviste finali.
Tempi Ultima settimana di maggio, prima settimana di giugno.
Torna all'indice




Titolo Progetto IC DANTE IN MOVIMENTO
Referente Agosta Mariangela
Destinatari alunni IC Dante scuola d'infanzia: n. alunni 341 scuola primaria Dante: n. alunni 418 scuola primaria Provenzal: n. alunni 170 scuola primaria S. Vittore: n. alunni 125 totale scuola primaria: n. alunni 713 scuola secondaria di primo grado: n.80 alunni per l'azione C.S.S. n. 30 alunni per l'azione Tiro con l'arco
Finalità IC DANTE IN MOVIMENTO: MACRO FINALITà: Promozione del benessere dei bambini e dei ragazzi favorendo l'acquisizione dell' autonomia e della consapevolezza del proprio io. ATTIVITA' 1) IL CORPO ESPLORA LO SPAZIO rivolto agli alunni delle scuole d'infanzia dell'Istituto - conoscere il proprio corpo; - sviluppare la sfera psico affettiva; - muoversi nello spazio seguendo precise indicazioni; - affinare la percezione di sè e degli altri; - orientarsi nello spazio con sicurezza AZIONE 2) SPORT A SCUOLA rivolto agli alunni della scuola primaria (loro sedi) - apprendimento e perfezionamento delle abilità motorie; - capacità di utilizzare molte informazioni di tipo cognitivo e percettivo - sensoriali utili sia a comprendere le caratteristiche delle azioni che si devono compiere, sia per approfondire l'elaborazione e attivare processi di anticipazione; - operare sempre con maggior rigore e precisione; - muoversi in autonomia utilizzando comportamenti caratterizzati da anticipazione ed iniziativa. AZIONE 3) A SCUOLA DI SPORT LOMBARDIA IN GIOCO II^ EDIZIONE - progetto Coni rivolto agli alunni della scuola primaria. Gli esperti laureati in scienze motorie affiancheranno per un'ora la settimana il docente di classe nell'ora di motoria. - apprendimento e perfezionamento delle abilità motorie; - il gioco di squadra; - i rispetto delle regole. AZIONE 4) C.S.S. - apprendimento del valore del proprio corpo; -avvicinare i ragazzi all'attività motoria e sportiva; -favorire l'aggregazione tra pari; -favorire l'adozione di regole condivise; -migliorare le conoscenze e le competenze degli sport dei Giochi Sportivi Studenteschi(G.S.S.). AZIONE 5) TIRO CON L'ARCO rivolto agli alunni della scuola secondaria Organizzare per gli alunni attività educative e didattiche unitarie, che abbiano lo scopo di aiutarli a trasformare le competenze personali acquisite durante le ore curricolari, nella pratica sportiva del tiro con l'arco. AZIONE 6) TAKEWONDO rivolto agli alunni della scuola primaria su adesione. - avvicinare gli alunni alla disciplina marziale (disciplina olimpica)in forma ludica; - sviluppare gli schemi motori di base; - utilizzare attrezzature specifiche (birilli, conetti, cerchi, ...); -rispettare il compagno.
Metodologie utilizzate - gruppi per età - lezioni frontali -Problem solving -lavori di gruppo -apprendimento cooperativo -metodo globale e analitico-globale
Descrizione delle attività azione 1) i bambini della scuola d'infanzia saranno divisi per gruppi di età; azione 2) l'attività sarà suddivisa in due parti:costruzione del gruppo - gioco; abilità motorie di base, a coppie, in gruppo; le regole del gioco; l'interazione tra i pari e l'adulto. nella seconda parte il gioco di squadra. azione 3) si continuerà il percorso dell'azione 2) nell'ottica della continuità del processo educativo; azione 4 e 5) gruppi e interventi individuali azione 6) approccio della disciplina con lavoro in piccoli gruppi - 4 gruppi di lavoro - due pomeriggi alla settimana - 4 ore in orario extracurriculare - ore aggiuntive per incontri sportivi e tornei I partecipanti verranno suddivisi per fasce d'età e per sport prescelto. Le attività sportive saranno determinate in base al programma tecnico inviato dall'U.S.T. per l'azione 5) a novembre il lunedì pomeriggio dalle ore 15,00 alle ore 17.00; per l'azione 6) da gennaio a seconda della disponibilità degli esperti
Tempi per l'azione 1) inizio a gennaio 2017; per l'azione 2) inizio a novembre 2016; per l'azione 3) dicembre per l'azione 4) secondo quadrimestre 4 ore settimanali in orario extracurricolare - 4 gruppi di lavoro - due pomeriggi alla settimana - 4 ore in orario extracurriculare - ore aggiuntive per incontri sportivi e tornei I partecipanti verranno suddivisi per fasce d'età e per sport prescelto. Le attività sportive saranno determinate in base al programma tecnico inviato dall'U.S.T. per l'azione 5) a novembre il lunedì pomeriggio dalle ore 15,00 alle ore 17.00; per l'azione 6) da gennaio a seconda della disponibilità degli esperti
Torna all'indice




Titolo Progetto IL CINEMA
Referente Pensa Patrizia
Destinatari Alunni classe III A (18 alunni frequentanti)
Finalità A)Avvicinare i ragazzi al cinema, dando loro gli strumenti necessari per: 1) conoscere la storia del cinema 2) comprendere che il cinema non è solo intrattenimento ma anche ricerca di nuovi linguaggi espressivi, strumento per pensare, per emozionarsi e fonte storica, sia come documento o ricostruzione del passato sia come "specchio" delle interpretazioni e delle ideologie degli autori. 3) comprendere come si realizza un film 4) conoscere e comprendere i linguaggi cinematografici 5) comprendere e analizzare un film. 6) conoscere la colonna sonora e il suo ruolo nel film 7) comprendere quali rapporti esistono tra musica e immagine nel cinema 8) conoscere le funzioni della musica nel linguaggio cinematografico B)Ascolto 1)ascolto finalizzato all'esecuzione di istruzioni, alla ricezione di un messaggio, all'acquisizione di informazioni, alla selezione delle informazioni. 2)ascolto consapevole allo scopo di agire secondo le intenzionicomunicative dell' emittente. C)Produzione 1)Produzione scritta delle schede tecniche dei film proiettati 3) Produzione scritta/orale di commenti/riflessioni personali 4) Rielaborazione ed esposizione scritta e orale dei contenuti 5) Riproduzione delle colonne sonore dei film proiettati
Metodologie utilizzate Lezione frontale sulla storia del cinema Visione di filmati d'epoca Visione di alcuni film di genere differente: analisi e commento Produzione scritta scheda tecnica dei film proiettati Esercitazioni e riproduzione delle colonne sonore dei film proiettati
Descrizione delle attività L'insegnante di Lettere tratterà i seguenti argomenti: ° la nascita della cinematografia e delle prime sale cinematografiche ° il cinema muto e in bianco e nero ° l'avvento del sonoro e del colore ° dalla produzione artigianale a quella industriale ° il cinema moderno/contemporaneo ° il cinema italiano ° i generi ° la relazione tra Letteratura e cinema ° i miti del cinema: passato e presente ° la realizzazione di un film:fasi e regole Inoltre proporrà la visione dei seguenti filmati d'epoca e film: "L'uscita dalle officine Lumiere" del 1895 e "L'arrivo del treno alla stazione di la Chotat" del 1896 dei fratelli Lumiere " Il viaggio sulla luna" di Melies del 1902; " L'ultimo dei Mohicani" di M.Mann per il genere "avventura", "Gli Intoccabili" di B.De Palma per il genere poliziesco, "Titanic" diJ. Cameron per il genere" film d'amore" e " La vita è bella" di R. Benigni per il genere drammatico. L'insegnante di Educazione Musicale prenderà in considerazione: ° la colonna sonora e le sue componenti ° il ruolo della musica nel film e i rapporti tra musica e immagine ° le funzioni della musica
Tempi Primo quadrimestre: da Ottobre a Dicembre, il sabato dalle 10:00 alle 12:00.
Torna all'indice




Titolo Progetto IL CORPO ESPLORA LO SPAZIO
Referente Montini Mirella
Destinatari TUTTI I BAMBINI DI 3,4 E 5 ANNI DELLE SCUOLE DELL'INFANZIA DELL'ISTITUTO COMPRENSIVO PLESSO INFANZIA GOBETTI N. 138 PLESSO INFANZIA DANTE N. 54 PLESSO INFANZIA VIA FURINI N. 68 PLESSO INFANZIA PROVENZAL N. 36 PLESSO INFANZIA VALLE N. 48
Finalità RICONOSCIMENTO DEL VALORE DELLA PSICOMOTRICITA'. SVILUPPO DELLA PSICO AFFETTIVITA'. LATERALIZZAZIONE E ORIENTAMENTO. AFFINAMENTO PERCETTIVO. MUOVERSI NELLO SPAZIO CON SICUREZZA.
Metodologie utilizzate ATTIVITA' SINGOLE E DI GRUPPO CON AUSILIO DELLA MUSICA E NON.
Descrizione delle attività L'ATTIVITA' SARA' SUDDIVISA PER GRUPPI. GIOCHI LIBERI E GUIDATI.
Tempi DA GENNAIO 2017 FINO A GIUGNO 2017
Torna all'indice




Titolo Progetto IN.VAL.S.I.
Referente Freggiaro Daniela
Destinatari Alunni classi 2° Scuola Primaria Alunni classi 5° Scuola Primaria Alunni classi 3° Scuola Secondaria di Primo Grado
Finalità Consentire il regolare svolgimento delle Prove Nazionali di Valutazione.
Metodologie utilizzate Iscrizione alle prove. Raccolta e invio delle variabili di contesto. Organizzazione delle giornate di somministrazione e di tabulazione. Condivisione delle modalità di svolgimento delle prove con le insegnanti.
Descrizione delle attività Le prove In.Val.si vengono effettuate nelle classi 2^e 5^ della Scuola Primaria e nelle classi 3^ della Scuola Secondaria di Primo Grado. Le procedure sono fornite dal Sistema Nazionale di Valutazione. Lo scadenziario presenta le diverse fasi di attuazione del progetto(dalla raccolta e dall'inserimento delle variabili di contesto al controllo dei fascicoli in arrivo secondo manuale di controllo alle disposizioni per i giorni delle prove alle disposizioni per gli alunni BES,DSA, con segnalazione). Gli insegnanti impegnati nelle somministrazioni verranno nominati tra i presenti in orario nell'Istituto. Dello svolgimento delle prove verrà data comunicazione sul sito della scuola. Sono coinvolti circa 600 alunni.
Tempi Anno Scolastico 2016/17
Torna all'indice




Titolo Progetto INDAGINE CONOSCITIVA AIDM SULLA DIPENDENZA DALLE NUOVE TECNOLOGIE
Referente Freggiaro Daniela
Destinatari Alunni delle classi 4°a-4°b Provenzal Alunni delle classi 5°a-5°b Provenzal Totale alunni 76
Finalità Lo studio si propone di rilevare la diffusione delle nuove tecnologie nella popolazione giovanile, le opportunità di accesso a Internet, le modalità di utilizzo dei dispositivi ed eventuali comportamenti patologici associati a dipendenza dalle nuove tecnologie.
Metodologie utilizzate Somministrazione dei materiali elaborati dal comitato scientifico.
Descrizione delle attività Adesione al progetto tramite mail. Raccolta e archiviazione dei consensi informati. Tutti i genitori e gli studenti che avranno compilato il consenso scritto informato saranno sottoposti a questionari specifici ideati dal comitato scientifico.
Tempi Anno Scolastico 2016-2017
Torna all'indice




