La Biblioteca Scolastica dell'IC Dante

La biblioteca tradizionale, fonte per eccellenza del sapere e dei saperi, si rinnova: non più luogo di letture obbligate e imposte dall’alto, ma spazio fisico e virtuale dove sviluppare percorsi individuali e collettivi di lettura, di ricerca, di sperimentazione, nell’ottica di un apprendimento permanente sempre più consapevole e autonomo da parte degli studenti.

La nostra biblioteca infatti è uno spazio aperto a tutti, ai piccoli dell’infanzia, ai bambini delle elementari, ai ragazzi delle medie e agli adulti tutti, non solo ai docenti.

Essa si pone come ambiente di apprendimento vivo, come laboratorio di idee, dove ognuno trova lo spazio ideale per accedere a risorse formative e informative sia cartacee che on line, per coltivare e sviluppare curiosità, conoscenze e abilità.

La lettura, il dialogo, il confronto, la condivisione di idee sono strumenti attraverso i quali crescere come individui e come cittadini, interiorizzando i valori della solidarietà, del rispetto reciproco, della libertà.

Le biblioteche immagazzinano l’energia che alimenta l’immaginazione”, aiutano a creare spazi di gioco e di fantasia, permettono di esplorare e di esprimere la propria creatività. “I libri sono stati i miei uccelli e i miei nidi, i miei animali domestici, la mia stalla e la mia campagna; la biblioteca era il mondo colto in uno specchio; ne aveva lo spessore infinito, la varietà, l’imprevedibilità”. (Jean Paul Sartre)

Leggere, informarsi, essere in grado di validare le fonti, rielaborare, discutere sono i passaggi che permettono agli studenti di ogni grado di sviluppare il pensiero critico, di operare scelte consapevoli, di agire con responsabilità, di aprirsi orizzonti culturali e interculturali sempre più ampi.

Fondare biblioteche è un po' come costruire ancora granai pubblici: ammassare riserve contro l’inverno dello spirito”. (Marguerite Yourcenar)