Contenuto principale

Il Consiglio di Istituto, nella seduta del 24 Ottobre 2018, ha approvato l'aggiornamento 2018/2019 del Piano Triennale dell'Offerta Formativa.

Leggi il P.T.O.F.

 Schede sintetiche dei progetti

Titolo Progetto BRITISH IN A WEEK
Referente Inglese Bruna
Destinatari Alunni delle classi terze della Scuola Secondaria.
Finalità Fare un'esperienza di full immersion nell'ambiente culturale inglese, sperimentando in prima persona gli usi e costumi locali. Migliorare le capacita' comunicative in lingua inglese grazie alle continue interazioni linguistiche in situazioni reali, con la famiglia ospitante e con i docenti madrelingua.
Metodologie utilizzate 15 ore di lezione con docenti madrelingua. Svolgimento di attivita' laboratoriali guidati dai docenti accompagnatori. Soggiorno presso famiglie ospitanti che non parlano italiano. Visite a luoghi di elevato interesse storico e culturale, con guide madrelingua ove previsto.
Descrizione delle attività Viaggio-studio in una località' del sud dell'Inghilterra (Romsey) con soggiorno presso famiglie ospitanti selezionate. Il viaggio comprende: un corso di approfondimento della lingua inglese tenuto da docenti madrelingua esperti; visite guidate a luoghi di interesse storico e culturale della zona di residenza; viaggio di istruzione di un giorno a Londra; visita di mezza giornata ad una famosa città' universitaria (Cambridge o Oxford); volo di linea A/R e trasferte in pullman in Italia e in Inghilterra,
Tempi 6 giorni e 5 notti (da giovedì' a martedi') da effettuarsi nel secondo quadrimeste. Date indicative: 21-26 marzo 2019.
Torna all'indice

 

Titolo Progetto CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO
Referente Agosta Mariangela
Destinatari Alunni scuola secondaria di primo grado
Finalità - veicolare messaggi di una nuova cultura della salute, fatta da attività motoria, alimentazione e prevenzione; - promuovere corretti stili di vita; - favorire l’apprendimento del valore del proprio corpo e di una migliore conoscenza di sé; - avvicinare i ragazzi all'attività motoria e sportiva; - favorire la collaborazione, la socializzazione e l'aggregazione tra pari; - favorire l'adozione di regole condivise; - migliorare le conoscenze e le competenze degli sport praticati nelle ore curricolari per affrontare con più consapevolezza le gare dei Giochi Sportivi Studenteschi (G.S.S.); - star bene a scuola può aiutare a comportamenti responsabili.
Metodologie utilizzate - lezioni frontali -Problem solving -lavori di gruppo -apprendimento cooperativo -metodo globale e analitico-globale
Descrizione delle attività Le singole discipline saranno affrontate in piccoli gruppi - due pomeriggi alla settimana - in orario extracurriculare - ore aggiuntive per incontri di preparazione alle gare dei GSS e per tornei d’Istituto. I partecipanti verranno suddivisi preferibilmente per fasce d'età e per sport prescelto. Le attività sportive saranno determinate in base al programma tecnico inviato dall'U.S.T. Il corso di tiro con l’arco sarà tenuto da un esperto esterno in orario da definire per una ora alla settimana per circa 10 settimane.
Tempi Il Progetto del CSS sarà avviato nel secondo quadrimestre. Le attività sportive saranno determinate in base al programma tecnico inviato dall'U.S.T. - uno o due pomeriggi alla settimana - in orario extracurriculare Il corso di tiro con l’arco sarà tenuto da un esperto esterno, in orario da definire, per una ora alla settimana per circa 10 settimane.
Torna all'indice

 

Titolo Progetto CERTIFICAZIONE IN LINGUA INGLESE:TRINITY
Referente Berghella Flavio
Destinatari Alunni classi seconde e terze dell'Istituto
Finalità Acquisire la certificazione in lingua inglese, grado 3 per le classi seconde e grado 4 per le classi terze.
Metodologie utilizzate L'esame verrà preparato attraverso una serie di lezioni che saranno affidate (senza oneri per l'amministrazione, in quanto viene richiesto un contributo alle famiglie) a un esperto esterno, con la possibilità di usufruire, in alternativa, di un docente interno.
Descrizione delle attività La Scuola è sede d'esame e riceve, dopo aver fatto richiesta di uno specifico periodo nel quale sostenere l'esame (solitamente si richiede la seconda metà di maggio), la visita di un esaminatore inviato dal Trinity College di Londra, il quale sostiene la sessione d'esame, al termine della quale l'ente rilascia la relativa certificazione attestante il superamento dell'esame ed il relativo livello acquisito dal candidato, con un giudizio di merito.
Tempi Il progetto si svolge durante l'intero anno scolastico e si divide in più tempi: la fase di accordo con il Trinity College in merito alla debita convenzione e alla scelta del periodo d'esame, la fase di proposta agli alunni tramite circolare e relativa raccolta di adesioni, la fase di raccolta delle ricevute di pagamento, la fase di elaborazione dei dati dei corsisti, la fase di creazione dei relativi data base, la fase di organizzazione delle lezioni di preparazione, con relativa calendarizzazione, la fase di ricevimento e verifica del materiale per l'esame da parte dell'Ente, la fase di organizzazione del timetable e la presentazione della documentazione all'esaminatore, la fase di accoglienza e l'esame stesso, nonché in conclusione, la fase di feedback con l'esaminatore, il ricevimento degli attestati e la distribuzione dei medesimi ai candidati. Il tutto si conclude con un monitoraggio di gradimento da sottoporre alle famiglie e un monitoraggio inviato dal Trinity, di valutazione e soddisfazione dello svolgimento dell'esame e dei relativi step di preparazione.
Torna all'indice




Titolo Progetto CERTIFICAZIONE LINGUA FRANCESE DELF A2
Referente Besostri Elena
Destinatari Classe 3F/C 24 alunni Classe 3 E 24 alunni
Finalità Il progetto offre la possibilità agli alunni di classe 3^ con una valutazione curriculare compresa tra 8 e 10, di verificare le competenze maturate nella seconda lingua straniera durante la scuola secondaria di primo grado.Finalità: Le lezioni hanno lo scopo di fornire agli alunni gli strumenti necessari al conseguimento della certificazione DELF A2 .
Metodologie utilizzate Modalità di realizzazione e fasi si svolgimento: L’ insegnante preparerà gli alunni proponendo delle attività propedeutiche durante alcuni incontri pomeridiani per presentare, rivedere e consolidare gli argomenti oggetto delle prove. Le lezioni DELF A2 prevedono: • Presentazione della struttura dell’esame, dei tipi di prove, dei tempi a disposizione e della valutazione per ciascuna prova. • Esercizi propedeutici al superamento delle singole prove d’esame • Consolidamento della comprensione orale, comprensione scritta, produzione scritta e orale; • Presentazione in fase finale di due prove simulate di un esame DELF A2.
Descrizione delle attività L esame di certificazione DELF A2 prevede le seguenti prove: Compréhension de l’oral – risposta a questionari di comprensione riferiti a tre o quattro brevi documenti registrati, riguardanti situazioni di vita quotidiana. Il progetto prevede la frequenza di attività extracurriculari in orario pomeridiano. N. 6 lezioni con cadenza quindicinale della durata di 1h30 ciascuna. Compréhension des écrits - risposta a questionari di comprensione riferiti a tre o quattro brevi documenti scritti, riguardanti situazioni di vita quotidiana. Production écrite – redazione di due brevi produzioni scritte (lettera personale o messaggio): 1. Descrizione di un avvenimento o di esperienze personali 2. Scritto avente la funzione di invitare, ringraziare, scusarsi, chiedere, informare, congratularsi… Durata della prova collettiva: 1 ora e 40 minuti Production orale – la prova è composta da tre parti: 1. colloquio guidato 2. monologo 3. esercizio in interazione Durata della prova: 6/8 minuti più 10 minuti di preparazione.
Tempi Le lezioni pomeridiane saranno organizzate durante il secondo quadrimestre con cadenza quindicinale e avranno la durata di 1h30. La durata delle lezioni è calcolata sui tempi messi a disposizione durante una prova DELF. Lezioni previste n. 6. Data dell'esame scritto : 16 maggio dalle ore 15:00 alle ore 16:40. Le data dell'esame orale saranno comunicate entro la fine di aprile 2019 a cura dell'Institut Francais di Milano. La sede dell'esame sarà presumibilmente l'Università di Pavia; la Scuola Media Plana si riserva comunque di richiedere all'Institut Francais di essere sede di esame per Voghera.
Torna all'indice




Titolo Progetto CLIL - CONTENT LANGUAGE INTEGRATED LEARNING
Referente Sacchi Enrico
Destinatari Gli alunni delle classi terze, quarte e quinte di scuola primaria dell'Istituto.
Finalità Sviluppare conoscenze e competenze interdisciplinari, preparare gli studenti a una visione interculturale, migliorare la competenza generale in L2, sviluppare abilità di comunicazione orale, migliorare la consapevolezza di L1 e L2, sviluppare interessi e attitudini plurilingui Fornire l’opportunità per studiare il contenuto attraverso prospettive diverse Consentire l’apprendimento della terminologia specifica in L2 Diversificare metodi e forme dell’attività didattica Le abilità da sviluppare sono quelle della lettura, della scrittura, dell’ascolto, dell’ interazione
Metodologie utilizzate Lezioni frontali anche in dinamica di doppia conduzione ( docente di Lingua inglese e docente di materia curricolare coinvolta nel progetto), attività' di gruppo in termini di collaborazione e cooperazione, ricerche di materiali in rete con la supervisione del docente, preparazione di materiali cartacei e multimediali circa gli argomenti sviluppati nel percorso.
Descrizione delle attività Dopo la definizione dell’argomento, è seguita la ricerca del materiale e la didattizzazione del medesimo. In Gennaio/Febbraio le attività del Modulo CLIL saranno programmate e condivise nell’ambito di ogni Consiglio di Classe coinvolto. Tra Marzo e Giugno saranno svolti i moduli, che saranno seguiti da verifiche disciplinari e da una verifica comune interdisciplinare. Durante lo svolgimento del percorso CLIL i docenti curriculari compileranno un “diario di bordo” in cui saranno evidenziati i punti di forza e i punti di debolezza del progetto, sulla base delle osservazioni che, di volta in volta, studenti e docenti effettueranno sulle singole lezioni, sulle modalità di lavoro, sugli strumenti utilizzati, sui materiali proposti, sulle modalità di verifica e di valutazione in itinere e finale.
Tempi Da stabilire di comune accordo tra gli insegnanti dei diversi team (anche a livello di Istituto). Per lo svolgimento di questo lavoro si renderà necessaria una programmazione di confronto tra le insegnanti di inglese e insegnanti di materia specifica coinvolta nel progetto. In linea di massima il progetto si realizzerà' da Novembre a Giugno.
Torna all'indice