Titolo Progetto LA FABBRICA DEGLI STRUMENTI A FIATO
Referente Cattaneo Davide
Destinatari alunni del corso di clarinetto. L' invito è esteso anche a tutto l' indirizzo musicale.
Finalità Conoscere il processo di produzione industriale ed artigianale del clarinetto
Metodologie utilizzate Visita d' istruzione presso la fabbrica "F.lli Patricola" di Castelnuovo Scrivia , Via E. Beltrami 9/c 15053 (AL)
Descrizione delle attività Partenza in pullman dall' istituto scolastico con destinazione Castelnuovo Scrivia. Visita guidata all' interno della fabbrica di strumenti a fiato "Patricola" (clarinetti ed oboi). http://www.patricola.it/ In alternativa : L.A: Ripamonti di Paderno Dugnano (MI)
Tempi 5 ore inclusi gli spostamenti. Data da concordare successivamente E compatibilmente con la disponibilità della ditta ospitante.
Torna all'indice




Titolo Progetto LA LEGALITà A SCUOLA
Referente Guerra Graziella
Destinatari Classi quinte primaria n 157 alunni Classi prime e seconde scuola secondaria n 226 alunni Classi terze scuola secondaria n 160 alunni
Finalità Sviluppare senso civico,far conoscere la Costituzione,diffondere la cultura della legalità fiscale,dare indicazioni e suggerimenti per evitare di cadere nell'illegalità,promuovere i valori della Carta Costituzionale,conoscere e confrontarsi con un'associazione del territorio(AIGA di Voghera),sensibilizzare i contribuenti di domani sull'importanza di un comportamento fiscalmente corretto.
Metodologie utilizzate Interventi in classe di Agenti di Polizia Locale e Psicologi,interventi in classe di avvocati dell'Associazione,visite guidate agli uffici agenzia delle Entrate,uso di sussidi multimediali,conversazioni guidate
Descrizione delle attività Ipotizzabili tre incontri di un'ora ciascuno nelle classi prime e seconde della secondaria per Vigili e Psicologa;tre incontri di un'ora ciascuno per ogni classe terza della secondaria per gli avvocati;incontri mirati, visite guidate e percorsi formativi per alcune classi della scuola primaria e secondaria per il Fisco&scuola
Tempi Fine primo quadrimestre-secondo quadrimestre.
Torna all'indice




Titolo Progetto LA SCUOLA INCLUSIVA
Referente Gugliada Daniela
Destinatari Docenti di sostegno dei tre ordini di scuola e rispettivi alunni disabili. Tot. docenti 28 Tot. alunni 73
Finalità * Favorire la collaborazione tra docenti, famiglie, esperti di riferimento per la condivisione di un progetto formativo. * Approfondire la conoscenza degli alunni assegnati.
Metodologie utilizzate Colloqui periodici con gli esperti di riferimento (psicologi, neuropsichiatri, logopedisti, psicomotricisti, ortottisti, educatori, assistenti sociali...)
Descrizione delle attività Previo appuntamento si svolgeranno colloqui con l'equipe di riferimento degli alunni disabili, durante i quali le diverse figure professionali apportano il loro contributo per favorire il successo formativo dello studente.
Tempi Tutto l'anno scolastico 2016-2017
Torna all'indice




Titolo Progetto LABORATORIO MUSICALE
Referente Buccino Antonio
Destinatari Tutte le classi della Scuola Primaria dell'I.C. "Via Dante", con particolare attenzione alle classi terze, quarte e quinte (ai sensi del D.M. n°8 del 2011). Tutti gli alunni del Corso ad Indirizzo Musicale della Scuola Secondaria di Primo Grado Nello specifico saranno coinvolte 25 classi tra Scuola Primaria e Scuola Secondaria, per un totale di 500 alunni circa.
Finalità Introdurre il concetto di Sensorialità, Vocalità e Strumentalità negli alunni, consolidando nel tempo l'approccio alla tecnica vocale e strumentale del flauto Dolce e dello Strumentario Orff. Decodificare una partitura musicale integrando la pratica con nozioni di teoria.
Metodologie utilizzate Sarà utilizzato un metodo didattico basato sulla stimolazione e sulla partecipazione attiva dell'utenza. Le attività saranno proposte in forma di gioco e saranno calibrate di volta in volta a seconda delle possibilità e degli interessi dei bambini affinchè possano integrarsi ed apprendere in modo semplice e spontaneo.
Descrizione delle attività Acquisire nuovi elementi della teoria musicale. Conoscere e sviluppare le proprie capacità sensoriali, vocali e strumentali. Conoscere la tecnica di base dei vari strumenti usati. Acquisire un primo livello di conoscenza dei segni grafici utilizzati nella moderna notazione musicale. Analisi della unione musica-testo. Decodificare una semplice partitura musicale in relazione all'attività svolta.
Tempi I laboratori hanno la durata di 15 incontri con cadenza settimanale. E' facoltà della classe che aderisce scegliere se effettuare il percorso annuale (30 incontri in due quadrimestri) o 15 incontri (un solo quadrimestre a scelta). Chiaramente il costo per alunno viene raddoppiato in caso di percorso annuale. Il laboratorio si intende per singola classe.
Torna all'indice




Titolo Progetto LABORATORIO MUSICALE PER LA SCUOLA DELL'INFANZIA
Referente Buccino Antonio
Destinatari Tutti i bambini di 5 anni delle Scuole dell'Infanzia dell'I.C. "Via Dante", presumibilmente 5 sezioni per un totale di 125 alunni.
Finalità Il progetto si propone di sviluppare la sensibilità musicale dei bambini attraverso attività di percezione e produzione utilizzando voce, corpo e strumenti.Inoltre, si favorirà l'esplorazione tra i primi alfabeti musicali utilizzando i simboli di una notazione informale per codificare i suoni percepiti e riprodurli.
Metodologie utilizzate Il progetto prevede un percorso di esperienze sia sensoriali sia ritmico-motorie sia di manipolazine vera e propria, abbinate all'ascolto di brani o musiche che suscitino interesse nei bambini e che favoriscano il loro coinvolgimento nelle varie proposte operative.
Descrizione delle attività Il percorso musicale previsto vuole essere un avvio alla comprensione dei concetti di base della musica dove l'apprendimento avviene attraverso l'esperienza concreta e l'imitazione dell'adulto, dove si sviluppa la capacità dell'orecchio di percepire con precisione gli intervalli e la coordinazione orecchio-voce, cioè quella che permette di riprodurre esattamente una canzone. Al termine del laboratorio è previsto un piccolo spettacolo musicale come l'esecuzione corale di alcune canzoni con l'accompagnamento di basi e l'ausilio di piccoli strumenti, non ultimi quelli prodotti dai bambini stessi, o la rappresentazione di un fiaba musicale. Il livello di gradimento degli alunni e dei genitori verrà misurato attraverso la somministrazione di questionari.
Tempi Il laboratorio musicale ha la durata di 15 incontri con cadenza settimanale, con i costi del laboratorio a carico delle famiglie.
Torna all'indice




Titolo Progetto LE AULE DELLA MEMORIA
Referente Inglese Rita
Destinatari 400 alunni e 20 docenti
Finalità -Salvaguardare e valorizzare il patrimonio documentario della scuola; -rendere fruibile materiale di consultazione e ricerca.
Metodologie utilizzate -Fotografia e caricamento immagini e dati sull'interfaccia web presente sul sito d'istituto; -cooperative learning; -azione di tutoraggio da parte degli alunni già coinvolti nel progetto lo scorso anno scolastico, anche verso studenti delle Scuole secondarie di secondo grado interessati ad un progetto di alternanza scuola-lavoro.
Descrizione delle attività Durante questo anno scolastico, ci si propone di implementare le attività già avviate con due classi pilota dell'Istituto Comprensivo che hanno portato alla creazione di un'area archivio e relativo spazio laboratoriale. Continuerà quindi l'opera di digitalizzazione e indicizzazione dei registri scolastici, anche attraverso un'azione di partneship con scuole superiori cittadine. Questo ambiente di apprendimento e ricerca sarà aperto agli utenti interni ed esterni.
Tempi Novembre 2016-maggio 2017
Torna all'indice




Titolo Progetto LE FRANCAIS PRIS SUR LE VIF! AIX EN PROVENCE 2017
Referente Besostri Elena
Destinatari Gli alunni delle classi 2E, 2F/C, 3E, 3F/C tot alunni 88 L’esperienza coinvolge gli alunni delle classi seconda e terza dell’I. C. Bassa Valle Scrivia di Castelnuovo Scrivia.
Finalità Il progetto offre la possibilità agli alunni coinvolti in possesso di competenze linguistiche pari al livello A1 e A2 del QCER pour les langues di arricchire le loro competenze di lingua e civiltà francesi attraverso un soggiorno studio di 6 giorni ad Aix en Provence.
Metodologie utilizzate Corso di lingua francese tenuto da un'insegnante madrelingua n. 12 ore Gite pomeridiane alla scoperta del territorio Visite guidate in lingua francese Lezioni itineranti in lingua sul territorio
Descrizione delle attività Il progetto (prenotazioni albergo, vettore, visite sul territorio,lezioni di lingua, costi) verrà predisposto nel corso del secondo quadrimestre dalle insegnanti Besostri Elena e Mandirola Maura, docente dell’I.C. Bassa Valle Scrivia di Castelnuovo Scrivia – I rapporti tra la Scuola Media Plana e il predetto Istituto saranno regolati da una convenzione elaborata a cura dei rispettivi D.S.G. A.- Il progetto è così strutturato: 1° Giorno Voghera/Aix- en- Provence, visita della città Alloggio presso una struttura che offra ampi spazi comuni e ampi spazi verdi 2 giorno: escursione alla scoperta del territorio 3,4,5 giorno ore 9.00 -12.30 lezione di francese presso una salle de conférence messa a disposizione dalla struttura ricettiva, visita pomeridiana alla scoperta del territorio, due visita serale della città. 6° giorno lezione itinerante 9.30-11.00 tenuta dall’insegnante madrelingua, partenza per Voghera Progetto in rete: ICviadante Voghera e IC Bassa Valle Scrivia di Castelnuovo Scrivia. SS1 "Plana" scuola capofila: definizione e pagamento alloggio, vettore. La presentazione del progetto e il giornale di viaggio finale verranno presentati sul sito della scuola, nella sezione news, newsletter, e attraverso twitter.
Tempi L'esperienza della durata di 6 giorni 5 notti si svolgerà dal 1 luglio al 6 luglio 2017.
Torna all'indice




Titolo Progetto LE PAROLE COSTRUISCONO PONTI...
Referente Manfredi Carla
Destinatari Tutti gli alunni da poco inseriti nel contesto territoriale e alunni non italofoni (circa 35)
Finalità Favorire la socializzazione, la collaborazione, l'aiuto e il rispetto reciproco e quindi la costruzione di significativi rapporti di conoscenza e amicizia Facilitare l'apprendimento della L2 per comunicare in modo efficace in situazioni e in contesti quotidiani diversi Offrire un sostegno linguistico agli alunni stranieri affinchè essi:imparino a leggere e a scrivere in italiano L2 e utilizzino l'italiano per studiare Favorire un passaggio graduale dalla lingua del paese d'origine al paese ospitante Educazione alla solidarietà, alla pluralità e alla convivenza democratica
Metodologie utilizzate L'alfabetizzazione linguistica sarà svolta durante le attività curricolari in classe e attraverso laboratori a diversi livelli di competenza verificata con le prove d'ingresso. Nei laboratori verranno svolte attività di alfabetizzazione linguistica, consolidamento, potenziamento della L2 e recupero delle carenze disciplinari Per stimolare la partecipazione e la motivazione degli alunni, si ricorrerà a varie strategie didattiche: attività ludica ed operativa, drammatizzazione e giochi di ruolo. Attività di tutoraggio tra docente ed alunno e tra pari. Adozione di forme di "didattica cooperativa" Continuazione del doposcuola con l'aiuto di insegnanti volontari.
Descrizione delle attività Fase 1 Accoglienza degli alunni neo arrivati, test d'ingresso Fase 2 Monitoraggio delle situazioni problematiche e analisi dei bisogni Fase 3 Individuazioni delle aree disciplinari che necessitano di maggior intervento per l'apprendimento più efficace dei contenuti Fase 4 Organizzazione dei Laboratori L2 e attività di recupero Fase 5 Valutazione del percorso messo in atto I Laboratori saranno tenuti da docenti interni all'Istituto. E' prevista la presenza di Enti esterni (Centro Servizi Immigrati, Comune di Voghera, Cooperativa FInisterrae) per il supporto di mediatori/facilitatori culturali. Le attività di Laboratorio saranno comunicate all'esterno attraverso il sito della scuola (area riservata Intercultura)
Tempi intero anno scolastico
Torna all'indice




Titolo Progetto LETTORATO DI LINGUA SPAGNOLO
Referente Bellettato Silvia
Destinatari Alunni delle seguenti classi: 2^ e 3^ A, 2^ e 3^ B, 2^ e 3^ C/F, 2^ D, 2^ e 3^ G e 2^ e 3^ H
Finalità Il Lettorato, dando agli alunni la possibilità di entrare a contatto con un'insegnante madrelingua, offre una fondamentale occasione di esercitare le abilità di ascolto, comprensione e produzione orale e di approfondire, consolidare ed ampliare il repertorio lessicale. Il Lettorato costituisce, inoltre, un'esperienza che permette ai ragazzi di conoscere e approfondire aspetti culturali nell'accezione più ampia del termine dellla lingua oggetto di studio
Metodologie utilizzate L'approccio metodologico sarà di tipo funzionale - comunicativo, con l'obiettivo precipuo di privilegiare il coinvolgimento diretto degli alunni che potranno esercitare e consolidare l'uso delle funzioni linguistiche, delle strutture grammaticali e del repertorio lessicale di cui già sono in possesso
Descrizione delle attività Il progetto si svolgerà nelle ore curricolari di lingua spagnola per consentire una maggiore adesione e non ostacolare la partecipazioone di quegli alunni impegnati in rientri pomeridiani ed attività extra curricolari. Per gli alunni che al momento dell'adesione decideranno di aderire sia al progetto di lettorato che a quello di preparazione alla certificazione DELE, è previsto un contributo simbolico aggiuntivo (rispetto a quello previsto per il solo progetto di lettorato) da stabilirsi successivamente, in base alla numerosità delle adesioni stesse. Il progetto, inoltre, verrà presentato non solo dalle rispettive insegnanti di lingua spagnola nelle proprie classi, ma anche attraverso i seguenti canali di comunicazione: sito della scuola, news, newsletter e twitter
Tempi Sia per le classi 2^ che 3^ un'ora curricolare, che verrà concordata dal docente curricolare e dal docente madrelingua, per un periodo di 6 settimane,nel corso del 1^ quadrimestre. La data di avvio del progetto e i giorni verranno stabiliti in seguito in base alle esigenze dei docenti, della lettrice e degli alunni.
Torna all'indice




Titolo Progetto LETTORATO LINGUA FRANCESE
Referente Besostri Elena
Destinatari Gli alunni delle classi 2E, 3E, 2F/C, 3F/C N. totale alunni 88
Finalità Le lezioni di lettorato hanno lo scopo di potenziare le abilità linguistiche di: • comprensione orale: capacità di comprendere semplici messaggi individuandone gli elementi essenziali, riconoscere termini e espressione note e non, e inferire il significato degli elementi nuovi dal contesto, • produzione orale: riprodurre messaggi adeguati al contesto, con pronuncia e intonazione corrette; interagire in situazioni comunicative riguardanti la sfera personale e sociale.
Metodologie utilizzate Le attività proposte saranno sviluppate secondo il metodo funzionale-comunicativo basato sulla centralità dell’alunno e sulla continua motivazione all’apprendimento. Le lezioni affronteranno lo studio della lingua in modo globale favorendo il raggiungimento una competenza linguistica fattiva.
Descrizione delle attività La lettrice, attraverso uno stimolo di partenza fornito da materiale autentico ( filmati, riviste, materiale ludico, o schede appositamente preparate) condurrà una lezione orale dove tutti gli alunni saranno chiamati ad esprimersi in lingua francese in base alle loro capacità e caratteristiche individuali. Verranno proposti Jeux de rôle, drammatizzazioni, giochi e altre attività coinvolgenti e motivanti. Il progetto verra presentato attraverso i seguenti canali di comunicazione: sito della scuola, newsletter, news, twitter
Tempi n. 6 lezioni per ciascuna classe che aderisce al progetto della durata di un'ora nel corso presumibilmente del primo quadrimestre
Torna all'indice




Titolo Progetto LETTORATO LINGUA INGLESE
Referente Forni Mara antonia
Destinatari Alunni delle classi seconde (n.8 classi) e alunni delle classi terze (n. 7 classi), per un totale presunto di circa 140 alunni.
Finalità Grazie al Lettorato, gli alunni hanno la possibilità di entrare in contatto con una persona madre lingua per consolidare le competenze relative all'ascolto e alla produzione orale.
Metodologie utilizzate Il lettore approccerà gli alunni unicamente in forma orale, proponendo loro argomenti di varia natura attraverso i quali verrà esercitato l'uso delle funzioni linguistiche e delle strutture grammaticali già in loro possesso .
Descrizione delle attività Gli alunni che aderiranno al progetto si recheranno con il lettore nell'aula preposta; i restanti alunni della classe saranno impegnati in attività di recupero/potenziamento con l'insegnante titolare. Il progetto sarà presentato sul sito dell'istituto nella sezione Lingue Straniere
Tempi Il progetto prevede n. 6 ore di lezione che si terranno con cadenza settimanale per 6 settimane.
Torna all'indice




Titolo Progetto LIFESKILLS TRAINING PROGRAM LOMBARDIA
Referente Guallini Daniela
Destinatari alunni delle classi 3B e 3G circa 47 alunni
Finalità Promuovere stili di vita fra i giovani, utilizzando come strumento il programma Lifeskills Training, che fornisce ai docenti tecniche di supporto validate dall' Asl e dalla regione Lombardia
Metodologie utilizzate Attuazione delle unità dal programma da pare dei docenti formati sui tre livelli, con l'utilizzo dei quaderni per ciascun alunno e del manuale guida per i docenti
Descrizione delle attività Il programma prevede diverse unità ( Immagine di sè; prendere decisioni; tabacco: tra miti e realtà; alcol: miti e realtà; pubblicità; violenza e media; gestione dell'ansia; gestione della rabbia; abilità comunicative; abilità sociali; assertività; risolvere conflitti)che vanno implementate in classe con l'aiuto del manuale per l'insegnante e delle schede attive per ogni alunno
Tempi Corso dell'anno
Torna all'indice




Titolo Progetto MUSIC THEORY
Referente Cattaneo Davide
Destinatari alunni classi 3
Finalità Miglioramento delle competenze linguistico-comunicative in lingua inglese attraverso l’apprendimento di contenuti disciplinari in lingua. Conoscenza delle terminologie musicali più comuni in lingua inglese
Metodologie utilizzate Lezione in compresenza con il docente di lingua inglese. La lezione vuole essere incentrata sulla comunicazione docente-alunno analizzando insieme i contenuti proposti
Descrizione delle attività Lezione 1 Tones Pitch, Notes ( A,B,C,D,E,F,G) Staff or Stave (Lines and Spaces) Clefs (Treble clef and Bass clef) Lezione 2 Duration (Whole,quarter,eighth,sixteenth) Time signature, Measure Augmentation dot Lezione 3 Tempo markings (Allegro, Adagio etc etc) Change in tempo (rallentando, accellerando ect etc) Mood markings (Maestoso, Vivace, Espressivo,etc etc) Articulation Lezione 4 Modern Orchestra Musical instrument (Strings, Woodwinds, Brass, Percussion, Keyboards) The conductor
Tempi ciclo di massimo 4 incontri in orario scolastico del mattino. I docenti di lingua inglese, compatibilmente con le necessità didattiche della classe, potranno scegliere il numero di lezioni più adatto. Il progetto potrà essere svolto anche durante le eventuali ore di supplenza in cui i docenti di lingua siano impegnati in viaggi d' istruzione.
Torna all'indice




Titolo Progetto ORGANIZZAZIONE ESAME DELE
Referente Montessori Chiara
Destinatari La commissione esaminatrice e tutti gli studenti, interni ed esterni alla scuola, che partecipano alla Sessione di maggio del DELE, Diploma de Español como Lengua Extranjera, per conseguire la Certificazione dal livello A1 al livello C2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento. Il nostro Istituto infatti è sede d'esame nella città di Voghera e scuola di riferimento per gli alunni del Liceo Linguistico "Galileo Galilei".
Finalità Garantire il corretto svolgimento dell'esame Dele attraverso l'organizzazione di tutte le sue fasi: - raccolta delle iscrizioni e loro inserimento nel database dell'Instituto Cervantes - mediazione e comunicazione tra l'Instituto Cervantes e Istituto Comprensivo in ogni fase del progetto - informazioni ai candidati sul calendario delle prove scritte e orali - controllo del materiale d'esame inviato dall'Instituto Cervantes (CD, materiale cartaceo per le prove di Comprensione scritta, orale e Produzione scritta) e dell'attrezzatura necessaria (cancelleria, registratori) - definizione del calendario delle prove orali - accoglienza della Commissione esaminatrice - controllo del corretto svolgimento dell'esame - spedizione all'Instituto Cervantes delle prove d'esame.
Metodologie utilizzate Si definisce un protocollo che descriva le fasi del processo organizzativo indicando i referenti e i responsabili di ciascuna fase.
Descrizione delle attività Al fine di permettere il corretto svolgimento dell'esame, si adottano le seguenti procedure: 1) Modalità di iscrizione Come specificato sul sito della scuola, le domande di iscrizione hanno validità solo se pervenute tramite: - posta elettronica certificata - raccomandata con ricevuta di ritorno - consegna in segreteria negli orari di apertura al pubblico, all'attenzione della Responsabile amministrativa del progetto (signora Cignoli Maria Rita). 2) Modalità di inserimento delle domande L'inserimento delle iscrizioni, interne ed esterne alla scuola, nel database dell'Instituto Cervantes avverrà ad opera della responsabile amministrativa del progetto. 3) Comunicazione ufficiale dell'avvenuta iscrizione e della data di convocazione Entro cinque giorni dal termine delle iscrizioni verrà pubblicata sul sito della scuola la lista dei candidati all'esame, come conferma dell'avvenuto inserimento. Sempre sul sito, sarà possibile verificare il giorno e l'ora di convocazione all'esame scritto e orale (tale comunicazione viene data ai candidati anche tramite posta ordinaria). Tutte le comunicazioni sul sito verranno date nell'area Lingua Straniere, la cui responsabile è la professoressa Mara Forni. 4) Modalità di invio delle prove d'esame Le prove scritte, custodite in buste sigillate, verranno inviate tramite posta raccomandata all'Instituto Cervantes di Milano dalla segreteria. Si precisa che tra l'Instituto Cervantes e l'Istituto Comprensivo è attivo un contratto che prevede, da parte del primo, il rimborso delle spese di segreteria e il pagamento di un compenso alla scuola che si fa carico dell'organizzazione degli spazi e delle fasi dell'esame. (Per tali mansioni la sottoscritta non percepisce nessun compenso da parte dell'Instituto Cervantes).
Tempi Il termine per l'iscrizione alla sessione di maggio viene comunicato dall'Instituto Cervantes. A partire da tale data inizia la fase di inserimento dei dati e di definizione del calendario degli orali. Il controllo del materiale già in sede (cancelleria, materiale per le prove di interazione orale) e di quello inviato per posta si svolge i giorni antecedenti l'esame. Le buste contenenti le prove vanno inviate entro due giorni dal termine dell'esame stesso.
Torna all'indice