Titolo Progetto CONOSCERE LE DIFFERENZE PER COMPRENDERLE:
Referente Bonghi Marta
Destinatari -CLASSI DELLA SECONDARIA (circa 500 alunni) E CLASSI QUINTE DELLA PRIMARIA (circa 100 alunni) -GENITORI -DOCENTIE DIRIGENTI SCOLASTICI
Finalità -supportare le istituzioni scolastiche sui temi dell'inclusione - promuovere la cultura della diversità e dell'inclusione -Offrire spunti educativi e formativi nella direzione di una cittadinanza attiva e consapevole ed affrontare gli stereotipi che ruotano attorno alle definizioni di diversità
Metodologie utilizzate l'intervento delle associazioni sarà di tipo interattivo: coinvolgimento dei ragazzi, raccolta di domande e chiarimenti, lavori di gruppo, brainstorming, filmati...
Descrizione delle attività le associazioni di volontariato della città: PRO FAMIGLIA, Associazione AMICI DI CHIARA, Fondazione S. GERMANO Onlus, C.R.I., Centro Italiano Femminile, Anffas, Caritas popongono un percorso di incontri volto alla conoscenza delle fragilità nei giovani di oggi, che si concretizza, tramite la progettazione e la collaborazione tra associazioni, insegnanti, genitori e alunni delle scuole primarie e secondarie. Possibili temi da affrontare con le associazioni: per gli studenti: -PREVENZIONE DELLE DIPENDENZE -ALIMENTAZIONE NELLA FASE ADOLESCENZIALE -BULLISMO E CYBERBULLISMO: FENOMENI DA CONOSCERE E STRATEGIE UTILI PER AFFRONTARLI - DIFFERENZE GENERAZIONALI A CONFRONTO -UN AMICO A QUATTRO ZAMPE:PERCORSO DI SENSIBILIZZAZIONE DI RAGAZZI E FAMIGLIE AL RISPETTO DEGLI ANIMALI E DI CONOSCENZA DEI MOLTEPLICI BENEFICI CHE SI POSSONO OTTENERE ATTRAVERSO L'INTERAZIONE CON ESSI. per genitori e docenti: -LUDOPATIA: IL RUOLO DEI GENITORI/ OCENTI NELLA PREVENZIONE DEL RISCHIO. -L'ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO DELLE PERSONE CON DISABILITà INTELLETTIVA: VALORIZZARE LA DIVERSITà -COME AFFRONTARE DA GENITORI/ DOCENTI LA FRAGILITà NEI GIOVANI. per docenti e DS -UNA DIDATTICA INTERCULTURALE PER L'INCLUSIONE E LA VALORIZZAZIONE DELLE DIFFERENZE.
Tempi Nell'arco dell'anno scolastico ogni insegnante e consiglio di classe potrà decidere autonomamente l'articolazione del percorso tenendo conto delle specificità di ciascun gruppo classe. gli incontri per ciascuna proposta tematica possono essere 2 o più, di un ora ciascuno per classe, da concordare con almeno 15 gg. di anticipo.
Torna all'indice




Titolo Progetto CORSO DI PREPARAZIONE ALLA CERTIFICAZIONE DELE
Referente nigro francesca
Destinatari Gli alunni delle classi seconde A, B, C/F, D, E, G, H per il livello A1 Escolar. Gli alunni delle classi terze A, B, C/F, D, G, H, I per il livello A2/B1 Escolar.
Finalità Offrire agli alunni che si presenteranno all’esame l’opportunità di lezioni mirate e strettamente finalizzate al potenziamento degli aspetti della Lingua Spagnola valutati nel corso dell’esame per la certificazione Dele, quali: comprensione e produzione orale e scritta, conoscenza delle strutture linguistiche, a livello sintattico, lessicale e grammaticale. Inoltre, gli alunni acquisiranno dimestichezza con i tempi e le modalità dell’esame stesso, attraverso vere e proprie simulazioni.
Metodologie utilizzate L’approccio sarà di tipo funzionale e comunicativo, volto all’ apprendimento della lingua come interazione con gli altri in contesti realistici e specifici.
Descrizione delle attività Le lezioni saranno frontali e prevederanno la simulazione di dialoghi, conversazioni in lingua, esercitazioni di approfondimento lessicale e grammaticale ed esercitazioni di comprensione scritta ed orale. Si prevede, inoltre, una simulazione dell’esame, seguendo lo schema peculiare della certificazione DELE che prevede le seguenti prove: - comprensione scritta - comprensione orale - produzione scritta - produzione orale - interazione orale Gli alunni che aderiranno al progetto di preparazione alla certificazione e in concomitanza a quello di lettorato, verseranno un contributo simbolico, aggiuntivo da stabilirsi in seguito in base al numero delle adesioni. Il progetto verrà presentato non solo dalle docenti curricolari di lingua Spagnola nelle rispettive classi, ma anche attraverso i seguenti canali di comunicazione: sito della scuola, news, newsletter, twitter. La preparazione del livello A2/B1 sarà realizzata da un docente madrelingua.
Tempi La preparazione all’esame richiede la frequenza a lezioni che saranno organizzate nel corso del secondo quadrimestre, secondo la seguente modalità: - livello A1 Escolar: 4 incontri di 1 ora e mezza e 1 incontro di 2 ore con cadenza settimanale ed in orario pomeridiano extra-curricolare per 5 settimane, per un totale di 8 ore. - livello A2/B1 : 5 incontri di 2 ore con cadenza settimanale ed in orario pomeridiano extra-curricolare per 5 settimane, per un totale di 10 ore. Il numero totale di ore previste dal progetto è di 18 ore.
Torna all'indice




Titolo Progetto CURRICOLO DI INFORMATICA -INDIRIZZO INFORMATICO
Referente Cavagna Giulia
Destinatari Tutti gli alunni dell'indirizzo informatico scuola secondaria 160 circa
Finalità Preparare un curricolo unitario per i tre anni dell'indirizzo informatico, condiviso con esercizi, moduli, ecc.. In particolare per la classe terza si prevede una serie di lezioni sulla stampa 3d e sul microcontrollore Arduino
Metodologie utilizzate Incontri di programmazione fra i docenti dell'indirizzo (italiano e matematica) Lezioni in compresenza (Guallini-Cavagna in 3C e 3B e Giordano-Cavagna in 3I per Arduino)
Descrizione delle attività Si terranno 5 incontri da 2 ore ciascuno di programmazione durante i quali si pianificheranno le lezioni
Tempi tutto l'anno scolastico
Torna all'indice

 

 

Titolo Progetto I CARE
Referente Bonghi Marta
Destinatari CLASSI SECONDE E TERZE DELLA SECONDARIA PER UN TOTALE DI 375 ALUNNI
Finalità - orientamento e conoscenza di sé nell'apertura all'altro. - scoperta della classe come ambito in cui poter intessere relazioni che permettano il confronto sulle le scelte future. - ricerca di senso. - occasione di interrogarsi sul ruolo di Dio, in quanto precedentemente detto, a partire dalla testimonianza dei relatori.
Metodologie utilizzate La scelta delle metodologie sarà basata sulla risposta del gruppo classe alle proposte. Si prevedono: -giochi, -mini-cineforum -discussioni guidate -testimonianze -giochi di relazione -giochi di ruolo -attività di gruppo
Descrizione delle attività -Uno o più esperti esterno guiderà gli alunni alla conoscenza delle proprie potenzialità e dei mezzi per metterle in gioco mediante attività pratiche. -probabile evento finale di restituzione alle famiglie -le fasi del progetto saranno documentate, per far sì che ne rimanga memoria storica interna e si possa, tramite i mezzi di comunicazione come il sito, e i social, darne massima pubblicità.
Tempi -2 incontri di un'ora per ogni classe secondo un calendario che terrà conto delle esigenze del relatore, che si svolgeranno prevalentemente nelle ore di Religione o comunque in ore curricolari concordate con i docenti di ogni classe. - 3 incontri pomeridiani di 2 ore con la libera partecipazione degli alunni interessati, per la preparazione di un eventuale evento finale.
Torna all'indice




Titolo Progetto IC DANTE IN MOVIMENTO
Referente Ferlin Daniela
Destinatari ALUNNI DI SCUOLA PRIMARIA primaria DANTE n. 17 classi: totale alunni 385 primaria PROVENZAL n. 8 classi: totale alunni 145 primaria S. VITTORE n. 7 classi: totale alunni 137 totale alunni 667
Finalità MACRO FINALITA' Promozione del benessere degli alunni favorendo l'acquisizione dell' autonomia e della consapevolezza del proprio io. AZIONE 1) SPORT A SCUOLA rivolto agli alunni della scuola primaria (loro sedi) - apprendimento e perfezionamento delle abilità motorie; - capacità di utilizzare molte informazioni di tipo cognitivo e percettivo - sensoriali utili sia a comprendere le caratteristiche delle azioni che si devono compiere, sia per approfondire l'elaborazione e attivare processi di anticipazione; - operare sempre con maggior rigore e precisione; - muoversi in autonomia utilizzando comportamenti caratterizzati da anticipazione ed iniziativa. AZIONE 2) A SCUOLA DI SPORT LOMBARDIA IN GIOCO IV^ EDIZIONE - progetto CONI rivolto agli alunni della scuola primaria. Gli esperti laureati in scienze motorie affiancheranno per un'ora la settimana il docente di classe nell'ora di motoria con le seguenti finalità: apprendimento e perfezionamento delle abilità motorie; il gioco di squadra; il rispetto delle regole.
Metodologie utilizzate Metodologie utilizzate lezioni frontali; lavori di gruppo; apprendimento cooperativo.
Descrizione delle attività azione 1) l'attività sarà suddivisa in due parti:costruzione del gruppo - gioco; abilità motorie di base, a coppie, in gruppo; le regole del gioco; l'interazione tra i pari e l'adulto. nella seconda parte il gioco di squadra. azione 2) si continuerà il percorso dell'azione 1) nell'ottica della continuità del processo educativo; per l'azione 2) saranno organizzati i giochi sportivi finali nei tre plessi di scuole primaria in più giornate da calendarizzare.
Tempi Tempi: per l'azione 1) inizio a ottobre 2018. Le ore saranno da conteggiare sulla base al pagamento delle famiglie; per l'azione 2) inizio a metà novembre 2018: le ore sono 20 per classe specificate nel progetto CONI
Torna all'indice



Titolo Progetto IL CORPO ESPLORA LO SPAZIO
Referente Bossolini Maria cristina
Destinatari Tutti i bambini di tre,quattro e cinque anni delle scuole dell'infanzia dell'istituto comprensivo. INFANZIA DANTE:2 sezioni,58 bambini INFANZIA PROVENZAL:2 sezioni,35 bambini INFANZIA VIA FURINI:2 sezioni,51 bambini INFANZIA STRADA VALLE:2 sezioni,46 bambini INFANZIA VIA GOBETTI:5 sezioni,132 bambini.
Finalità Riconoscimento del valore della psicomotricità. Sviluppo della psico-affettività. Lateralizzazione e orientamento. Affinamento percettivo. Muoversi nello spazio con sicurezza.
Metodologie utilizzate Attività singole e di gruppo con l'ausilio della musica e non.
Descrizione delle attività L'attività sarà suddivisa per gruppi di sezione o per età. Giochi liberi e guidati.
Tempi Da gennaio 2019 ad aprile/maggio 2019. Le ore verranno conteggiate in base al pagamento delle famiglie.
Torna all'indice

 