Titolo Progetto ORTO IN CONDOTTA
Referente Imanuzzi Silvana
Destinatari I destinatari del progetto sono: alunni delle classi terze e quarte della Scuola Primaria "Dante Alighieri": - classi terze N. 72 alunni - classi quarte N. 85 alunni insegnanti delle classi interessate, genitori e comunità locale.
Finalità Il progetto trae ispirazione dall'iniziativa di pari nome, proposta a livello nazionale dall'organizzazione Slow Food, e da questa mutua finalità ed obiettivi: - realizzazione di un orto per promuovere e sviluppare l'educazione alimentare ed ambientale; - costituzione di una comunità dell'apprendimento; - concretizzare una didattica multidisciplinare in cui l'orto diventa lo strumento per le attività di educazione alimentare ma anche di educazione ambientale; - far diventare i piccoli consumatori dei coproduttori, cittadini consapevoli delle proprie scelte d'acquisto; - educare allo sviluppo sostenibile ed al consumo consapevole; - integrare maggiormente la famiglia nella comunità dell'apprendimento attraverso la condivisione di temi formativi.
Metodologie utilizzate Apprendimento collaborativo.
Descrizione delle attività Il progetto "Orto in Condotta" si prefigge di creare una comunità dell'apprendimento. Studenti, insegnanti e genitori insieme a nonni ortolani, amministrazione pubblica, comitato di condotta, produttori locali e soggetti che vivono sul territorio hanno l'opportunità di contribuire all'educazione alimentare delle nuove generazioni e contemporaneamente alla salvaguardia del territorio e della sua identità. La collaborazione tra questi soggetti passa attraverso l'orto che diventa un punto di incontro e di condivisione di saperi diversi legati al mondo agricolo e gastronomico. I bambini devono essere considerati nel loro ruolo di piccoli consumatori o, come preferiremmo chiamarli, di piccoli coproduttori, le cui scelte dipendono non solo dall'esempio fornito loro dai grandi ma, ahimè, anche dalla pubblicità e dalle influenze di amici e conoscenti. Avvicinarli alla terra facendo loro coltivare frutta e verdura più o meno conosciute, costituisce un modo per educarli alla varietà, alla stagionalità, ai metodi di coltivazione biologici e biodinamici, al rispetto della natura e di tutte le creature viventi, ad incuriosirsi per ciò che è diverso e ad assaggiare ciò che loro stessi coltivano. Per Slow Food, l'orto è uno strumento per far diventare il piccolo consumatore un coproduttore, cioè un cittadino consapevole che le sue scelte d'acquisto hanno delle ripercussioni sul mondo che lo circonda, in primo luogo tra gli agricoltori e gli allevatori (dalla scheda di progetto di "Orto in Condotta").
Tempi Ogni annualità prevede tre incontri - ciascuno di tre ore - con gli insegnanti, durante i quali si approfondiscono i temi dell'annualità stessa. Prima annualità (già svolta): in preparazione alle attività nell'orto, gli insegnanti seguono delle lezioni teoriche e pratiche sull'orticoltura e sulla scoperta degli alimenti attraverso i sensi. 1° incontro: l'orto, principi di orticoltura teorici (la preparazione del terreno, la scelta delle varietà da coltivare, la semina e la cura dell'orto) e pratici (attività didattiche operative nell'orto) Il compostaggio dei rifiuti. All'incontro prendono parte anche i nonni ortolani. 2° incontro: l'educazione alimentare e del gusto, l'approccio sensoriale all'alimentazione attraverso il metodo induttivo. La degustazione: esperienza e grammatica del gusto. 3° incontro: progettazione didattica. Studio e realizzazione di giochi ed attività, da riproporre in classe con i ragazzi, sulle tematiche dei primi due incontri. Seconda annualità (già svolta): ad orto già avviato, gli insegnanti si preparano ad attività di educazione ambientale da elaborare in classe e da mettere in pratica all'aperto. Si preparano, inoltre, ad insegnare ai bambini un corretto approccio all'alimentazione ed al momento della spesa. 1° incontro: principi e temi di educazione ambientale (il ciclo degli elementi e della materia, i principi dell'agricoltura biologica e biodinamica, esperienze pratiche) Approfondimenti sulle pratiche orticole. Diffusione di buone pratiche di smaltimento dei rifiuti domestici. 2° incontro: principi di cultura alimentare (stagionalità e territorialità) e normativa. La lettura e la decifrazione delle etichette, i prodotti da agricoltura biologica, biodinamica ed a lotta integrata; i prodotti a denominazione d'origine, dalle denominazioni ai Presìdi. 3° incontro: progettazione didattica. Studio e realizzazione di giochi ed attività, da riproporre in classe con i ragazzi, sulle tematiche dei primi due incontri. Terza annualità: agli insegnanti vengono fornite conoscenze e spunti sulla storia dell'alimentazione e della gastronomia italiana e del loro territorio, dai quali partire per la costruzione in classe delle attività alla scoperta delle origini del nostro gusto. 1° incontro: cultura e storia della gastronomia e dell'alimentazione. 2° incontro: storia cultura e mappatura dei prodotti del territorio. 3° incontro: progettazione didattica. Studio e realizzazione di giochi ed attività, da riproporre in classe con i ragazzi, sulle tematiche dei primi due incontri.
Torna all'indice




Titolo Progetto OVERSEAS PROJECT
Referente Inglese Bruna
Destinatari Alunni delle classi dei docenti che aderiranno al progetto. Totale 120 alunni
Finalità Accogliere e fare da tutor a un/a docente tirocinante madrelingua proveniente da una università americana e iscritto al programma 'Global Gateway for Teachers' gestito dalla School of Education di Indiana University, USA. Migliorare le capacità comunicative in lingua inglese e la motivazione degli alunni delle classi coinvolte grazie all'interazione con una persona madrelingua. Favorire lo scambio culturale con una persona proveniente da un paese diverso dal proprio.
Metodologie utilizzate Affiancamento al/ai docente/i di classe di lingua inglese disponibile (tutor), che dovrà coordinarsi con il tirocinante ai fini di coinvolgerlo nello svolgimento delle lezioni.
Descrizione delle attività Assegnazione del tirocinante a uno o più docenti tutor di lingua inglese che si rendono disponibili, per un ammontare di ore settimanali pari o superiore a 18. Compiti del tutor: accoglienza del tirocinante; graduale coinvolgimento del tirocinante nello svolgimento delle lezioni secondo la programmazione di classe, con particolare rafforzamento delle competenze comunicative negli alunni. Per la scuola secondaria: il docente può coordinare con il tirocinante la programmazione e lo svolgimento di lezioni che illustrano elementi di civiltà americana. E' possibile l'eventuale partecipazione del tirocinante a uscite didattiche previste per la classe.
Tempi Da un minimo di 5 a un massimo di 8 settimane di lezione effettive nel corso dell’anno scolastico.
Torna all'indice




Titolo Progetto P.E.S.I. PREPARAZIONE ALL’ESAME FINALE DI INGLESE_CLASSI III
Referente Ferrari Silvia
Destinatari CLASSI TERZE, alunni con difficoltà o con l'insufficienza in lingua inglese, alunni DSA e BES (individuati dai docenti curricolari). Max. 30 alunni.
Finalità - Allenare gli alunni a svolgere comprensioni del testo in lingua inglese in modo sereno, sicuro e preciso - Consolidare la conoscenza e l'uso della lingua inglese (grammatica, lessico) - Superare con tranquillità e sicurezza l'esame finale scritto di inglese
Metodologie utilizzate METODOLOGIE DI INSEGNAMENTO L’insegnante: - gestisce l’attività di ripasso - facilita la comprensione dei testi leggendo e traducendo personalmente, avvalendosi anche del vocabolario online WORDREFERENCE - fornisce indicazioni e suggerimenti su come rispondere e sui contenuti da inserire - supervisiona e guida la correzione dei questionari - offre dritte e consigli per superare l’esame METODOLOGIE DI APPRENDIMENTO L'alunno: - si esercita a svolgere comprensioni del testo scritte, risponde sia individualmente sia collegialmente e corregge il questionario - prende appunti sul ripasso grammaticale e annota la traduzione delle parole sconosciute
Descrizione delle attività STRATEGIA DI INSEGNAMENTO L’insegnante: - legge e traduce sia il testo sia il questionario, anche con l’ausilio del vocabolario online WORDREFERENCE (il testo può anche essere letto da madrelingua e ascoltato con un cd) - individua nel testo le principali regole grammaticali da analizzare e ripassare - procede allo svolgimento delle comprensioni in modo collegiale all’inizio e in modo individuale in seguito, fornendo indicazioni e suggerimenti sulla modalità di risposta e sul relativo contenuto - corregge le risposte coinvolgendo tutta la classe (una risposta per alunno), scrivendo la versione corretta alla lavagna multimediale, affinché tutti possano correggere, modificare o integrare autonomamente quanto da loro scritto - può creare un'aula virtuale online in cui depositare testi che gli alunni, a loro discrezione, possono comprendere in autonomia a casa e le relative correzioni con annotazioni e suggerimenti MODALITA’ DI VERIFICA - Correzione collegiale della comprensione (una risposta data da ogni alunno) svolta in classe (prima in gruppo, poi in modo sempre più autonomo) - Simulazione di una prova d’esame a metà del progetto - Simulazione di una prova d’esame durante l’ultima lezione(correzione svolta dall’insegnante a casa e restituzione durante le ore curricolari)
Tempi - Quindici ore (dieci lezioni da un’ora e mezza ciascuna) - Dieci settimane di scuola, da marzo a maggio (in prossimità dell’esame, proprio per garantirne migliori performance) - Di pomeriggio, dopo le lezioni curricolari (per favorire la partecipazione degli alunni di tutte le classi) Le lezioni non svolte a causa di motivi personali e lavorativi dell’insegnante saranno recuperate in altra data, previa comunicazione scritta da parte dell’insegnante stessa.
Torna all'indice