Titolo Progetto IL PICCOLO DREAMER
Referente Ziminiani Cristina
Destinatari CLASSE II A 23 ALUNNI CLASSE II B 21 ALUNNI CLASSE II C 24 ALUNNI CLASSE II D 23 ALUNNI
Finalità IMPARARE SIN DA PICCOLI A GUARDARE IL MONDO E LA VITA DA UN DIVERSO PUNTO DI VISTA CHE LIBERA DAGLI SCHEMI MENTALI CHE L' EDUCAZIONE E LA CULTURA CI IMPONGONO E CHE OFFRE LA POSSIBILITA' DI CONOSCERE SE STESSI, SVILUPPANDO TALENTI, E CREANDO ATTRAVERSO L' ARTE DEL SOGNATORE BAMBINI SERENI E SPONTANEI
Metodologie utilizzate LETTURA AL ALTA VOCE DA PARTE DELL' INSEGNANTE PER FAVORIRE L' ABITUDINE ALL' ASCOLTO IN UN AMBIENTE EMOTIVO CARICO DI AFFETTIVITA'
Descrizione delle attività LETTURA AD ALTA VOCE DELLE PARTI PIU' SIGNIFICATIVE DEL LIBRO
Tempi SECONDO QUADRIMESTRE
Torna all'indice




Titolo Progetto INSIEME PER IMPARARE (DOPOSCUOLA DI INCONTRIAMOCIASCUOLA)
Referente Massa Daniela
Destinatari Alunni in difficoltà segnalati dai Consigli di Classe (massimo due per classe) Classi 25 = 50 alunni circa
Finalità - Offrire opportunità di successo negli apprendimenti scolastici a quegli alunni che evidenziano particolari carenze dal punto di vista linguistico, logico ed emotivo - Rimuovere le difficoltà di apprendimento e l'insuccesso scolastico, potenziali motivazioni di abbandono scolastico - Sviluppo del senso del dovere come realizzazione personale, di autonomia e stimolo alla cooperazione Miglior inserimento di tutti gli alunni all'interno della comunità e partecipazione attiva e motivata alla vita della scuola. Sviluppo delle abilità di base nell'area linguistica e valorizzazione degli stili individuali di apprendimento.Diminuzione del disagio negli alunni con maggiori difficoltà di apprendimento. Aumento della capacità di interagire all'interno del gruppo utilizzando competenze, linguaggi ed esperienze diversi.
Metodologie utilizzate Insegnamento individualizzato o per piccoli gruppi, per recupero carenze disciplinari. Attività laboriatoriali.
Descrizione delle attività Prima Fase: Assistenza pomeridiana nello svolgimento dei compiti e potenziamento studio: il servizio proposto per l'intera durata dell'anno scolastico è rivolto agli studenti segnalati dai consigli di classe. Sarà svolto da docenti volontari il giovedì dalle 14,00 alle 16,00. Seconda fase: Incontro aggiuntivo a piccoli gruppi per materia, in un altro giorno della settimana da concordare.
Tempi Da novembre a maggio. Sei volontari dell'Associazione "Incontriamoci a scuola" svolgeranno ognuno 60 ore circa di insegnamento a costo 0
Torna all'indice




Titolo Progetto INVALSI
Referente Nasti Giuseppe
Destinatari Alunni classi seconde Scuola Primaria n. 156 Alunni classi quinte Scuola Primaria n. 136 Studenti classi terze Scuola Secondaria di I grado n. 183 Totale discenti n. 475
Finalità Consentire il regolare svolgimento delle Prove Nazionali di Valutazione.
Metodologie utilizzate Iscrizione alle prove INVALSI 2019. Raccolta e invio delle variabili di contesto. Organizzazione delle giornate di somministrazione e di tabulazione. Condivisione delle modalità di svolgimento delle prove con i docenti.
Descrizione delle attività Nel nostro Istituto le prove INVALSI vengono effettuate nelle classi 2^ e 5^ della Scuola Primaria e nelle classi 3^ della Scuola Secondaria di Primo Grado. Le procedure sono fornite dal Sistema Nazionale di Valutazione. Lo scadenzario presenta le diverse fasi di attuazione del progetto (iscrizione alle prove INVALSI 2019, raccolta e inserimento delle variabili di contesto, controllo dei fascicoli in arrivo secondo manuale di controllo, disposizioni per i giorni delle prove, indicazioni per gli alunni e studenti certificati in stato di handicap e DSA). Per la somministrazione prove, verranno nominati i docenti presenti in orario di servizio. Dello svolgimento prove e degli esiti, verrà data comunicazione sul sito della scuola.
Tempi Intero anno scolastico 2018/2019
Torna all'indice




Titolo Progetto ISTRUZIONE DOMICILIARE
Referente Gugliada Daniela
Destinatari  
Finalità - Garantire il diritto allo studio - Favorire la normale prosecuzione del percorso scolastico - Consolidare ed approfondire le conoscenze in previsione della futura iscrizione alla scuola secondaria di primo grado - Mantenere legami positivi con l'ambiente scolastico di appartenenza.
Metodologie utilizzate Lezioni frontali personalizzate in presenza di due docenti della classe di appartenenza che si alternano al domicilio dell'alunno.
Descrizione delle attività Le modalità organizzative e le fasi di lavoro dipendono dallo stato di salute e dalle risposte dell'alunno. Si privilegeranno l'area linguistica e l'area logico matematica, senza trascurare le discipline dell'area antropologica e scientifica. Si alternerà un momento teorico, seguito da esercitazioni per consolidare gli apprendimenti.
Tempi Il progetto si articola in quattro ore settimanali e durerà dal 15 ottobre 2018 al 22 dicembre 2018 con possibilità di proroga se richiesto dalla struttura sanitaria e dalla famiglia (previa autorizzazione da parte della scuola polo.
Torna all'indice




Titolo Progetto LABORATORIO DI RECUPERO- CONSOLIDAMENTO ITALIANO /POTENZIAMENTO LATINO A CLASSI APERTE 3^B 3^C
Referente Bisio Alessandra
Destinatari Alunni delle classi 3^B (n. 21)E 3^C (n. 18) della scuola secondaria IC Via Dante. Totale alunni n. 39
Finalità Recuperare e consolidare conoscenze e abilità nella Lingua Italiana.Offrire nozioni di base di Lingua Latina.
Metodologie utilizzate Lezione frontale, didattica attiva.
Descrizione delle attività Gli alunni verranno suddivisi in due gruppi. Uno svolgerà attività di recupero e consolidamento delle conoscenze orto-morfo-sintattiche della lingua italiana con la professoressa Casali; l'altro gruppo affronterà lo studio dei primi rudimenti della lingua latina con la professoressa Bisio.
Tempi Gli incontri si svolgeranno in orario curricolare il venerdì dalle 12.00 alle 13.00 a partire da fine novembre per un totale di 10 ore.
Torna all'indice




Titolo Progetto LABORATORIO DI RECUPERO-CONSOLIDAMENTO ITALIANO/POTENZIAMENTO LATINO A CLASSI APERTE.
Referente Fondacci Simona
Destinatari Alunni delle classi 3D, 3F e 3I della scuola secondaria Ic Via Dante.
Finalità Recuperare e consolidare le conoscenze della grammatica italiana; offrire nozioni basilari agli alunni che affronteranno lo studio del Latino.
Metodologie utilizzate Lezione frontale, lavori di gruppo, didattica attiva.
Descrizione delle attività Gli alunni delle tre classi verranno suddivisi in tre gruppi di livello: - Il primo gruppo svolgerà attività di recupero delle conoscenze morfosintattiche della lingua italiana, con esercizi mirati e/o individualizzati e di ripasso delle regole studiate con la docente Patrizia Pensa. - Il secondo gruppo svolgerà attività di consolidamento delle conoscenze morfosintattiche della lingua italiana con la docente Paola Ghislieri. - Il terzo gruppo svolgerà attività di potenziamento attraverso lo studio dei primi rudimenti della lingua latina con la docente Simona Fondacci. Gli elenchi dei tre gruppi che svolgeranno parallelamente le attività saranno redatti in seguito, quando si avrà un quadro preciso rispetto agli alunni con carenze/lacune in Italiano. Gli incontri si svolgeranno in orario curricolare secondo un calendario da definire.
Tempi Il percorso si articolerà a partire dal mese di gennaio in cinque lezioni settimanali di due ore ciascuno, per un totale di 10 ore.
Torna all'indice




Titolo Progetto LABORATORIO MUSICALE PER LA SCUOLA DELL'INFANZIA
Referente Buccino Antonio
Destinatari Tutti i bambini di 5 anni delle Scuole dell'Infanzia dell'I.C. "Via Dante", ai sensi del DECRETO LEGISLATIVO 13 aprile 2017, n. 60 presumibilmente 5 sezioni per un totale di 125 alunni.
Finalità Il progetto si propone di sviluppare la sensibilita' musicale dei bambini attraverso attivita' di percezione e produzione utilizzando voce, corpo e strumenti.Inoltre, si favorira' l'esplorazione tra i primi alfabeti musicali utilizzando i simboli di una notazione informale per codificare i suoni percepiti e riprodurli.
Metodologie utilizzate Il progetto prevede un percorso di esperienze sia sensoriali sia ritmico-motorie sia di manipolazine vera e propria, abbinate all'ascolto di brani o musiche che suscitino interesse nei bambini e che favoriscano il loro coinvolgimento nelle varie proposte operative.
Descrizione delle attività Il percorso musicale previsto vuole essere un avvio alla comprensione dei concetti di base della musica dove l'apprendimento avviene attraverso l'esperienza concreta e l'imitazione dell'adulto, dove si sviluppa la capacita' dell'orecchio di percepire con precisione gli intervalli e la coordinazione orecchio-voce, cioe' quella che permette di riprodurre esattamente una canzone. Al termine del laboratorio e' previsto un piccolo spettacolo musicale come l'esecuzione corale di alcune canzoni con l'accompagnamento di basi e l'ausilio di piccoli strumenti, non ultimi quelli prodotti dai bambini stessi, o la rappresentazione di un fiaba musicale. Il livello di gradimento degli alunni e dei genitori verra' misurato attraverso la somministrazione di questionari.
Tempi Il laboratorio musicale ha la durata di 10 incontri di 1 ORA con cadenza settimanale, con i costi del laboratorio a carico delle famiglie. Alla fine del percorso verra' presentato il lavoro svolto, sotto forma di Spettacolo/Concerto/Esibizione.
Torna all'indice




Titolo Progetto LEGALITà
Referente Migliorini Elisabetta
Destinatari Alunni scuola secondaria
Finalità Educazione alla Legalità
Metodologie utilizzate incontri con gli avvocati e con gli esperti incontri con i vigili
Descrizione delle attività lezioni currculari con gli avvocati dell'AIGA per le classi terze incontri con esperi (vigili e psicologa) sul bullismo e ludopatie-gioco d'azzardo per le prime e seconde
Tempi novembre aprile incontri mensili
Torna all'indice




Titolo Progetto LETTORATO DI LINGUA INGLESE
Referente Inglese Bruna
Destinatari 150 alunni delle classi seconde e terze della Scuola Secondaria.
Finalità Consolidamento delle competenze linguistiche di L2 con particolare riferimento all'ascolto e alla produzione orale.
Metodologie utilizzate Utilizzo di una docente madrelingua (lettrice) per lo svolgimento di lezioni improntate al metodo comunicativo-funzionale in forma orale: trattazione di argomenti di varia natura per consolidare l'uso delle funzioni linguistiche e delle strutture grammaticali già acquisite dagli alunni.
Descrizione delle attività Ciclo di lezioni tenute dalla lettrice madrelingua in un'aula preposta e rivolte al gruppo di alunni che hanno aderito nelle singole classi.
Tempi 6 ore di lezioni complessive (1 ora la settimana) per ogni classe aderente al progetto.
Torna all'indice




Titolo Progetto LETTORATO DI LINGUA SPAGNOLA
Referente nigro francesca
Destinatari Gli alunni delle classi seconde A, B, C/F, D, E, G, H. Gli alunni delle classi terze A, B, C/F, D, G, H, I.
Finalità Il lettorato, dando agli alunni la possibilità di entrare a contatto con un docente madrelingua, offre una fondamentale occasione di esercitare le abilità di ascolto, comprensione e produzione orale e di approfondire, consolidare ed ampliare il repertorio lessicale. Il lettorato costituisce, inoltre, un’esperienza che permette ai ragazzi di conoscere ed approfondire aspetti culturali nell’accezione più ampia del termine della lingua oggetto di studio.
Metodologie utilizzate L’approccio metodologico sarà di tipo funzionale- comunicativo, con l’obiettivo di privilegiare il coinvolgimento diretto degli alunni che potranno esercitare e consolidare l’uso delle funzioni linguistiche, delle strutture grammaticali e del repertorio lessicale di cui sono già in possesso.
Descrizione delle attività Il progetto si svolgerà nelle ore curricolari di lingua Spagnola per consentire una maggiore adesione e non ostacolare la partecipazione di quegli alunni impegnati in rientri pomeridiani ed attività extra-curricolari. Agli alunni viene richiesto un contributo di 25 euro per l’adesione al progetto. Il lettorato, inoltre, verrà presentato non solo dalle insegnanti di lingua spagnola nelle proprie classi, ma anche attraverso i seguenti canali di comunicazione: sito della scuola, news, newsletter, twitter.
Tempi Sia per le classi seconde che per le terze 1h curricolare che verrà concordata dal docente curricolare e dal docente madrelingua, per un periodo di sei settimane, tra il primo e il secondo quadrimestre. La data di avvio del progetto e i giorni verranno stabiliti in base alle esigenze dei docenti, della lettrice e degli alunni. Dopo aver ritirato le adesioni al progetto si riscontra che il numero delle ore totali è presumibilmente di 66 ore.
Torna all'indice




Titolo Progetto LETTORATO LINGUA FRANCESE
Referente Besostri Elena
Destinatari Classi 1 C 19 alunni, classe 1F 18 alunni classe 2F/C 20 alunni, classe 3F/C 24 alunni classe 3 E 24 alunni
Finalità Il progetto offre la possibilità agli alunni delle classi prime, seconde e terze di arricchire lo studio della lingua francese attraverso lezioni tenute da un’insegnante madrelingua. Gli obiettivi sono: Potenziamento delle abilità di conversazione in lingua francese ampliamento del lessico di base perfezionamento dell’aspetto fonetico della lingua
Metodologie utilizzate Le attività proposte saranno sviluppate secondo il metodo comunicativo basato sulla centralità dell’alunno e sulla continua motivazione all’apprendimento. Le lezioni affronteranno lo studio della lingua in modo globale favorendo il raggiungimento di una competenza linguistica fattiva. La lettrice, attraverso uno stimolo di partenza fornito da materiale autentico ( filmati, riviste, materiale ludico, o schede appositamente preparate) condurrà una lezione orale dove tutti gli alunni saranno chiamati ad esprimersi in lingua francese in base alle loro capacità e caratteristiche individuali. Sono previste 6 ore per classe per un totale di 30 ore a partire dal mese di novembre 2018.
Descrizione delle attività Le classi verranno divise in due gruppi. Il gruppo che non partecipa al lettorato svolgerà attività di approfondimento e recupero con l’insegnante di classe. Numero di lezioni: 6 per gruppo classe della durata di 60 minuti, a partire dal mese di novembre con cadenza settimanale.
Tempi Il lettorato si svolgerà nel corso del primo quadrimestre. Si svolgerà una lezione a settimana durante le lore di francese curriculari per un totale di 6 lezioni per ogni classe.
Torna all'indice




Titolo Progetto MILLE SCENE NELLO ZAINO
Referente Migliorini Elisabetta
Destinatari Alunni scuola secondaria
Finalità Il progetto nasce dalla necessità di promuovere nei ragazzi la conoscenza della propria corporeità e della propria identità personale attraverso la gestualità e varie forme di espressione, attivando con opportune strategie, giochi linguistici, di ruolo, dinamiche di gruppo, esewrcizi di interpretazione volti ad acquisire maggiore disinvoltura nel relazionarsi con i pari di età e con gli adulti e a superare le insicurezze tipiche dell'età adolescenziale.
Metodologie utilizzate Gioco e animazione teatrale come mezzi per conoscere sè, l'altro, l'ambiente e per interpretare la realtà. La rappresentazione finale è il frutto di un percorso personale e collettivo
Descrizione delle attività Fase preliminare: giochi di socializzazione e ritmico-motorio esplorazione dlle tecniche:espressione corporea e improvvisazione lavoro sul testo: scrittura creativa prove di recitazione scelte scenografiche colonna sonora prove gemerali e rappresentazioni finali
Tempi Due ore settimanali da Novembre 2018 a Maggio 2019
Torna all'indice




Titolo Progetto NOI PICCOLI ...E GRANDI CITTADINI
Referente Zaccaria Grazia
Destinatari Alunni scuola dell'infanzia e scuola primaria Dino Provenzal
Finalità Promuovere nei giovani cittadini (alunni di scuola dell’infanzia, primaria ), la consapevolezza di appartenere a uno stato sociale e istituzionale che cresce e si trasforma nel tempo e nello spazio. Acquisire, attraverso le esperienze, le conoscenze, la lettura dei documenti e le attività pratiche, la consapevolezza del valore dei beni di cui i bambini e i ragazzi possono avere un riscontro nel loro vissuto quotidiano: beni attinenti la società (la pace, la legalità, l'economia e il lavoro, la solidarietà, lo sport, i mezzi di comunicazione, l'istruzione, l'identità culturale e l'intercultura, i rapporti con il territorio). Acquisire attraverso l'esperienza, l'idea che la partecipazione diretta, misura la democrazia di una società, educa al rispetto, al dialogo e alla responsabilità.
Metodologie utilizzate Il progetto è stato pensato come l’opportunità di dare una struttura organica, sotto la voce Cittadinanza e Costituzione, a interventi disciplinari e trasversali che nell’Istituto Comprensivo “ I.C.” sono da tempo in atto. Le tematiche, ricavabili dalle indicazioni di Competenze in uscita, sono state prescelte dalla Commissione di Progetto (formata da Docenti di più discipline e dei due ordini di scuola) con il duplice criterio di rispondere a effettivi bisogni degli allievi e di essere già stati sperimentati con successo. I temi sono stati raccolti sotto le tre macrovoci “beni” (della persona, dell’ambiente, della società) in quanto si ritiene che leggi e comportamenti virtuosi non possano che essere pensati in difesa dei beni fondamentali dell’individuo e di ciò che lo circonda. Per la scuola dell’infanzia, le docenti hanno proceduto secondo i campi di esperienza dei piccoli. Per gli interventi esterni, si sono citati enti e persone già note al nostro Istituto per la loro fattiva collaborazione: in alcuni casi non sono previsti oneri finanziari, in altri sarà invece necessario prevedere una spesa. Per quanto concerne la metodologia, verrà privilegiato l’approccio operativo, affiancato, dalle necessarie conoscenze teoriche (legislazione, normativa, esiti di inchieste ecc) con un costante riferimento sia ai diritti che ai doveri, a cominciare dallo Statuto e dal Regolamento di Istituto, frutto di discussione e partecipazione democratica nel momento della stesura.
Descrizione delle attività Il progetto verrà articolato partendo da una più approfondita conoscenza dei principali e basilari articoli della nostra costituzione. Verrà approfondito il significato etmologico della parola democrazia e la parola repubblica con riferimenti storici. Accenno a come è formato il Parlamento e conoscenza degli enti locali: Regione, Comune.
Tempi Anno scolastico 2018 / 2019
Torna all'indice




Titolo Progetto ORGANIZZAZIONE ESAME DELE
Referente Montessori Chiara
Destinatari La commissione esaminatrice e tutti gli studenti, interni ed esterni alla scuola, che partecipano alla Sessione di maggio del DELE, Diploma de Español como Lengua Extranjera, per conseguire la Certificazione dal livello A1 al livello C2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento. Il nostro Istituto infatti è sede d'esame nella città di Voghera e scuola di riferimento per gli alunni del Liceo Linguistico "Galileo Galilei".
Finalità Garantire il corretto svolgimento dell'esame Dele attraverso l'organizzazione di tutte le sue fasi: - raccolta delle iscrizioni e loro inserimento nel database dell'Instituto Cervantes - mediazione e comunicazione tra l'Instituto Cervantes e Istituto Comprensivo in ogni fase del progetto - informazione ai candidati sul calendario delle prove scritte e orali - controllo del materiale d'esame inviato dall'Instituto Cervantes (CD, materiale cartaceo per le prove di Comprensione scritta, orale e Produzione scritta) e dell'attrezzatura necessaria (cancelleria, registratori) - definizione del calendario delle prove orali - accoglienza della Commissione d'esame - controllo del corretto svolgimento dell'esame - spedizione all'Instituto Cervantes delle prove d'esame.
Metodologie utilizzate Si definisce un protocollo che descriva le fasi del processo organizzativo indicando i referenti e i responsabili di ciascuna fase.
Descrizione delle attività Al fine di permettere il regolare svolgimento dell'esame, si adottano le seguenti procedure: 1) Modalità di iscrizione Come specificato sul sito della scuola, le domande di iscrizione hanno validità solo se pervenute tramite: - posta elettronica certificata - raccomandata con ricevuta di ritorno - consegna in segreteria negli orari di apertura al pubblico, all'attenzione della Responsabile amministrativa del progetto ( signora Maria Rita Cignoli) 2) Modalità di inserimento delle domande L'inserimento delle iscrizioni interne ed esterne alla scuola, nel database dell'Instituto Cervantes, avverrà ad opera della responsabile amministrativa del progetto. 3) Comunicazione ufficiale dell'avvenuta iscrizione e della convocazione Entro cinque giorni dal termine delle iscrizioni verrà pubblicato sul sito della scuola la lista dei candidati all'esame, come conferma dell'avvenuto inserimento. Il giorno e l'ora di convocazione all'esame scritto e orale viene invece comunicata ai candidati tramite lettera consegnata tramite l'insegnante o tramite posta ordinaria. 4) Modalità di invio delle prove d'esame Alla fine dell'esame le prove scritte, custodite in buste sigillate, verranno inviate tramite posta raccomandata all'Instituto Cervantes di Milano dalla Segreteria. Si precisa che tra l'Instituto Cervantes e l'Istituto Comprensivo è attivo un contratto che prevede, da parte del primo, il rimborso delle spese di segreteria e il pagamento di un compenso alla scuola che si fa carico dell'organizzazione degli spazi e delle fasi dell'esame. (Per tali mansioni la sottoscritta non percepisce nessun compenso dall'Instituto Cervantes).
Tempi Il termine per la sessione di maggio viene comunicato dall'Instituto Cervantes. A partire da tale data inizia la fase di inserimento dei dati e di definizione del calendario degli orali. Il controllo del materiale già in sede ( cancelleria, materiale per le prove di interazione orale) e di quello inviato per posta si svolge i giorni antecedenti all'esame.
Torna all'indice