Titolo Progetto PIETRAL.A.R.A.
Referente Bonghi Marta
Destinatari 8 classi, circa 160 alunni.
Finalità - esplorare il significato e le potenzialità del gruppo classe. - lavorare sull’integrazione con gli elementi del contesto umano e ambientale, per esplorare, comprendere e contrapporre ben-essere a mal-essere e far sì che il sentirsi bene diventi una prospettiva realistica e funzionale al successo scolastico. - focalizzare l’attenzione dei partecipanti sulle risorse dell’ambiente interno ed esterno nonché sulle percezioni dei compagni e della classe, sulle aspettative e le intenzioni relative al “che fare”. - Favorire l’esplicitazione delle emergenze psicologiche, dei bisogni individuali e collettivi ed esplorare possibili risposte a partire dalle risorse disponibili e attivabili. - Indurre al confronto la diversità dei vissuti per mettere a nudo le rigidità, le debolezze, la capacità d’attenzione e di ascolto, gli scontri, le paure, le fughe. - riconoscere ed elaborare tensioni, emozioni e sentimenti affinchè possano diventare un patrimonio collettivo su cui fondare la scommessa dell’integrazione, del reciproco aiuto, della collaborazione nel rispetto delle singole identità. - Mettere a fuoco una prospettiva di gruppo a partire dall’insieme delle capacità emerse, e, immaginando in concreto i cambiamenti da produrre, sia sul piano degli atteggiamenti che su quello delle condotte, farsi consapevoli dello sforzo necessario per il suo raggiungimento.
Metodologie utilizzate - Esplorazione, osservazione e conoscenza ambientale (escursioni e percorsi e visite guidate); - Attività legate al contatto e alla percezione sensoriale degli elementi del bosco (costruire, sporcarsi, toccare, lasciare “impronte”, giochi di movimento). - Attività di orientamento (gioco sport ed esercitazioni). - Attività creative legate alla musica, alla drammatizzazione e alla simulazione in ambiente naturale. - Attività di elaborazione degli eventi (discussioni in cerchio, costruzione di cartelloni espositivi). - Giochi di ruolo e di simulazione (attività di sperimentazione e comprensione dei processi comunicativi, relazionali e ambientali). - Attività grafico – artistiche legate alla creatività individuale e di gruppo (creare favole, storie e fumetti, attività legate alla costruzione e comprensione dei simboli).
Descrizione delle attività Stage residenziale di tre giorni condotto dagli educatori della Fondazione Adolescere a Pietragavina o Sette Borghi di Romagnese l'esperienza sarà pubblicata sul sito dell'Istituto e sulle news.
Tempi 23,24,25 Novembre 30 Novembre,1,2,Dicembre 6,7,8 Marzo 3,4,5 Aprile partenza ore 8.30 rientro ore 16/16.30
Torna all'indice




Titolo Progetto PROGETTO CONTINUITà INDIRIZZO MUSICALE
Referente Buccino Antonio
Destinatari Tutte le classi del Corso ad Indirizzo Musicale e le classi quinte della Scuola Primaria I.C "Via Dante". Nello specifico 140 alunni della Scuola Secondaria e 150 alunni della Scuola Primaria.
Finalità Presentazione del Corso Indirizzo Musicale alle classi quinte della Scuola Primaria, in continuità con gli alunni del Corso Musicale della Scuola Secondaria (inclusi quelli usciti dalle classi quinte nell'anno scolastico precedente).
Metodologie utilizzate Esigenze musicali di un gruppo d'Insieme. Gestualità del Direttore d'orchestra. Elementi dell'Agogica. Elementi della Dinamica. Intonazione.
Descrizione delle attività Si terranno una serie di lezioni-concerto tenute dai docenti di Strumento Musicale (singolarmente o in diverse formazioni) che coinvolgeranno le classi quinte della Scuola Primaria. Inoltre, le stesse saranno invitate alle prove aperte dell'Orchestra del Corso Musicale, durante le quali saranno attivamente coinvolte. Sono coinvolti tutti i docenti di Strumento Musicale.
Tempi Il progetto si svolge durante il primo quadrimestre, tra novembre e gennaio. Si concluderà con la somministrazione di un Test attitudinale di ascolto. Ogni incontro sarà regolarmente calendarizzato e concordato preventivamente con le maestre delle classi coinvolte.
Torna all'indice




Titolo Progetto PROGETTO BIBLIOTECA
Referente Cianci Maria
Destinatari Classi 1^A, 1^B, 1^C- 2^A, 2^B, 2^C, 2^D- 4^A, 4^B,4^C, 4^D- 5^A, 5^C scuola primaia Dante Totale alunni 289
Finalità Avvicinare e attivare nei bambini il piacere della lettura, della scoperta del libro e la conoscenza con l'ambiente della biblioteca, con le sue regole e il suo funzionamento. Attivare nelle famiglie una sensibilità e attenzione nella promozione del libro e della lettura
Metodologie utilizzate La Biblioteca comunale di Voghera si rende disponibile ad accogliere gli alunni, previo accordo degli insegnanti di classe. Presentazione della biblioteca, dei suoi spazi e delle sue regole. Tempo libero da lasciare ai bambini in modo da ambientarsi e cercare libri da leggere. Lettura di storie a cura dell'insegnante.
Descrizione delle attività Il lavoro sulla lettura proseguirà nelle classi dove verranno allestite biblioteche di classe. La promozione della lettura si concretizza con la nascita di laboratori dove si creano libri di poesie, racconti testi teatrali.
Tempi Tutto l'anno scolastico.
Torna all'indice




Titolo Progetto PROGETTO CONTINUITà E ORIENTAMENTO
Referente Tarallo Domenico
Destinatari Per " Continuità" Tutti gli alunni delle classi ponte dell'Istituto Comprensivo (Infanzia 5 anni N.123, classe prima e quinta Scuola Primaria 284, classe prima Secondaria di Primo Grado 184); TOT. N. 591 Per "Orientamento" Tutte le classi della Scuola Secondaria di Primo Grado (515) e le classi quinte della Scuola Primaria (157); TOT. N. 672
Finalità Per Continuità -Garantire all'alunno un processo di crescita unitario, organico e completo nei tre ordini di scuola -Prevenire il disagio e l'insuccesso scolastico Per Orientamento -Conoscere le esperienze pregresse e le realtà di provenienza degli alunni -mettere gli alunni nelle condizioni ideali per iniziare con serenità il futuro percorso scolastico -favorire il processo di apprendimento attraverso la continuità didattica ed educativa -promuovere l'integrazione degli alunni provenienti da culture diverse e degli alunni diversamente abili -proporre attività comuni da svolgere tra gli insegnanti dei diversi ordini di scuola Aiutare gli alunni in una scelta consapevole per affrontare il passaggio alla Scuola Secondaria di Secondo Grado
Metodologie utilizzate Per Continuità Lezioni frontali e/o dialogate; attività laboratoriali; lezioni con la LIM; laboratorio di didattica digitale; lezioni di lingua inglese, francese e spagnola; incontri con i genitori; incontri con docenti scuola infanzia e primaria; docenti scuola primaria classi quarte e quinte con docenti medie per la costruzione di un curricolo verticale nei vari ordini di scuola. Incontri collegiali nei dipartimenti con docenti primaria. Organizzazione open day (sabato) nei tre plessi di scuola primaria con organizzazione di laboratori per l'accoglienza dei bambini di cinque anni; organizzazione di accoglienza dei bambini di cinque anni con gli ex compagni che ora frequentano la classe prima per ritrovarli e conoscere la scuola primaria. Provenzal ospiterà i bambini della scuola infanzia Provenzal e via Furini; la scuola primaria S.Vittore ospiterà i bambini dell'infanzia Valle; la scuola primaria Dante ospiterà i bambini della scuola dell'infanzia Dante e Gobetti.(date da stabilire) Per Orientamento -Lezioni frontali e/o dialogate con insegnanti della classe, insegnanti e alunni scuole superiori e con le figure professionali -Utilizzo della LIM -Lezioni operativo-pratiche -Attività di laboratorio -Compilazione questionari su fotocopie e online -Incontri individuali con l'esperto -Visite guidate alle scuole superiori -Partecipazione al Campus -Incontro con le famiglie
Descrizione delle attività Per Continuità Nei mesi di Novembre, Dicembre e Gennaio si concentrano le attività di "accoglienza" rivolte ai genitori e agli alunni delle classi "ponte", tre sono i momenti significativi:- Il Dirigente Scolastico incontra i genitori per presentare la scuola primaria e secondaria e illustrare l'offerta formativa. -Gli insegnanti programmano giornate di "Scuola aperta" rivolta agli alunni delle classi quinte e ai bambini che si iscriveranno alla scuola primaria. In queste giornate, gli insegnanti di scuola dell'infanzia e della scuola primaria propongono attività grafico-pittoriche-manipolative e giochi finalizzati alla socializzazione e alla cooperazione allo scopo di costruire aspettative positive verso l'ingresso della scuola primaria e suscitare curiosità verso la nuova scuola e i compagni che incontreranno. Gli insegnanti di scuola secondaria, organizzano mini-laboratori e propongono lezioni interattive con la LIM. I docenti dell'indirizzo musicale presentano lezioni-concerto e gli alunni delle classi terze accompagnano i futuri studenti e i loro genitori a visitare i locali della scuola.- Nello stesso periodo, i docenti della scuola secondaria organizzano laboratori rivolti agli alunni delle classi quinte, per far conoscere le nuove discipline e un approccio diverso allo studio. Le attività laboratoriali proposte sono: -laboratorio di tecnologia -laboratorio di francese -laboratorio di spagnolo -laboratorio di scienze -laboratorio di canto corale Nei mesi di Aprile e Maggio, si organizzano incontri tra gli insegnanti della scuola primaria e secondaria per: -ricevere informazioni e conoscere la realtà degli alunni che si iscriveranno al primo anno della secondaria -confrontare prove finali di classe 5^ della scuola primaria e prove iniziali di classe 1^ della secondaria -condividere i criteri di valutazione per le abilità di base tra i profili in uscita e i prerequisiti in ingresso -confrontare obiettivi e metodologie Nell'arco dell'anno le insegnanti della scuola primaria e secondaria lavorano su progetti comuni. Per orientamento Attività di orientamento distinte per classe: CLASSE PRIME: QUESTIONARIO ALUNNI Si presentano agli alunni 5 schede sull'autoconoscenza che prendono in esame le capacità pratico - operative, le attitudini e le motivazioni alla scuola. 1^ scheda "come ti vedi?" 2^ scheda "cosa sai fare?" 3^ scheda "quali sono i tuoi interessi?" 4^ scheda "dove studi e come studi?" 5^ scheda "quali sono i tuoi progressi a scuola" CLASSE SECONDE INCONTRO FIGURE PROFESSIONALI Viene preparata una tabella con indicate le professioni e i mestieri, i coordinatori aderiscono scegliendo in base alla propria programmazione e alle preferenze degli alunni. VISITE IN LUOGHI DI LAVORO Ogni Consiglio di Classe valuta la possibilità di organizzare uscite nella nostra zona per visitare luoghi di lavoro. LABORATORI ISTITUTI SUPERIORI Le classi partecipano alle lezioni teoriche e alle attività pratiche di laboratorio presso istituti Superiori per conoscerne tipologia, didattica e metodologia. I docenti interessati (tecnologia, scienze, matematica, lingue)scelgono le tematiche da trattare. PROGETTO CON.d.OR. Promosso dall'Universitò di Pavia Si sottopone agli alunni un questionario attitudinale online distinto in più parti per far emergere lo stile cognitivo, la motivazione allo studio, l'autoefficacia,le competenze e i desideri professionali. CLASSE TERZE PROGETTO CON.d.OR. - gli esperti intervengono in ogni singola classe consegnano e spiegano il profilo di orientamento agli alunni -si programmano attività laboratoriali sui seguenti argomenti: motivazione alla scelta, metodo di studio, autoconsapevolezza di sè, gestione dello stress, resilienza nel cambiamento. BATTERIA 140 DOMANDE. Si invitano gli alunni a compilare un questionario attitudinale di 140 domande che spaziano sugli argomenti più disparati per accertare interessi, attitudini e motivazioni non solo scolastiche. CAMPUS DI ORIENTAMENTO Evento orientativo organizzato dalla nostra scuola in cui gli Istituti Superiori presenteranno la propria offerta formativa ai genitori e ai ragazzi delle classi terze. SPORTELLO ASCOLTO Si programmano incontri individuali (su richiesta degli alunni) con lo psicologo per aiutare gli alunni a riflettere sulle proprie attitudini e sui propri interessi. INCONTRO-DIBATTITO RIVOLTO ALLE FAMIGLIE Nel mese di NOVEMBRE i genitori sono invitati a partecipare ad incontro sul tema dell'orientamento; un supporto di confronto e di dialogo su come affrontare il momento cruciale del passaggio alla scuola superiore CONSEGNA CONSIGLIO ORIENTATIVO A gennaio il coordinatore consegna ai genitori il consiglio orientativo redatto dal Consiglio di Classe formulato sulla base dei seguenti criteri: attitudine, metodo di studio, interesse, attività orientative. Durante l'incontro il docente illustra quanto fatto dalla scuola nell'ambito dell'orientamento e consegna il "dossier "dell'alunno, un fascicolo personale in cui sono raccolte le attività svolte nel triennio. CLASSE QUINTA SCUOLA PRIMARIA Somministrazione questionatrio di autoconoscenza.
Tempi Per Continuità Tutto l'anno scolastico Per Orientamento Tutto l'anno scolastico
Torna all'indice