Titolo Progetto OVERSEAS PROJECT
Referente Inglese Bruna
Destinatari Classi corso C, corso F, 3I della scuola secondaria per un totale di 145 alunni. Potranno essere coinvolte altre classi di docenti della scuola secondaria e primaria che vorranno partecipare al progetto.
Finalità Migliorare le capacita' comunicative in lingua inglese e la motivazione degli alunni ad interagire in L2 con una persona madrelingua. Favorire lo scambio culturale con chi proviene da un Paese e da un sistema educativo diverso dal proprio,
Metodologie utilizzate Accoglienza e tutoraggio di una docente tirocinante madrelingua proveniente da una universita' statunitense e iscritta al programma Global Gateway for Teachers gestito dalla School of Education di Indiana University (USA). Affiancamento al docente di lingua inglese delle classi coinvolte (tutor) che guiderà' la tirocinante nella programmazione e nello svolgimento delle lezioni. Eventuale affiancamento ad altri docenti interessati al progetto.
Descrizione delle attività Affiancamento della tirocinante a uno o più' docenti tutor di lingua inglese per un ammontare di ore settimanali pari o superiore a 18. Compiti del tutor: accoglienza iniziale della tirocinante, graduale coinvolgimento della tirocinante nello svolgimento delle lezioni secondo la programmazione di classe, sviluppo di strategie di insegnamento con un particolare focus sul rafforzamento delle competenze comunicative degli alunni. Possibile partecipazione della tirocinante a uscite didattiche previste per le classi ove appropriato.
Tempi Permanenza prevista della tirocinante: 8 settimane a partire dal 22 ottobre 2018.
Torna all'indice




Titolo Progetto P.E.S.I. PREPARAZIONE ALL’ESAME FINALE DI INGLESE_CLASSI III
Referente Ferrari Silvia
Destinatari CLASSI TERZE, alunni con difficoltà o con l'insufficienza in lingua inglese, alunni DSA (candidati volontari e candidati individuati dai docenti curricolari). Max. 25 alunni.
Finalità -Allenare gli alunni a svolgere comprensioni del testo e dialoghi in lingua inglese in modo sereno, sicuro e preciso -Consolidare la conoscenza e l'uso della lingua inglese (grammatica, lessico, funzioni comunicative) -Superare con tranquillità e sicurezza l'esame finale scritto di inglese
Metodologie utilizzate L’insegnante: -gestisce l’attività di ripasso -facilita la comprensione dei testi leggendo e traducendo personalmente, avvalendosi anche del vocabolario online WORDREFERENCE -guida la creazione del dialogo -supervisiona la correzione dei questionari e dei dialoghi - offre dritte e consigli per superare l’esame - prepara esercizi di comprensione personalizzati, in base alle esigenze L'alunno: -svolge comprensioni del testo scritte a risposte multiple, risponde sia individualmente sia collegialmente e corregge il questionario e gli esercizi personalizzati -crea dialoghi sulla base di indicazioni -prende appunti sul ripasso grammaticale e annota la traduzione delle parole sconosciute
Descrizione delle attività - Si legge e si traduce sia il testo da comprendere sia il questionario e gli esercizi personalizzati, anche con l’ausilio del vocabolario online WORDREFERENCE (il testo può anche essere letto da madrelingua e ascoltato con un cd) - Si creano dialoghi sulla base di indicazioni - Si individuano nel testo (sia della comprensione sia del dialogo) le principali regole grammaticali da analizzare e ripassare - Si procede allo svolgimento delle comprensioni e dei dialoghi in modo sia collegiale sia individuale e si forniscono indicazioni e suggerimenti sulla modalità di risposta e sul relativo contenuto - Si correggono le risposte coinvolgendo tutta la classe (una risposta per alunno) - Si può creare un'aula virtuale online in cui depositare testi e dialoghi che gli alunni, a loro discrezione, possono comprendere e creare in autonomia a casa e le relative correzioni con annotazioni e suggerimenti -Si effettua la correzione collegiale della comprensione (una risposta data da ogni alunno) svolta in classe (prima in gruppo, poi in modo sempre più autonomo) e dei dialoghi -Si simula una prova d’esame durante la penultima lezione (correzione svolta dall’insegnante a casa e restituzione durante le ore curricolari) Ad ogni lezione verrà somministrata una comprensione del testo e un dialogo da tradurre.
Tempi -Sei lezioni da un’ora e mezza ciascuna, per un totale di nove ore -Sei settimane di scuola, tra maggio e giugno (in prossimità dell’esame, proprio per garantirne migliori performance) -Di pomeriggio, dopo le lezioni curricolari (per favorire la partecipazione degli alunni di tutte le classi) Le lezioni non svolte a causa di motivi personali e lavorativi dell’insegnante saranno recuperate in altra data, previa comunicazione scritta da parte dell’insegnante stessa. Calendario lezioni: 3-10-17-24-31 maggio e 7 giugno 2019, dalle 16 alle 17.30.
Torna all'indice




Titolo Progetto PIETRALARA
Referente Bonghi Marta
Destinatari 8 Classi della secondaria, per un totale di 175 alunni
Finalità -allenare e migliorare le abilità relazionali, cognitive, manuali e collaborative. -conoscere e entrare in relazione con il territorio. -imparare ad orientarsi.
Metodologie utilizzate -giochi, -attività laboratoriali -riflessioni, guidati dagli esperti conduttori di gruppo, nonchè educatori della Fondazione Adolescere. -escursioni
Descrizione delle attività Soggiorno residenziale di tre giorni nelle strutture della Fondazione Adolescere: a Pietragevina, ai Sette Borghi di Romagnese.
Tempi 12-14 NOVEMBRE STAGES A PIETRAGAVINA: PIETRALARA SETTEBORGHI:OLTRELARA 26-28 NOVEMBRE 2 STAGES A PIETRAGAVINA: PIETRALARA A SETTEBORGHI:PIETRALARA 11-13 MARZO 2 STAGES A PIETRAGAVINA: PIETRALARA SENSORIALE A SETTEBORGHI OLTRELARA 8-10 APRILE 2 STAGESA PIETRAGAVINA:PIETRALARA SENSORIALE SETTEBORGHI: PIETRALARA
Torna all'indice




Titolo Progetto POSTER PER LA PACE
Referente Cova Flavio
Destinatari La partecipazione al concorso "Un poster per la pace" è aperta a tutti i ragazzi di classe terza della scuola media per un totale di 140 alunni preventivabili.
Finalità Sensibilizzare i ragazzi a riflettere sull'importanza del tema trattato, esprimendo in maniera creativa la loro visione di pace e a condividerla con gli altri.
Metodologie utilizzate Riflessione, ricerca e discussione in classe delle tematiche trattate e successiva rielaborazione grafico-espressiva.
Descrizione delle attività Contatti organizzativi con la locale sezione del Lions Club Voghera Host che sponsorizza il concorso. Produzione degli elaborati grafici e selezione dei vincitori operata da apposita giuria.
Tempi I lavori vengono eseguiti tra i mesi di ottobre e novembre. La premiazione avverrà al termine del primo quadrimestre.
Torna all'indice




Titolo Progetto POTENZIAMENTO LINGUA INGLESE_CLASSI I^
Referente Ferrari Silvia
Destinatari CLASSI PRIME: alunni che aderiscono liberamente al progetto, alunni meritevoli segnalati dall’insegnante. Max. 25 alunni.
Finalità -consolidare e approfondire le funzioni comunicative e il lessico -rafforzare la conoscenza grammaticale -esprimersi in modo semplice, corretto, efficace e fluente nella produzione e interazione orale -migliorare la pronuncia -potenziare l’abilità di ascolto e di comprensione -acquisire maggiore sicurezza e competenza nella lingua straniera
Metodologie utilizzate -In ambito lessicale, l’insegnante offre spidergrams, crosswords, wordsearch e cloze exercises. L’alunno partecipa attivamente, anche attraverso il cooperative learning. -Durante le attività di ascolto o di visione di video, l’insegnante aiuta gli alunni a comprendere i messaggi traducendo delle parole o rispiegando il concetto in lingua inglese con termini più semplici e a loro familiari. Gli alunni ascoltano, guardano il video e rispondono a questionari scritti, cercando poi di rielaborare oralmente i contenuti. -Per quanto riguarda la produzione linguistica, l’insegnante stimola gli alunni a parlare con lei e fra di loro, ponendo loro una serie di domande, cercando di creare conversazioni e role-play e non solo interviste.
Descrizione delle attività Durante la lezione di potenziamento si svolgono le seguenti attività: -Approfondimento lessicale attraverso spidergrams, crosswords, wordsearch e cloze exercises -Ascolto, visione di filmati e comprensione scritta -Produzione orale: conversazioni, role-play -Ripasso grammaticale e funzioni comunicative -Verifica finale (ultima lezione; correzione svolta dall’insegnante a casa e restituzione durante le ore curricolari) Nel corso delle lezioni l’insegnante parla in lingua inglese (si adatta comunque alle necessità, esigenze ed eventuali difficoltà degli alunni).
Tempi -Otto lezioni da un’ora e mezza ciascuna, per un totale di dodici ore -Otto settimane di scuola, nel secondo quadrimestre, tra febbraio e aprile -Di pomeriggio, dopo le lezioni curricolari (per favorire la partecipazione degli alunni di tutte le classi) Le lezioni non svolte a causa di motivi personali e lavorativi dell’insegnante saranno recuperate in altra data, previa comunicazione scritta da parte dell’insegnante stessa. Calendario lezioni: 15 febbraio, 1-8-15-22-29 marzo, 5-12 aprile 2019, dalle ore 16 alle ore 17.30
Torna all'indice




Titolo Progetto POTENZIAMENTO LINGUA LATINA, RECUPERO
Referente Migliorini Elisabetta
Destinatari Alunni classi 3 F e £ G
Finalità Offrire conoscenze di base agli alunni che affronteranno lo studio del Latino alla Scuola Secondaria di secondo grado.
Metodologie utilizzate Gruppo potenziamento.Lezione frontale, lavori di gruppo, didattica attiva. Si cercherà di affiancare allo studio della sintassi e delle regole della lingua latina un percorso lessicale ed etimologico, rintracciando. Gruppo recupero. Esercizi di recupero grammaticale, comprensione e produzione testi.
Descrizione delle attività Potenziamento. prima declinazione; seconda declinazione;aggettivi e verbi. Recupero. Ripasso delle regole morfo - sintattiche (verbi e principali complementi); analisi del periodo. Produzione e comprensione testi.
Tempi Gennaio-Aprile
Torna all'indice




Titolo Progetto PROGETTO CONTINUIT� INDIRIZZO MUSICALE
Referente Buccino Antonio
Destinatari Tutte le classi del Corso ad Indirizzo Musicale e le classi quinte della Scuola Primaria I.C "Via Dante". Nello specifico 140 alunni della Scuola Secondaria e 160 alunni della Scuola Primaria. Totale 300 alunni
Finalità Presentazione del Corso Indirizzo Musicale alle classi quinte della Scuola Primaria, in continuita' con gli alunni del Corso Musicale della Scuola Secondaria (inclusi quelli usciti dalle classi quinte nell'anno scolastico precedente).
Metodologie utilizzate Esigenze musicali di un gruppo d'Insieme. Gestualita' del Direttore d'orchestra. Elementi dell'Agogica. Elementi della Dinamica. Intonazione.
Descrizione delle attività Si terranno una serie di lezioni-concerto tenute dai docenti di Strumento Musicale (singolarmente o in diverse formazioni) che coinvolgeranno le classi quinte della Scuola Primaria. Inoltre, le stesse saranno invitate alle prove aperte dell'Orchestra del Corso Musicale, durante le quali saranno attivamente coinvolte. Sono coinvolti tutti i docenti di Strumento Musicale.
Tempi Il progetto si svolge durante il primo quadrimestre, tra novembre e gennaio. Si concludera' con la somministrazione di un Test attitudinale di ascolto. Ogni incontro sara' regolarmente calendarizzato e concordato preventivamente con le maestre delle classi coinvolte.Durata massima di 40 ore Per le Maestre coinvolte della Sede Provenzal vengono previste ore a recupero, come suggerito dalla Vicaria Ferlin, in quanto accompagnano gli alunni in sede centrale.
Torna all'indice