Titolo Progetto PROGETTO LETTURA" LEGGO, DUNQUE SARò"
Referente Zaccaria Grazia
Destinatari Il progetto, visti i risultati positivi perseguiti lo scorso anno, viene riproposto. Si sviluppa con il coinvolgimento delle classi della scuola dell'infanzia (solo bambini di 5 anni) Provenzal, delle classi terze, quinte della scuola primaria Provenzal e la classe terza primaria San Vittore per un totale di 107 alunni.
Finalità - Sensibilizzare gli alunni al piacere della lettura; - promuovere la conoscenza delle differenti tipologie di libro esistenti favorendo l'avvicinamento affettivo, emozionale e plurisensoriale al libro; - sviluppare l'abilità di collaborazione in piccolo, medio e grande gruppo al fine di interagire e socializzare idee, esperienze ed emozioni;
Metodologie utilizzate Le strategie metodologiche si basano sulla valorizzazione delle potenzialità di tutti gli alunni, sulla creazione di situazioni motivanti all'ascolto, alla lettura e alla produzione, sulla valorizzazione del gioco, quale mezzo privilegiato per l'attivazione e lo sviluppo del processi cognitivi e di apprendimento. I docenti individuano costantemente momenti e luoghi per favorire e stimolare l'ascolto, regolandone gradatamente i tempi, creando un'atmosfera di aspettativa, proponendo testi adeguati all'età e agli interessi degli alunni, con l'uso di mediatori ludici, analogici, iconici, simbolici e multimediali. Attività laboratoriali. Lavoro a piccolo gruppo.
Descrizione delle attività Il progetto proposto intende promuovere l'interiorizzazione dell'importanza educativa e formativa della lettura. Il problema prioritario, essenziale, anzi esclusivo, è solo quello di far nascere l'amore della lettura. In quest'ottica il compito della scuola è quello di accendere gli interessi idonei a far emergere il bisogno e il piacere della lettura, per avviare i bambini alla comprensione e alla padronanza della complessità del fenomeno linguistico, attraverso la pianificazione di interventi opportuni, pluralità di itinerari e strategie di incentivazione dell'attività di lettura mediante un progetto specifico. Il progetto si prefigge il superamento della lettura inserita nell'ambito dell'educazione linguistica per connotarsi come obiettivo più ampio di formazione della persona sotto l'aspetto cognitivo, affettivo- relazionale e sociale, inserendo la lettura in attività teatro musicali e laboratoriali. La lettura non sarà offerta come un fatto isolato, bensì un insieme ricco di esperienze positive e significative insieme e di possibilità creative ed espressive il cui risultato finale sarà un vissuto attivo e coinvolgente. Tali proposte e attività attiveranno e svilupperanno tre elementi base per la mente: l'identificazione, l'immaginazione e il fantasticare, inoltre saranno l'occasione per l'esercizio delle doti di intelligenza, capacità d'espressione, sensibilità e creatività.
Tempi Il progetto vede uno svolgimento nell’arco dell’intero anno scolastico 2016 - 2017
Torna all'indice




Titolo Progetto PROGETTO NUVO WINDSTARS PROJECT
Referente Buccino Antonio
Destinatari Tutte le classi terze, quarte, quinte (ai sensi del D. M. 8 del 2011) della Scuola Primaria I.C. "Via Dante". Nello specifico saranno coinvolte 21 classi per un totale di 550 alunni
Finalità Consolidare negli alunni l'approccio allo studio di uno strumento. Decodificare una partitura attraverso lo studio dello Strumento. Il programma di studio NUVO WINDSTARS crea dei veri ensemble di Strumento nelle scuole primarie, con risultati sorprendenti. Suonare con il programma NUVO WINDSTARS offre un'opportunità unica di provare il piacere di suonare insieme, 7con tutti i benefici sociali e musicali che questo comporta. Ultima ma non ultima WINDSTARS fornisce anche la possibilità di introdurre i bambini ai diversi generi musicali, generando un profondo amore per la musica e fornendo la base per gli studi superiori.
Metodologie utilizzate Sarà utilizzato un metodo didattico basato sulla stimolazione e sulla partecipazione attiva dell'utenza. Le attività saranno proposte sotto forma di gioco e saranno calibrate di volta in volta a seconda delle possibilità e degli interessi dei bambini affinché possano integrarsi ed apprendere in modo semplice e spontaneo.
Descrizione delle attività Il progetto si pone come NATURALE PROSECUZIONE del Progetto Flauto Dolce. Si avvale dell'utilizzo degli strumenti innovativi NUVO DOOD, NUVO TOOT, entrambi come naturale progressione del Flauto Dolce (naturale passaggio agli Strumenti ad ancia e al Flauto Traverso). Il passaggio naturale successivo è quello agli strumenti NUVO CLARINETTO e NUVO JFLUTE. Il progetto si intende per singola classe.
Tempi Un incontro a settimana per l'intero anno scolastico (30 lezioni).
Torna all'indice




Titolo Progetto PROGETTO PER UNA SANA ALIMENTAZIONE “SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO”
Referente Zaccaria Grazia
Destinatari Il progetto nasce e si sviluppa con il coinvolgimento degli alunni di ogni sezione e classi coinvolti in prima persona in quanto soggetti di ogni iniziativa. Scuola dell'infanzia (solo bambini di 5 anni) Provenzal, delle classi terze, quinte della scuola primaria Provenzal, numero totale degli alunni 83
Finalità La finalità generale del progetto è quella di diffondere i principi dell’Educazione alimentare e di guidare gli alunni, i docenti ed i genitori lungo un percorso che li conduca verso l’acquisizione di un atteggiamento più consapevole e responsabile nei confronti dell’alimentazione. Obiettivi specifici del progetto comuni ai due ambiti di scuola: • Saper conoscere il profumo, il gusto, l’aspetto e la consistenza degli alimenti • Migliorare la capacità di discriminazione sensoriale • Imparare a leggere la realtà come un insieme di fenomeni percepiti attraverso i sensi • Imparare a distinguere tra nutrizione ed alimentazione • Fornire ai bambini gli strumenti di informazione utili a distinguere i gruppi degli alimenti, in base alla loro qualità nutrizionale (La piramide alimentare) • Favorire la conoscenza e la riflessione da parte delle nuove generazioni sulle proprie scelte alimentari, facendo loro conoscere i fattori fondamentali di una corretta ed equilibrata alimentazione • Conoscere i piatti tipici dei vari paesi del mondo per un approccio multiculturale all’alimentazione.
Metodologie utilizzate Ognuno dei percorsi proposti offre l’opportunità di svolgere diverse attività e di utilizzare differenti modalità di lavoro. Il metodo suggerito è quello di un coinvolgimento attivo degli alunni sollecitando in loro curiosità, voglia di capire, di modificarsi per migliorarsi, mantenendo costante il riferimento alla realtà, permettendo agli alunni di accrescere le proprie conoscenze, affrontando in modo positivo il rapporto cibo-alimentazione •Si inizierà da una discussione imperniata sull’esperienza soggettiva dei bambini ponendo loro svariate domande. •Oltre che alle discussioni in classe è bene che gli alunni si abituino ad assumere da soli le informazioni tra le immagini, sui libri, sui giornali, alla televisione e anche attraverso le interviste. •Conversazioni guidate. •Si faranno osservazioni dirette su alcuni alimenti basilari con riflessioni sul loro vissuto alimentare a casa e a scuola. •Rappresentazioni grafiche. •Coinvolgere esperti esterni (nonni, persone anziane). .Lavoro a piccolo gruppo.
Descrizione delle attività L’età scolare è il periodo migliore in cui approcciarsi ad un’alimentazione corretta. Mangiare è un’azione che accomuna tutti, mentre farlo in modo sano, piacevole e consapevole è qualcosa che si acquisisce nel tempo. Vedere, toccare, annusare, assaggiare sono strumenti di conoscenza e di costruzione del proprio gusto personale. Le insegnanti , attraverso un approccio interdisciplinare, stimoleranno gli alunni a classificare, selezionare ed apprezzare gli alimenti: per fare scelte adeguate e per assumere atteggiamenti positivi e corretti. Attraverso l’osservazione giornaliera del pranzo che si consuma a scuola e dei cibi consumati a casa i bambini imparano a riflettere sulle proprie abitudini alimentari e a conoscere le caratteristiche di una sana alimentazione per instaurare con il cibo un rapporto sereno ed acquisire in futuro un atteggiamento positivo attraverso cibi complementari rifiutati. Il progetto mira anche al recupero e alla valorizzazione del patrimonio alimentare e produttivo di un passato che ancora vive nel nostro territorio.
Tempi Il progetto sarà realizzato durante tutto l’anno scolastico ( 1h a settimana in orario curriculare).
Torna all'indice




Titolo Progetto PROGETTO TRINITY COLLEGE LONDON - GRADED EXAMINATION IN SPOKEN ENGLISH QUALIFICATIONS ( GRADE 3 )
Referente Sacchi Enrico
Destinatari Alunni delle classi quinte di scuola primaria dell'Istituto Comprensivo. Nello specifico parteciperanno al progetto circa 80 studenti.
Finalità Il progetto si propone di consentire agli alunni di acquisire competenze tali da poter gestire un colloquio con un insegnante di madre lingua circa gli argomenti previsti dall'esame Trinity di Grade 3.
Metodologie utilizzate Lezioni frontali, utilizzo di software applicativi, simulazioni d'esame, lezioni di potenziamento ( circa 5 ore da marzo 2017 a maggio 2017.
Descrizione delle attività Nel corso del progetto si affronteranno tematiche di tipo si svilupperanno competenze in ambito grammaticale ( Present Continous tende, can e can't, preposizioni di movimento e di luogo, Present Tense e Past Tense di TO BE e TO HAVE GOT, uso di connettivi), a livello di funzioni linguistiche ( descrizione di routine quotidiana, espressione di date, espressione di abilita' e inabilita', espressione di direzioni stradali e locazioni, descrizione di ambienti noti e di immagini, descrizione di eventi passati); per quanto riguarda il vocabolario verranno affrontati temi quali le occupazioni, la vita domestica e scolastica, il tempo meteorologico e cronologico, le date e i numeri ordinali e cardinali ). Dal punto di vista fonologico si approfondirà' la corretta pronuncia di parole ed espressioni rilevanti per il programma d'esame richiesto.
Tempi Incontro informativo con i genitori a dicembre 2016, raccolta adesioni e tasse di iscrizione entro gennaio 2017, iscrizione all'esame dei candidati, creazione del timetable d'esame ed individuazione della data d'esame entro marzo 2017, svolgimento dell'esame a maggio 2017. A Giugno verrà distribuito un questionario di gradimento e l'analisi dei dati verrà effettuata entro il 30 giugno 2016.
Torna all'indice