Titolo Progetto PROGETTO CONTINUITA'
Referente Buccino Antonio
Destinatari Tutti gli alunni dell'Istituto Comprensivo: Infanzia 150 circa, classi prime Primaria 110 circa, classi quinte Primaria 160 circa, classi prime Secondaria 180 circa TOTALE 600 circa
Finalità Garantire all'alunno un processo di crescita unitario, organico e completo nei tre ordini di scuola. Prevenire il disagio e l'insuccesso scolastico.
Metodologie utilizzate frontali e/o dialogate; attivita’laboratoriali; lezioni con la LIM; laboratorio di didattica digitale; laboratorio di tecnologia; biblioteca della scuola; lezioni di lingua francese e spagnola; incontri con i genitori; incontri con docenti scuola infanzia e primaria; incontri docenti primaria classi quarte e quinte con docenti secondaria per la messa a punto del curricolo verticale. Incontri collegiali nei dipartimenti con docenti primaria. Organizzazione Open Day nei tre plessi di scuola dell'infanzia, primaria e secondaria con organizzazione di laboratori per l'accoglienza; i bambini di cinque anni saranno accolti dagli ex compagni che frequentano il primo anno di scuola primaria; i ragazzi della secondaria accoglieranno i bambini della scuola primaria. (La primaria Provenzal ospitera’ la scuola dell'infanzia Provenzal e via Furini; la primaria San Vittore ospitera’ la scuola dell'infanzia Valle. La primaria Dante ospitera’ i bambini dell'infanzia Dante e Gobetti; la secondaria Dante ospitera’ la primaria Dante; i docenti della secondaria si recheranno alla primaria San Vittore e Provenzal.)
Descrizione delle attività Nei mesi di Novembre, Dicembre e Gennaio si concentreranno le attivita' di accoglienza rivolte ai genitori e agli alunni delle classi ponte. Il Dirigente Scolastico incontra i genitori per presentare la scuola dell'infanzia, primaria e secondaria e illustrare l'offerta formativa. Gli insegnanti programmano giornate di Scuola Aperta rivolte agli alunni delle classi quinte e ai bambini che si iscriveranno alle scuole dell'infanzia e primaria. In queste giornate gli insegnanti di scuola d'infanzia e di scuola primaria propongono attivita' grafico, pittoriche, manipolative e giochi finalizzati alla socializzazione e alla cooperazione, allo scopo di costruire aspettative positive verso l'ingresso alla scuola d'infanzia e primaria, curiosita' verso la nuova scuola e i compagni che incontreranno. Gli insegnanti di scuola secondaria organizzano mini laboratori e propongono lezioni interattive con la LIM. I docenti dell'indirizzo musicale presentano lezioni-concerto (si veda progetto prof.Buccino) e gli alunni delle classi terze accompagnano i futuri studenti e i loro genitori a visitare i locali della scuola. Nei mesi sopra indicati i docenti della scuola secondaria organizzano laboratori rivolti agli alunni delle classi quinte, per far conoscere le nuove discipline e un approccio diverso allo studio. Le attivita' laboratoriali proposte sono: laboratorio di tecnologia, francese, spagnolo, scienze, canto corale. Nei mesi di Aprile e Maggio si organizzano incontri tra gli insegnanti della scuola primaria e secondaria per: ricevere informazioni e conoscere la realta' degli alunni che si iscriveranno al primo anno della secondaria; confrontare prove finali di classe quinta della scuola primaria e prove iniziali di classe prima della scuola secondaria; condividere i criteri di valutazione per le abilita' di base tra i profili in uscita e i prerequisiti in ingresso; confrontare obiettivi e metodologie. Nell'arco dell'anno gli insegnanti della scuola primaria e secondaria lavorano su progetti comuni. La differenziazione delle ore imputate ai docenti e al personale ATA varia secondo il tipo di partecipazione (presenza e/o progettazione per laboratori)
Tempi Tutto l'anno scolastico
Torna all'indice




Titolo Progetto PROGETTO DI CERAMICA SCUOLA SECONDARIA
Referente Cavagna Giulia
Destinatari TUTTI GLI ALUNNI DELLE CLASSI PRIME SCUOLA SECONDARIA N° 160
Finalità Sviluppare e potenziare le capacità di comprensione e rielaborazione con il supporto del linguaggio visuale ed artistico Maturare la capacità di operare intellettualmente e manualmente per un risultato intenzionale e verificabile come sintesi di un processo conoscitivo Potenziare le capacità di comunicazione Fornire una preparazione culturale e operativa varia nei contenuti e complessivamente organica anche con la valorizzazione della didattica interdisciplinare tenendo presente le particolari caratteristiche, le modalità d’uso, le possibilità espressive della argilla Suscitare l’interesse per il valore storico ed artistico inerente la ceramica, allo scopo di trasmettere l’amore per l’arte
Metodologie utilizzate E’ previsto il coinvolgimento degli studenti all’ideazione e progettazione del laboratorio, rendendoli protagonisti attivi dell’esperienza vissuta. L’incoraggiamento di personali scelte espressive favorirà la maturazione di competenze decisionali. Verrà valorizzato ogni fase del processo di lavorazione; non solo, dunque, il prodotto finale, ma anche il percorso per giungervi.
Descrizione delle attività 6 ore di ceramica per ogni classe prima ad eccezione delle classi 1a,1c,1h con la docente in orario curricolare.
Tempi TUTTO L'ANNO SCOLASTICO DA OTTOBRE FINO A NOVEMBRE POI PRIMA COTTURA DA FEBBRAIO FINO A MARZO POI SECONDA COTTURA FINE MARZO E APRILE COLORAZIONE E ULTIMA COTTURA
Torna all'indice




Titolo Progetto PROGETTO DI EDUCAZIONE ALL'AFFETTIVITà: EMOZIONI E RELAZIONI.
Referente Taini Donatella
Destinatari Classe 4A scuola primaria " D. Provenzal" n. 15 alunni. Classe 4B scuola primaria "D Provenzal" n. 18 alunni.
Finalità Sostenere il gruppo classe nella costruzione di competenze affettive e relazionali.
Metodologie utilizzate L'intervento si rivolge al gruppo classe nel suo complesso con una metodologia esperenziale atta a coinvolgere tutti i partecipanti, valorizzando l'apporto di ciascuno e la diversità personale, intesa come ricchezza per il gruppo.
Descrizione delle attività Per " metodologia esperenziale" si intende una modalità di lavoro basata sul proporre al gruppo esperienze pratiche di confronto, di presa di consapevolezza, di collaborazione, nella convinzione che l'esperienza diretta di una situazione permetta un apprendimento più veloce, efficace, duraturo, proprio perchè vissuto in prima persona ed in modo globale (corpo-mente). Inoltre tale modalità permette di portare la consapevolezza dei partecipanti sulle dinamiche del gruppo nel momento in cui si manifestano.
Tempi Primo quadrimestre. Due incontri per classe per un totale di 6 ore.
Torna all'indice




Titolo Progetto PROGETTO NUVO WINDSTARS PROJECT
Referente Buccino Antonio
Destinatari Tutte le classi terze, quarte, quinte (ai sensi del D. M. 8 del 2011, ai sensi del D.L. 13 aprile 2017, n. 60 ) della Scuola Primaria I.C. "Via Dante". Nello specifico saranno coinvolte 21 classi per un totale di 550 alunni
Finalità Consolidare negli alunni l'approccio allo studio di uno strumento. Decodificare una partitura attraverso lo studio dello Strumento. Il programma di studio NUVO WINDSTARS crea dei veri ensemble di Strumento nelle scuole primarie, con risultati sorprendenti. Suonare con il programma NUVO WINDSTARS offre un'opportunita' unica di provare il piacere di suonare insieme, con tutti i benefici sociali e musicali che questo comporta. Ultima ma non ultima WINDSTARS fornisce anche la possibilita' di introdurre i bambini ai diversi generi musicali, generando un profondo amore per la musica e fornendo la base per gli studi superiori.
Metodologie utilizzate Sara' utilizzato un metodo didattico basato sulla stimolazione e sulla partecipazione attiva dell'utenza. Le attivita' saranno proposte sotto forma di gioco e saranno calibrate di volta in volta a seconda delle possibilita' e degli interessi dei bambini affinche' possano integrarsi ed apprendere in modo semplice e spontaneo.
Descrizione delle attività Il progetto si pone come NATURALE PROSECUZIONE del Progetto Flauto Dolce. Si avvale dell'utilizzo degli strumenti innovativi NUVO DOOD, NUVO TOOT, entrambi come naturale progressione del Flauto Dolce (naturale passaggio agli Strumenti ad ancia e al Flauto Traverso). Il passaggio naturale successivo e' quello agli strumenti NUVO CLARINETTO e NUVO JFLUTE. Il progetto si intende per singola classe.
Tempi Un incontro a settimana per l'intero anno scolastico (30 lezioni).
Torna all'indice




Titolo Progetto PROGETTO ORIENTAMENTO
Referente Buccino Antonio
Destinatari Tutte le classi della Scuola Secondaria di primo grado (530 alunni circa) e le classi quinte della Scuola Primaria (160 alunni circa) Totale alunni 690 circa
Finalità Aiutare gli alunni in una scelta consapevole per affrontare il passaggio alla Scuola Secondaria di secondo grado.
Metodologie utilizzate - Lezioni frontali e/o dialogate con insegnanti della classe, con insegnanti e alunni delle scuole superiori e con le figure professionali - Utilizzo della LIM - Lezioni operativo-pratiche - Attivita' di laboratorio - Compilazione di questionari su fotocopie e online - Incontri individuali con l'esperto (psicologo) - Visite guidate alle scuole superiori - Partecipazione al Campus - Incontro con le famiglie
Descrizione delle attività Attivita' di Orientamento distinte per classe: CLASSI PRIME: QUESTIONARIO ALUNNI: si presentano agli alunni delle domande con Moduli Google con una sintesi delle precedenti 5 schede sull'auto-conoscenza (che prendono in esame le capacità pratico - operative, le attitudini e le motivazioni alla scuola). CLASSE SECONDE: INCONTRO FIGURE PROFESSIONALI Viene preparata una tabella con indicate le professioni e i mestieri; i coordinatori aderiscono scegliendo in base alla propria programmazione e alle preferenze degli alunni. VISITE IN LUOGHI DI LAVORO Ogni Consiglio di Classe valuta la possibilità di organizzare uscite nella nostra zona per visitare luoghi di lavoro. LABORATORI ISTITUTI SUPERIORI Le classi partecipano alle lezioni teoriche e alle attività pratiche di laboratorio presso gli Istituti Superiori per conoscerne tipologia, didattica e metodologia. I docenti interessati (tecnologia, scienze, matematica, lingue)scelgono le tematiche da trattare. CLASSI TERZE BATTERIA 140 DOMANDE Si invitano gli alunni a compilare un questionario attitudinale di 140 domande che spaziano sugli argomenti più disparati per accertare interessi, attitudini e motivazioni non solo scolastiche. INCONTRO DOCENTI SCUOLE SUPERIORI Si presenta l'offerta formativa degli istituti superiori: si organizzano incontri per gruppi eterogenei (classi aperte) secondo un calendario concordato con i docenti delle scuole superiori. Si distribuisce ai ragazzi il materiale informativo CAMPUS DI ORIENTAMENTO Evento orientativo della durata di un giorno organizzato dalla nostra scuola in cui gli Istituti Superiori del territorio presenteranno la propria offerta formativa ai genitori e ai ragazzi delle classi terze. Parteciperanno al Campus anche i rappresentanti della Provincia e dell'UST. SPORTELLO DI ASCOLTO Si programmano incontri individuali (su richiesta degli alunni) con lo psicologo per aiutare gli alunni a riflettere sulle proprie attitudini e sui propri interessi. INCONTRO DIBATTITO RIVOLTO ALLE FAMIGLIE: entro la fine di Gennaio i genitori sono invitati a partecipare ad un incontro sul tema dell'Orientamento, un supporto di confronto e di dialogo su come affrontare il momento cruciale del passaggio alla Scuola Superiore. CONSEGNA CONSIGLIO ORIENTATIVO A gennaio il Coordinatore consegna ai genitori il consiglio orientativo redatto dal Consiglio di Classe formulato sulla base dei seguenti criteri: attitudine; metodo di studio; interesse; attività orientative. Durante l'incontro il docente illustra quanto fatto dalla scuola nell'ambito dell'Orientamento e consegna il "Dossier" dell'alunno, un fascicolo personale in cui sono raccolte le attività svolte nel triennio. CLASSE QUINTA SCUOLA PRIMARIA Somministrazione questionario di autoconoscenza.
Tempi Tutto l'anno scolastico
Torna all'indice




Titolo Progetto QUESTA VOLTA NON RISCHIO (PROGETTO AREE A RISCHIO)
Referente Inglese Bruna
Destinatari Alunni stranieri neo-arrivati e alunni pluriripetenti a rischio di dispersione scolastica della Scuola Secondaria (30 alunni)
Finalità Prevenire il fenomeno dell’insuccesso e della dispersione scolastica per realizzare pienamente il diritto allo studio e la centralita’ dei discenti; Favorire l’inserimento degli alunni stranieri, in particolare quelli di recente immigrazione, e la loro motivazione ad apprendere; Fornire un aiuto allo studio per conseguire maggiori probabilita’ di successo scolastico tramite un metodo di studio efficace; Offrire occasioni e attivita’ capaci di promuovere e favorire l’apprendimento della lingua italiana come L2; Promuovere la socializzazione e la convivenza tra soggetti appartenenti a culture diverse, valorizzando la cultura di provenienza; Aiutare le famiglie degli alunni stranieri a gestire i rapporti con le Istituzioni scolastiche; Favorire strategie preventive che consentano di intercettare e comprendere il disagio; Risvegliare interesse e motivazione, prevenendo o risolvendo situazioni di disaffezione verso la scuola, tramite esperienze laboratoriali dove scoprire le proprie attitudini e capacita’; Consolidare il processo di identita’ e autostima attraverso la valorizzazione delle esperienze.
Metodologie utilizzate Lezioni frontali a piccoli gruppi per attivita’ di alfabetizzazione, consolidamento e potenziamento della lingua italiana come L2 e di recupero carenze disciplinari; Attivita’ laboratoriali in grado di creare un clima di serena collaborazione ed operativita’; Utilizzo della didattica attiva per stimolare al lavoro di gruppo; Approccio fortemente concreto nelle attivita’ proposte.
Descrizione delle attività 30 ore di insegnamento: laboratorio artistico, laboratorio scientifico-tecnologico, laboratori di recupero linguistico e di studio.
Tempi Da novembre 2018 a giugno 2019
Torna all'indice




Titolo Progetto SCUOLA IN MONTAGNA
Referente Buccino Antonio
Destinatari Classi Quinte Scuola Primaria - Classi prime e seconde Scuola Secondaria. Gli alunni coinvolti saranno circa 100.
Finalità Progetto di continuita' tra scuola primaria e secondaria basato sull'esperienza di apprendimento in ambiente naturale, con ricadute sull'autonomia personale e sulla capacita' di autocontrollo.
Metodologie utilizzate In un "contesto" protetto con la presenza costante dei docenti e/o degli educatori e dei maestri di sci l'apprendimento permette piu' metodologie applicate. Il problem solving nel tentativo di ricercare risposte originali ma sempre contenute nei binari della sicurezza. L'apprendimento guidato dove l'adulto suggerisce e corregge passo dopo passo l'esperienza. La riflessione cognitiva e la rappresentazione mentale nel partecipare idealmente agli eventi storici del territorio.
Descrizione delle attività Il progetto prevede il soggiorno di almeno 5 giorni completi di attivita'. All'acquisizione, alla pratica e al potenziamento della tecnica sciistica vengono abbinati alcuni laboratori didattici nelle diverse materie legate all'ambiente montano con esercitazioni teorico-pratiche sul territorio (arrampicata su pareti di ghiaccio, orienteering, pericoli della montagna, cane da valanga ciaspolate, etc.)I docenti curricolari impegnati dovranno essere sostituiti per le attivita' di insegnamento in aula, ad eccezione dei docenti di strumento, per i quali e' prevista la sospensione delle attivita' didattiche dei rispettivi alunni.
Tempi Cinque giorni (presumibilmente nel mese di gennaio dell'a.s. in corso)
Torna all'indice




Titolo Progetto SOGGIORNO STUDIO AIX EN PROVENCE N. 9
Referente Besostri Elena
Destinatari Classe 2F/C 20 alunni, classe 3F/C 24 alunni classe 3 E 23 (+3) alunni. L’esperienza coinvolge gli alunni delle classi seconda e terza dell’I. C. Bassa Valle Scrivia di Castelnuovo Scrivia e gli alunni dell’I.C. di Casteggio delle classi seconda e terza, sezione di francese corso C.
Finalità Il progetto offre la possibilità agli alunni coinvolti, in possesso di competenze linguistiche pari al livello A1 e A2 del CECR pour les langues, di arricchire le loro competenze di lingua francese attraverso un soggiorno studio di una settimana ad Aix en Provence. Finalità: Perfezionare la lingua francese Potenziare le abilità linguistiche di: a) comprensione orale b) produzione orale c) comprensione e produzione nella lingua scritta • Conoscere la cultura e la civiltà francese attraverso l’ esperienza diretta di nuove abitudini e di un nuovo stile di vita • Scoprire il territorio della Provenza attraverso le gite pomeridiane nei luoghi più significativi della regione. Il soggiorno, che avrà la durata di 6 giorni e si svolgerà nel periodo estivo, comprende un corso di lingua francese tenuto da insegnanti madrelingua della durata di 12 ore, ed escursioni guidate alla scoperta del territorio.
Metodologie utilizzate Metodi utilizzati durante le lezioni: approccio comunicativo con attenzione particolare alla fonetica,alla ricchezza lessicale, alle strutture linguistiche e alle funzioni comunicative. Le situazioni comunicative in cui si verranno a trovare gli alunni detteranno le funzioni linguiste, strutture e lessico oggetto delle lezioni in lingua francese. Sarà parte integrante del corso una visita guidata in lingua francese gestita dalla docente madrelingua. ( Es. visita alla Fondation Vasarély) Soluzioni organizzative: lezione frontale, lavoro di coppia, di gruppo, individuale, lezione itinerante. I materiali utilizzati durante la lezione (Materiale autentico, quotidiani, riviste, materiale pubblicitario, brochure programmazione cinematografica francese, cd musicali, films in lingua originale…) sono predisposti dall’insegnate madrelingua incaricata del corso.
Descrizione delle attività Il progetto verrà predisposto nel corso del secondo quadrimestre dalle insegnanti Besostri Elena e Mandirola Maura, docente dell’I.C. Bassa Valle Scrivia di Castelnuovo Scrivia – i rapporti tra la Scuola Media Plana e il predetto Istituto sono regolati da una convenzione predisposta ogni anno a cura dei rispettivi D.S.G. A.- ed è così strutturato: 1° Giorno Voghera/Aix- en- Provence, visita della città Alloggio presso una struttura che offra ampi spazi comuni e ampi spazi verdi 2°, 3° giorno ore 9.00.00 -12.30 lezione presso una salle de conférence messa a disposizione dalla struttura ricettiva, visita pomeridiana alla scoperta del territorio, una visita serale della città.. 4° giorno escursione di un’intera giornata 5° giorno ore 9.00.00 -12.30 lezione di francese e visita pomeridiana alla scoperta del territorio, cinema serale presso una sala cinematografica della città. 6° giorno partenza per Voghera con ultima visita pomeridiana durante il viaggio. Le escursioni verranno prenotate in fase finale dopo aver ricevuto il numero definitivo di adesioni. L’insegnante che si occuperò dei corsi è la Dott.ssa Stéphanie Pace, docente dell’Institut Français di Milano originaria di Aix en Provence.
Tempi Periodo di realizzazione:1-6 luglio 2019 durata: 6 giorni 5 notti
Torna all'indice




Titolo Progetto SPORT PER TUTTI.
Referente Agosta Mariangela
Destinatari Alunni scuola secondaria di primo grado
Finalità - veicolare messaggi di una nuova cultura della salute, fatta da attività motoria, alimentazione e prevenzione; - promuovere corretti stili di vita; - favorire l’apprendimento del valore del proprio corpo e di una migliore conoscenza di sé; - avvicinare i ragazzi all'attività motoria e sportiva; - favorire la collaborazione, la socializzazione e l'aggregazione tra pari; - favorire l'adozione di regole condivise; - migliorare le conoscenze e le competenze degli sport praticati nelle ore curricolari per affrontare con più consapevolezza le gare dei Giochi Sportivi Studenteschi (G.S.S.); - star bene a scuola può aiutare a comportamenti responsabili.
Metodologie utilizzate - lezioni frontali -Problem solving -lavori di gruppo -apprendimento cooperativo -metodo globale e analitico-globale
Descrizione delle attività Le singole discipline saranno affrontate in piccoli gruppi - due pomeriggi alla settimana - in orario extracurriculare - ore aggiuntive per incontri di preparazione alle gare dei GSS e per tornei d’Istituto. I partecipanti verranno suddivisi preferibilmente per fasce d'età e per sport prescelto. Le attività sportive saranno determinate in base al programma tecnico inviato dall'U.S.T.
Tempi Il Progetto sarà avviato dal mese di novembre. Le attività sportive saranno determinate in base alle preferenze indicate nella circolare di indagine preventiva. Gli incontri saranno: - uno o due pomeriggi alla settimana - in orario extracurriculare
Torna all'indice




Titolo Progetto SULLE ORME DI SAN FRANCESCO PARTE SECONDA
Referente Migliorini Elisabetta
Destinatari Alunni classi 3 G 2 G 3 B 3 F 2 E 3 E
Finalità Promuovere il volontariato
Metodologie utilizzate attività in piccoli gruppi ed elaborazione/condivisione del progetto
Descrizione delle attività Una volta al mese in orario extracurricolare alunni ed insegnanti si recheranno
Tempi ottobre 2018 maggio 2019
Torna all'indice