Titolo Progetto PROVACI ANCORA! (PROGETTO AREE A RISCHIO)
Referente Sartore Antonella
Destinatari Alunni stranieri neo arrivati e alunni stranieri pluriripetenti a rischio di dispersione scolastica della Scuola Secondaria (attualmente 23 alunni)
Finalità - Favorire l'inserimento degli alunni stranieri, in particolare i neo arrivati e la loro motivazione ad apprendere; - Valorizzare la cultura di provenienza, anche come risorsa e punto di forza; - Favorire l'apprendimento, il consolidamento e il potenziamento della lingua italiana come L2; - Rispettare lo stile individuale di apprendimento; - Comprendere il disagio degli alunni in difficoltà ad inserirsi nella nuova realtà scolastica; - Fornire un aiuto allo studio per garantire maggiori probabilità di successo scolastico; - Acquisire un metodo di lavoro efficace; - Consolidare il processo di identità e di autostima attraverso la valorizzazione delle esperienze; - Prevenire o risolvere situazioni di disaffezione e demotivazione nei confronti della scuola - Aiutare le famiglie degli alunni stranieri a gestire i rapporti con le Istituzioni scolastiche
Metodologie utilizzate - Lezioni frontali a piccoli gruppi per attività di alfabetizzazione, consolidamento e potenziamento della lingua italiana come L2 e di recupero carenze disciplinari. - Attività laboratoriali
Descrizione delle attività Fase prima: accoglienza degli alunni destinatari del Progetto; test d'ingresso; individuazione del livello di conoscenza della lingua italiana come L2; pianificazione dell'attività in riferimento alle aree disciplinari che necessitano di maggiore intervento. Fase seconda: acquisizione e approfondimento del lessico, comprensione orale e scritta, produzione orale e scritta, conoscenza delle strutture morfosintattiche della lingua italiana, visione di filmati e prove di ascolto per sviluppare, consolidare e potenziare conoscenze e abilità linguistiche degli alunni, verifiche intermedia e finale
Tempi Da Ottobre 2016 a Giugno 2017: - 60 ore frontali di docenza suddivise tra gli insegnanti coinvolti nel progetto in orario extra curricolare a cadenza mono o bisettimanale; - 100 ore frontali di docenza effettuate da mediatori e facilitatori; - 5 ore di conduzione progetto; - 5 ore di collaborazione del personale ATA
Torna all'indice




Titolo Progetto SCUOLA IN MONTAGNA
Referente Buccino Antonio
Destinatari Classi Quinte Scuola Primaria - Classi Scuola Secondaria. Gli alunni coinvolti saranno circa 100.
Finalità Progettò di continuità tra scuola primaria e secondaria basato sull'esperienza di apprendimento in ambiente naturale, con ricadute sull'autonomia personale e sulla capacità di autocontrollo.
Metodologie utilizzate In un "contesto" protetto con la presenza costante dei docenti e/o degli educatori e dei maestri di sci l'apprendimento permette più metodologie applicate. Il problem solving nel tentativo di ricercare risposte originali ma sempre contenute nei binari della sicurezza. L'apprendimento guidato dove l'adulto suggerisce e corregge passo dopo passo l'esperienza. La riflessione cognitiva e la rappresentazione mentale nel partecipare idealmente agli eventi storici del territorio.
Descrizione delle attività http://Scuola in montagna.it/settimana-bianca/ Il progetto prevede il soggiorno di almeno 5 giorni completi di attività. All'acquisizione, alla pratica e al potenziamento della tecnica sciistica vengono abbinati alcuni laboratori didattici nelle diverse materie legate all'ambiente montano con esercitazioni teorico-pratiche sul territorio (arrampicata su pareti di ghiaccio, orienteering, pericoli della montagna, cane da valanga ciaspolate, etc.)I docenti curricolari impegnati dovranno essere sostituiti per le attività di insegnamento in aula, ad eccezione dei docenti di strumento, per i quali è prevista la sospensione delle attività didattiche dei rispettivi alunni.
Tempi Cinque giorni (presumibilmente nel mese di gennaio dell'a.s. in corso)
Torna all'indice




Titolo Progetto SEGNALI DI FUMO - IL FUMETTO E LA COMUNICAZIONE
Referente Patane Elisabetta
Destinatari 44 Alunni della scuola primaria, plesso Dante 24 Alunni classe IV C 20 alunni classeIV D
Finalità Stimolare i bambini, sempre più immersi nel linguaggio di immagini e simboli diffuso dalla comunicazione elettronica, a comprendere tale linguaggio per farne un uso più attivo e consapevole. Questo in abbinamento al linguaggio delle parole (nel fumetto usato in simbiosi a quello iconico), perché il bambino possa sviluppare capacità di sintesi, ma senza impoverire la lingua, come spesso avviene nella comunicazione elettronica (cellulare e social network, ormai diffusi anche tra i più piccoli). La comprensione e l’uso del linguaggio del fumetto permettono invece al bambino di conoscere meglio il mondo che lo circonda, fatto di immagini e parole spesso molto invasive. In questo modo il bambino stesso ha l’opportunità di non subire passivamente il linguaggio del mondo in maniera omologata e stereotipata, ma di rielaborarlo creativamente. Ciò che può fare il fumetto per loro è renderli spettatori meno passivi, meno “videogiocati” e più attivi, più consapevoli di quello che stanno facendo e del perché. "Apprendere per imparare" una diversa forma di comunicazione che, attraverso alcune immagini e simboli, può abbattere i muri delle diversità linguistiche.
Metodologie utilizzate Nella rappresentazione a fumetti dei personaggi è implicita anche una comprensione del linguaggio del corpo, da saper riprodurre tramite un linguaggio codificato (che contiene parola, suono, movimento, forme, colori...). La messa in scena di una narrazione permette al bambino di acquisire una maggiore capacità di rielaborazione e sintesi di eventi da collocare in sequenze logico-temporali. Racconto e recitazione, elementi fondanti del fumetto, permettono così al bambino una maggiore comprensione del proprio vissuto e di quello altrui. Tutti questi elementi disparati favoriscono una maggiore interdisciplinarietà nell’apprendimento scolastico (storia, scienze, italiano, arte e immagine...) Le lezioni saranno soprattutto pratiche, ma non mancheranno materiali di riferimento e di ispirazione dai quali attingere. Inventare storie e disegnarle stimola la concentrazione, la memoria e la manualità, la coordinazione oculo-manuale.
Descrizione delle attività La storia del fumetto: contestualizzazione storica, la sua funzione educativa, formativa e di intrattenimento. Fumetti a confronto per stile, contenuti e luoghi d'origine. Visita alla fumetteria Many Comics di Voghera. Rappresentare una situazione tramite un disegno. Illustrare una storia di fantasia, dopo averla ideata in forma scritta ed esposta oralmente. Apprendere la teoria e la pratica del linguaggio del fumetto, la sua struttura e le caratteristiche che danno valore a simboli e metafore figurate ( valore riconosciuto universalmente). Realizzare un fumetto su sceneggiatura, partendo dall'adattamento di un testo o da una storia personale. Produrre una copia digitale del fumetto: ebook. Verranno utilizzati i diversi canali a disposizione (sito scolastico,twitter, media) per testimoniare l'avanzamento del percorso intrapreso.
Tempi Da gennaio 2017 a maggio 2017, 2 ore a settimana (per classe) in orario curricolare coinvolgendo in maniera trasversale italiano ed educazione all'immagine (assegnate alla medesima insegnante).
Torna all'indice




Titolo Progetto SEMEL
Referente Inglese Rita
Destinatari 1500 alunni
Finalità -il giornale d'Istituto avvicina i ragazzi al mondo dell'informazione in generale e del quotidiano in particolare -permette di migliorare le competenze comunicative mediante l'utilizzo dei diversi linguaggi - potenzia le competenze di lettura e scrittura -favorisce l'analisi della realtà scolastica e del territorio -permette di comunicare mediante le tecnologie multimediali.
Metodologie utilizzate -Cooperative learnig -interviste,inchieste,questionari,utilizzo grafici -Per la realizzazione di Semel gli studenti sono gli autori degli articoli,i loro docenti sono i redattori e il docente tutor svolge il ruolo di responsabile per la pubblicazione.
Descrizione delle attività Semel è il giornale d'istituto scritto dagli studenti della scuola primaria e secondaria,un giornale che da 18 anni costituisce un elemento di connotazione della nostra scuola. Semel è on line,gli articoli possono essere anche corredati da immagini,fotografie,video e musica.Vi si accede direttamente dal sito dell'Istituto dalla finestra della sezione studenti o direttamente dal link dedicato
Tempi Intero anno scolastico
Torna all'indice




Titolo Progetto TEATRO MUSICA E DANZA E
Referente Ferlin Daniela
Destinatari Alunni scuola primaria Dante - Provenzal - S.Vittore er n. 33 classi docenti di classe
Finalità •Liberare il linguaggio del corpo e il suono della voce. •Percezione del contatto autentico con sé e gli altri •Stimolare le varie forme di comunicazione •Socializzare e diventare parte del gruppo-classe •Produzione e uso dei diversi linguaggi sonori nelle componenti comunicative, ludiche ed espressive. •Conoscenza delle potenzialità espressive attraverso il movimento ritmico-corporeo Comprendere e usare lo strumento musicale (flauto dolce) ascoltare il suono, comprendere la tecnica strumentale, suonare facili melodie.
Metodologie utilizzate Realizzazione di laboratori specifici musicali e ritmico-corporei,danza, con inserimento di testi e drammatizzazioni; laboratori corali con accompagnamento musicale eseguito dagli alunni.
Descrizione delle attività Il teatro, la musica e la danza costituiscono dei formidabili strumenti per i bambini, i quali riescono a socializzare meglio tra di loro, ad accettarsi reciprocamente, e quindi ad integrarsi nell’ambito di un obiettivo comunicativo che è raggiunto solo se tutti partecipano con la stessa consapevolezza. I momenti artistico-espressivi rappresentano un’esperienza cognitiva, creativa, relazionale e culturale di carattere totalizzante, capace di coinvolgere l’intera persona, con un peso determinante nel processo evolutivo. Il progetto è da considerarsi un valore aggiunto al percorso didattico che la classe sta seguendo.
Tempi da novembre 2016 a giugno 2017
Torna all'indice




Titolo Progetto UN ARCOBALENO DI EMOZIONI. PROGETTO DI EDUCAZIONE ALL'AFFETTIVITà: RICONOSCIMENTO, CONSAPEVOLEZZA E GESTIONE DELLE EMOZIONI PROPRIE E ALTRUI NEL GRUPPO-CLASSE.
Referente Taini Donatella
Destinatari Classe 2A D. Provenzal n.15 alunni. Classe 2B D. Provenzal n.15 alunni.
Finalità Sostenere il gruppo-classe (alunni e insegnanti)nella costruzione di competenze affettive e relazionali quali : -riconoscimento e consapevolezza dei vissuti; gestione ed espressione dei propri stati emotivi; -empatia e capacità di mettersi nei panni dell'altro.
Metodologie utilizzate L'intervento si rivolge al gruppo classe nel suo complesso con una metodologia esperenziale atta a coinvolgere tutti i partecipanti valorizzando l'apporto di ciascuno e la diversità interpersonale, intesa come ricchezza di gruppo. In alcune attività il gruppo può essere diviso in sotto-gruppi in modo da favorire il coinvolgimento di ciascun bambino. STRUMENTI -Stimoli visivi e narrativi. -Stimoli creativi (attività grafica, ascolto di musica, attività corporeo-espressiva). -Simulazioni di role playing per stimolare la comprensione emotiva e l'empatia.
Descrizione delle attività Si intende presentare le attività in modo ludico, prestando particolare attenzione agli aspetti dell'ascolto e del "non giudizio" di sè e degli altri.
Tempi Primo quadrimestre. Quattro incontri in orario scolastico di due ore ciascuno, coordinati dalla dott.ssa Francesca Reali psicologa e psicoterapeuta del Consultorio Oltre di Varzi con l'aiuto delle insegnanti di classe. Il progetto è finanziato dall'ASL di Pavia e gratuito per la scuola e le famiglie.
Torna all'indice