Titolo Progetto TEATRO MUSICA E DANZA
Referente Ferlin Daniela
Destinatari ALUNNI DI SCUOLA PRIMARIA primaria DANTE n. 17 classi: totale alunni 385 primaria PROVENZAL n. 8 classi: totale alunni 145 primaria S. VITTORE n. 7 classi: totale alunni 137 totale alunni 667
Finalità Liberare il linguaggio del corpo e il suono della voce. - Percepire il contatto autentico con sé e gli altri - Stimolare le varie forme di comunicazione -Socializzare e diventare parte del gruppo-classe -Produrre e usare diversi linguaggi sonori nelle componenti comunicative,ludiche ed espressive. - Conoscere delle potenzialità espressive attraverso il movimento ritmico-corporeo Presa di coscienza dello spazio scolastico e non. - Drammatizzazione agita dei gesti, della voce, del mimo. - Usare la voce secondo modelli espressivi diversi. - Stimolare la memoria timbrica. - Eseguire semplici melodie con il flauto dolce ed eseguire semplici ritmi di ripetizione in gruppo e singolarmente. - Muoversi a ritmo con coscienza del movimento del proprio corpo. -Eseguire danze seguendo schemi corporei precisi e coreografie. - Comprendere e usare lo strumento musicale (flauto dolce) ascoltare il suono, comprendere la tecnica strumentale, suonare facili melodie.
Metodologie utilizzate Si realizzeranno: - laboratori specifici di teatro musica e danza (ritmico-corporei) con inserimento di testi e drammatizzazioni; - laboratori corali con accompagnamento musicale eseguito dagli alunni. - si accorperanno eventualmente anche più classi, a seconda dell'attività.
Descrizione delle attività Il teatro, la musica e la danza costituiscono dei formidabili strumenti per i bambini, i quali riescono a socializzare meglio tra di loro, ad accettarsi reciprocamente, e quindi ad integrarsi nell'ambito di un obiettivo comunicativo che è raggiunto solo se tutti partecipano con la stessa consapevolezza. I momenti artistico-espressivi rappresentano un’esperienza cognitiva, creativa, relazionale e culturale di carattere totalizzante, capace di coinvolgere l’intera persona, con un peso determinante nel processo evolutivo. Il progetto è da considerarsi un valore aggiunto al percorso didattico che la classe sta seguendo. Saranno imputate n. 5 ore per attività non di didattica per la stesura del copione e 3 ore a programmazione per l'allestimento della rappresentazione finale per le insegnanti che seguono il percorso del musical e di teatro; saranno imputate n. 3 ore a recupero in programmazione per le insegnanti che seguono il percorso musicale.
Tempi da ottobre/novembre a aprile/maggio a seconda della disponibilità degli esperti. il percorso prevede la rappresentazione finale.
Torna all'indice




Titolo Progetto TRINITY GESE GRADE 2
Referente Sacchi Enrico
Destinatari Gli alunni delle classi quinte di scuola primaria dell'Istituto Comprensivo
Finalità Favorire e sviluppare le competenze degli studenti in Lingua inglese al fine di poter sostenere una breve e semplice conversazione con un insegnante madre lingua in un contesto di esame valutativo. Ottenere una certificazione di competenza di Lingua inglese su livello A1 da Ente certificatore riconosciuto ( Trinity College).
Metodologie utilizzate Lezione frontali, gruppi di lavoro, laboratori di approfondimento linguistico.
Descrizione delle attività L'esame e' in forma orale e prevede una durata di circa 6 minuti. Lo studente dovra' dimostrare di poter sostenere una conversazione in Lingua inglese utilizzando strutture grammaticali quali present simple, pronomi interrogativi (Who, when), gerundio presente, articoli partitivi (some, any), preposizioni di luogo e aggettivi e pronomi possessivi. E' inoltre necessaria una padronanza di vocabolario per quanto riguarda le stanze, ambienti e oggetti della casa, famiglia ed amici, animali domestici, giorni e mesi e numeri cardinali fino a 50.
Tempi La preparazione all'esame si svilupperà' nel corso dell'anno scolastico e si baserà' principalmente sul lavoro svolto in classe. Si possono prevedere lezioni di approfondimento, circa 5, da svolgersi tra marzo e maggio con quota di iscrizione a carico delle famiglie sia per quanto riguarda l'adesione all'esame sia per quanto riguarda le lezioni di approfondimento. Nel mese di dicembre i genitori degli alunni destinatari del progetto verranno invitati ad un incontro informativo. Le adesioni e iscrizioni all'esame si raccoglieranno e si effettueranno tra gennaio e febbraio. L'esame si svolgera' nel mese di maggio presso l'Istituto Comprensivo Via Dante di Voghera.
Torna all'indice




Titolo Progetto UN MONDO DI MONDI
Referente Inglese Bruna
Destinatari Alunni, famiglie e docenti dell'IC
Finalità Migliorare le competenze interculturali intese come capacità di accogliere e comprendere culture diverse dalla propria; Ampliare la conoscenza di mondi - intesi come luoghi geografici, culture, tradizioni - diversi e lontani dal proprio, in particolare quelli più svantaggiati; Aumentare la consapevolezza di essere 'cittadini del mondo'; Stimolare comportamenti di condivisione e cooperazione nei confronti del sud del mondo; Educare all'inclusione e alla convivenza armonica e pacifica.
Metodologie utilizzate Adesione a progetti sponsorizzati da enti ed organizzazioni non governative impegnate nell'educazione alla mondialità e nella cooperazione; Collaborazione con con enti, associazioni, organizzazioni e individui che a titolo gratuito illustrano ed educano al valore della multiculturalita’.
Descrizione delle attività Incontri e attività' laboratoriali nelle classi aderenti effettuati da Celim, Emergency e/o altre ONG, enti, associazioni, organizzazioni e/o individui qualificati; Iniziative ed eventi sul tema dell'interculturalita' e della valorizzazione delle differenze rivolti anche ove opportuno alle famiglie degli alunni e alla cittadinanza.
Tempi Vari momenti nel corso dell'intero anno scolastico.
Torna all'indice




Titolo Progetto UNA LINGUA PER....DIRE...FARE...IMPARARE (AREE A FORTE PROCESSO IMMIGRATORIO)
Referente Manfredi Carla
Destinatari Tutti gli alunni da poco inseriti nel contesto territoriale e alunni non italofoni (circa n.225)
Finalità Sviluppare abilità comunicative Favorire la comprensione della L2 Favorire e sviluppare la produzione orale della L2 e facilitare la socializzazione Apprendimento dei linguaggi specifici delle discipline al fine di acquisire nuove conoscenze Promuovere il successo scolastico e l'autostima Valorizzazione delle culture d'origine come risorsa e punto di forza Proseguire con profitto e autonomia l'iter scolastico Favorire il coinvolgimento della famiglia in un'ottica di un più proficuo dialogo educativo
Metodologie utilizzate Flessibilità didattica: nella metodologia dell'insegnamento, nella selezione dei contenuti, nella gestione della sezione/classe, degli strumenti e dei materiali didattici (specifici e semplificati) L'alfabetizzazione linguistica sarà svolta durante le ore curricolari e attraverso laboratori a diversi livelli di competenza verificata con le prove d'ingresso. Saranno svolte attività di consolidamento e di potenziamento della L2 e recupero delle carenze disciplinari. Per stimolare la partecipazione e la motivazione degli studenti si ricorrerà a varie strategie didattiche: attività ludica, corporea, giochi di ruolo, drammatizzazione e teatro. attività di tutoraggio tra docente e alunno e tra pari. Adozione di forme di "didattica cooperativa.
Descrizione delle attività Fase 1 accoglienza degli alunni neo arrivati, test d'ingresso Fase 2 Monitoraggio delle situazioni problematiche e analisi dei bisogni Fase 3 Valutazione delle situazioni di partenza individuali Fase 4 Individuazione delle aree disciplinari che necessitano di maggior intervento Fase 5 Organizzazione dei Laboratori L2 e attività di recupero Fase 6 Valutazione del percorso e autovalutazione dei docenti coinvolti in un'ottica di ricerca/azione I laboratori saranno tenuti da docenti interni all'istituto, dai mediatori/facilitatori linguistici forniti dal Centro Servizi Immigrati del Comune di Voghera. Tutte le attività interne al Progetto (Laboratori linguistici, Giornata della Lingua Madre) saranno comunicate all'esterno attraverso il sito della scuola(area riservata Intercultura, news, newsletter, twitter)
Tempi intero anno scolastico
Torna all'indice




Titolo Progetto VIAGGIO D'ISTRUZIONE A BARCELLONA
Referente Montessori Chiara
Destinatari Gli alunni delle classi terze di Lingua Spagnola.
Finalità Il progetto si propone di offrire agli studenti di Lingua Spagnola un'occasione di arricchimento dell'attività scolastica e una conoscenza diretta di aspetti culturali, artistici e storici della Spagna già affrontati e studiati in classe.
Metodologie utilizzate Gli alunni verranno preparati al viaggio d'istruzione attraverso schede di presentazione della città, del Movimento del Modernismo e di Gaudì, ripasso o studio delle principali funzioni linguistiche (ordinare al ristorante, comprare in un negozio, chiedere e dare indicazioni stradali) e aree lessicali (cibi, bevande, menu del ristorante, luoghi della città).
Descrizione delle attività Il viaggio d'istruzione a Barcellona presenta le seguenti caratteristiche: - periodo di effettuazione: marzo 2019 - numero di partecipanti: almeno 36 - durata del viaggio: 5 giorni / 4 notti - mezzo di trasporto: bus Granturismo - tipo di pernottamento: hotel da 4 stelle - trattamento di mezza pensione. La quota individuale di partecipazione, prevista intorno ai 300 euro, a seconda del numero dei partecipanti, comprende, oltre alle spese di viaggio e alla sistemazione in hotel in Cosa Brava, la prenotazione e l'ingresso a musei e luoghi di interesse da definire. Al termine della fase iniziale del progetto e alla definizione del numero dei partecipanti, verrà inviata a n.3 agenzie viaggi la richiesta di preventivo.Al momento dell'apertura delle tre buste verrà scelta l'agenzia che offrirà condizioni economiche e/o soluzioni organizzative migliori. Il progetto verrà presentato alle famiglie degli alunni tramite circolare e attraverso il sito della scuola.
Tempi Come anticipato, il viaggio si svolgerà nel mese di marzo per una durata di cinque giorni e quattro notti.
Torna all'indice




Titolo Progetto VOLLEY S3
Referente Agosta Mariangela
Destinatari Alunni scuola secondaria di primo grado: classi prime
Finalità - potenziamento dell’offerta formativa dell’I.C. via Dante di Voghera - attività formativa basata su valori e competenze richiamate spesso nelle linee guida del MIUR, nelle indicazioni nazionali dei giochi sportivi studenteschi, nei nuovi Giochi della Gioventù e nei criteri per l’organizzazione dei Centri Sportivi Scolastici, quali:  migliorare l’integrazione, l’aggregazione e la socializzazione nelle diverse abilità;  costruire e rispettare regole condivise e il ruolo di arbitro; - vivere la competizione come verifica di se stessi e non come scontro; - ampliare la partecipazione “nessuno escluso”; - orientare alle discipline sportive rispettando le attitudini personali.
Metodologie utilizzate - lezioni frontali - Problem solving - lavori di gruppo - apprendimento cooperativo - metodo globale e analitico-globale
Descrizione delle attività Per le attività del corso verrà utilizzata la guida tecnica del volley S3
Tempi Un’ora settimanale, il venerdì dalle 16,00 alle 17,00 da metà Ottobre a metà Maggio(salvo impegni scolastici dei docenti)
Torna all'indice



Il nostro I.C. propone, oltre all'apprendimento della lingua inglese (obbligatorio per primaria e secondaria), la possibilità di scegliere tra lingua spagnola e lingua francese.