Titolo Progetto UN NATALE ... CON I FIOCCHI . FESTA DELLA FAMIGLIA
Referente Iannace Margherita
Destinatari Tutti i bambini di 3- 4- 5 anni delle scuole d'Infanzia dell'IC VIA DANTE VOGHERA per un totale di alunni N°344
Finalità Vivere l’atmosfera del Natale promuovendo nei bambini valori quali il sentimento di amore, di amicizia, di pace,di collaborazione e di solidarietà. Il progetto che coinvolgerà i cinque plessi di scuola d'Infanzia, per un totale di 344 bambini,intende guidarli a comprendere che il vero significato di questa festa, è un dono d'amore, d'amicizia, di fratellanza,d'impegno e solidarietà verso gli altri, nel rispetto delle differenti culture religiose che popolano il nostro territorio.
Metodologie utilizzate Partendo dalle risorse disponibili e dalle esperienze familiari dei bambini, si struttureranno attività finalizzate a: -Esprimere emozioni e sentimenti con parole, azioni, canzoni e filastrocche sul tema dell'amicizia e della fratellanza. -Giochi collettivi abbinati alla musica, danze. -Partecipazione attiva a laboratori grafici pittorici- allestiti all'interno delle sezioni -Lettura di racconti sul tema della pace e della fratellanza, canti corali, filastrocche, elaborati grafico pittorici, realizzazione di disegni di simboli natalizi augurali. Merenda finale per condividere in armonia cibi della tradizione natalizia.
Descrizione delle attività Ciascun plesso realizzerà l'evento festa secondo i bisogni e le necessità dei bambini: canzoni e filastrocche a tema, danze, giochi collettivi abbinati alla musica, racconti natalizi,laboratori con le famiglie ad eccezione della scuola d'Infanzia Valle, merenda finale e scambio di auguri.Le esperienze più significative saranno pubblicate sul sito della scuola attraverso tutti i canali: twitter, newsletter, semel, news,ed articoli di stampa locale. La ricaduta del progetto sulle famiglie potrà essere verificata con interviste e monitoraggi finali.
Tempi dicembre 2016
Torna all'indice




Titolo Progetto UN POSTER PER LA PACE
Referente Cova Flavio
Destinatari Classi terze scuola media corsi A-B-C-E-F-G-H per un totale di circa 120 allievi.
Finalità Partecipazione al concorso "Un poster per la pace"
Metodologie utilizzate Riflessione, ricerca e discussione in classe delle tematiche trattate, valorizzando l'importanza del tema, esprimendo in maniera creativa la loro idea di pace e successiva rielaborazione grafico-espressiva
Descrizione delle attività Partecipazione al concorso patrocinato dalla sezione Lions Voghera Host. Il tema di quest'anno ha come titolo "Una celebrazione della pace". Selezione dei vincitori operata da apposita giuria
Tempi I lavori vengono eseguiti tra i mesi di ottobre e novembre. La premiazione avverrà al termine del 1°Quadrimestre
Torna all'indice




Titolo Progetto UNA GOCCIA NELL'OCEANO
Referente Bonghi Marta
Destinatari Il progetto è rivolto alle classi III delle sezioni A, B, C, F, G, H, con una numerosità media di 20 alunni per classe,con un bacino di utenza stimato di circa 120 alunni totali.
Finalità -Favorire, attraverso una dinamica di gruppo, la conoscenza di sè nell'apertura all'altro. -Scoprire la classe come ambito in cui poter intessere relazioni che permettano il confronto con le scelte future, nell'ottica di un progetto di vita che inizia dalla ricerca di senso. -Fornire l'occasione mediante la testimonianza del relatore, per interrogarsi sul ruolo di Dio, in quanto precedentemente detto.
Metodologie utilizzate La scelta della metodologia sarà basata sulla risposta del gruppo classe alle proposte effettuate. si prevede di utilizzare: - discussione guidata - testimonianze - visione di filmati, - role-playing, - giochi di relazione, - attività di gruppo finalizzata al raggiungimento di un obiettivo comune (cartelloni, letture, attività di espressività corporea).
Descrizione delle attività Un esperto esterno guiderà gli alunni alla conoscenza delle proprie potenzialità e dei mezzi per metterle in gioco per condurli alla messa in campo di attività pratiche. sono previsti 2 interventi per classe che si svolgeranno nelle ore di religione Attività pratica: esperienza di volontariato presso un ente della città (esempio: casa di riposo) Evento finale di restituzione alle famiglie la cui preparazione prevede 3 incontri pomeridiani di 2 ore con gli alunni partecipanti al progetto. Le fasi della progettazione saranno documentate, affinché ne rimanga memoria storica interna e si possa tramite i mezzi di comunicazione come il sito, la stampa e i social, darne massima pubblicità. L’evento finale sarà non solo la conclusione del progetto, ma un evento a cui invitare i compagni delle classi I e II, le famiglie degli alunni coinvolti e i responsabili delle attività di volontariato cittadino.
Tempi Il progetto inizierà nel I quadrimestre, e terminerà alla fine del mese di aprile.
Torna all'indice




Titolo Progetto VIAGGIO D'ISTRUZIONE A BARCELLONA
Referente Montessori Chiara
Destinatari I destinatari del progetto sono i 117 alunni delle 5 classi terze di Lingua Spagnola.
Finalità Il progetto si propone di offrire un'occasione di arricchimento dell'attività didattica e una conoscenza diretta di aspetti culturali ( artistici, linguistici, storici) della Spagna già affrontati in classe.
Metodologie utilizzate Gli alunni verranno preparati al viaggio d'istruzione attraverso schede di presentazione della città, del Modernismo e di Gaudì, ripasso o studio di funzioni linguistiche (ordinare al ristorante, comprare in un negozio, chiedere e dare indicazioni stradali) e aree lessicali (cibi, bevande,luoghi della città).
Descrizione delle attività Il viaggio d'istruzione a Barcellona presenta le seguenti caratteristiche: - periodo di effettuazione: marzo 2017 - numero di partecipanti: almeno 35 - durata del viaggio: 5 giorni / 4 notti - mezzo di trasporto: bus Granturismo - tipo di hotel: 3 o 4 stelle - trattamento: mezza pensione. La quota individuale di partecipazione è compresa tra i 250 e i 300 euro, a seconda del numero dei partecipanti e comprende, oltre alle spese di viaggio e alla sistemazione in hotel in Costa Brava, la prenotazione e l'ingresso a musei e luoghi di interesse da definire, assicurazione medica e di Responsabilità Civile, IVA al 22% dove prevista.
Tempi Come anticipato, il viaggio si svolgerà nel mese di marzo con una durata di 5 giorni e 4 notti.
Torna all'indice




Titolo Progetto VOGHERA-MANOSQUE: ALLER-RETOUR!
Referente Besostri Elena
Destinatari Gli alunni delle classi 3E e presumibilmente anche gli alunni di 3F/C. 25 (+19)
Finalità Il progetto offre agli alunni l'opportunità di entrare in contatto diretto con i loro coetani francesi del Collège Mont d'Or di Manosque. I partecipanti potranno:1- perfezionare la lingua francese,2_ conoscere la struttura e il funzionamento di un Collège francese in maniera diretta seguendone le lezioni,3_ conoscere la cultura e la civiltà francesi accettando di soggiornare presso le famiglie dei loro corrispondenti,4-scoprite il territorio della Provenza.
Metodologie utilizzate Attività preliminari già attuate nel corso dell'a.s. 2015/2016: 1- compilazione di una fiche d'appariement a cura delle due referenti e già firmata dai rispettivi DS e dall'Ufficio Scolasico di Manosque. 2-attivazione di una corrispondenza tra gli alunni delle classi coinvolte: 3E e classe Troisième di Mme C. Zadunayski, insegnante di italiano presso il Collège Mont d'Or di Manosque. Il progetto prevede l'accoglienza reciproca degli alunni presso famiglie ospitanti. ( In caso di difficoltà si prevede per alcuni alloggio in albergo). I partecipanti seguiranno al mattino le lezioni presso le scuole ospitanti (Plana per gli alunni francesi, Collège Mont d'Or, Boulevard de l'Avenir, 04100 Manosque per gli alunni italiani) e il pomeriggio sarà dedicato a gite alla scoperta del territorio. Le serate verranno trascorse in famiglia, - si prevede un'uscita serale opportunamente progettata.
Descrizione delle attività Il progetto (mezzo di trasporto, alloggio in famiglia o in altra sede, programma di viaggio e documentazione) verrà predisposto nel corso dell'anno scolastico dalle insegnanti referenti: Besostri Elena IC via Dante Voghera, Mme Zadunayski Céline Collège Mont D'Or Manosque. Si prevede per la fine di novembre ( 26) un incontro con le famiglie a cui verrà presentato il progetto. N. di alunni partecipanti: N. minimo per SS1 Plana: 16 Numero previsto di partecipanti francesi da 15 a 20. Accompagnatori: Besostri Elena, Ferrari Silvia. Per Manosque: Mme Céline Zadunayski. Il progetto verrà illustrato attraverso i seguenti canali di comunicazione: sito della scuola, newsletter, news, twitter. Si progetta il coinvolgimento di: Comité de Jumelage Voghera-Manosque Associazione Amici delle città gemellate Municipio di Voghera
Tempi Marzo-Aprile 2017 Manosque - Voghera:accoglienza alunni francesi ( 5 giorni, 4 notti) accompagnati dalla loro insegnante presumibilmente ultima settimana di marzo Voghera-Manosque: trasferimento a Manosque (4 giorni, 3 notti) prima settimana di marzo o aprile con 2 insegnanti accompagnatori.
Torna all'indice




Titolo Progetto VOLERSI BENE,FACCIAMOLO PER BENE
Referente Guerra Graziella
Destinatari Alunni di 6 classi prime;totale alunni 123
Finalità Conoscere se stessi,conoscere l'altro,conoscere e gestire le proprie emozioni,sviluppare comportamenti empatici ed assertivi,apprendere ed interiorizzare le regole fondamentali delle relazioni con l'altro.
Metodologie utilizzate Le attività proposte avranno una modalità prettamente interattiva con utilizzo di slides,letture stimolo,giochi di ruolo,questionari,disegni,discussioni di gruppo guidate.
Descrizione delle attività Gli incontri verranno condotti in classe da due psicologhe, di cui una psicoterapeuta e una sessuologa,del Consultorio"Oltre" di Varzi.Ogni classe avrà a disposizione tre incontri di due ore ciascuno.
Tempi Secondo quadrimestre
Torna all'indice

Il 12 gennaio 2016 il Consiglio di Istituto ha approvato il Piano Triennale dell'Offerta Formativa (P.T.O.F.) per il periodo 2016/2017 - 2018/2019.

Dopo l’approvazione, è stato inviato all’U.S.R. Lombardia per le verifiche di legge ed in particolare per accertarne la compatibilità con i limiti di organico assegnato.

Leggi il P.T.O.F.

Il nostro I.C. propone, oltre all'apprendimento della lingua inglese (obbligatorio per primaria e secondaria), la possibilità di scegliere tra lingua spagnola e lingua francese.